INCONTRI SPIACEVOLI SUL SENTIERO DELLA BONIFICA: “MADONNA QUANTE NUTRIE!”

mercoledì 18th, settembre 2013 / 18:05
INCONTRI SPIACEVOLI SUL SENTIERO DELLA BONIFICA: “MADONNA QUANTE NUTRIE!”
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Immaginiamo che il telefono della polizia municipale o di qualche ufficio comunale sia diventato rovente, oggi. Perché in redazione sono giunte ben 4 telefonate e un messaggio via facebook per segnalare “presenze inquietanti” lungo il sentiero della bonifica. Le persone che hanno telefonato, tutte donne, stavano facendo la loro tranquilla corsetta o pedalata per il suddetto sentiero quando si son trovate davanti, “prima una poi, due, poi 4 nutrie grosse come cani”…

E non è che le graziose bestiole quando hanno sentito la presenza degli umani se ne sono scappate. No, sono rimaste lì, in mezzo al viottolo, mostrandosi per nulla impaurite. Si sono certamente allarmate di più le signore che non hanno potuto fare a meno di notare come se il sentiero è abbastanza pulito e percorribile (grazie anche al passaggio sabato scorso di un gruppo di “Amici della Bicicletta” che si dirigeva a Firenze per i Mondiali di ciclismo),  gli argini del Montelungo e le scarpate sono piene di erbacce, canne, rovi. Cosa favorisce certamente la presenza di animali. cicloturisti1

Le nutrie si sa sono considerate specie “danniva”, anche per il fatto che costruiscono gallerie che rendono gli argini friabili e deboli in caso di forti piogge o piene dei torrenti, causando rotture e inondazioni…

Probabilmente le nutrie sono ormai abituate al passaggio di persone lungo il sentiero, visto l’alto numero di frequentatori della pista ciclabile-pedonale che da Chiusi Scalo porta al lago e da lì  prosegue per il lago di Montepulciano e il Canale Maestro della Chiana,  fino ad arrivare ad Arezzo. Non hanno mai “attaccato” o morso nessuno. Ma trovarsi tra i piedi un animale dalle sembianze di topo, ma più grosso del gatto di casa non è proprio un incontro piacevole.

Tutte e 4 le signore che hanno telefonato, più l’altra persona (un ciclista) che ha mandato il messaggio via facebook ci hanno chiesto di sollecitare – a mezzo stampa – un’opera di disinfestazione e ripulitura degli argini, del letto del canale e delle scarpate, in modo che gli animali possano andare altrove a “pascolare”. Senza per questo auspicare un’azione bellica, per la distruzione di massa delle nutrie.

E noi, fedeli alla linea che il lettore ha sempre ragione giriamo i messaggi a chi di dovere.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica