TRASIMENO BLUES, DUE SERATE DA “LEGGENDA”. E IL FESTIVAL CONTINUA…

mercoledì 24th, luglio 2013 / 17:19
0 Flares 0 Flares ×

I CONCERTI DELLE “LEGGENDE ITALIANE DEL BLUES” E DEGLI AREA ALLA ROCCA CASTIGLIONESE. QUEST’ANNO TANTA AFRICA IN CARTELLONE…

CASTIGLIONE DEL LAGO – Il festival Trasimeno Blues ci ha abituati negli anni a vedere sul palco a Castiglione del Lago, Città della Pieve , Passignano o Tavernelle veri e propri mostri sacri della musica blues: dalla band di Janis Joplin, ai Canned Heat, da Johnny Winter a Jack Bruce, bassista dei Cream, da Robin Trower, il chitarrista dei Procol Harum a Robben Ford da Eric Sardinas ad  Ana Popovic, da Doctor John Ciotti e Treves a Eugenio Finardi… Quest’anno sul palco della Rocca del Leone sono saliti gli Area, il gruppo che negli anni ’70 unì la musica blues alla sperimentazione, al Jazz, alla canzone politica… e le “Leggende italiane del blues“, ovvero coloro che da 40 anni a questa parte hanno fatto conoscere e apprezzare la musica dell’anioma in Italia: Roberto Ciotti e Fabio Treves, chitarra e armonica, insieme. E insieme a Paolo Bonfanti, Pippo Guarnera, Nick Becattini e altri… Due eventi nazionali. Gli Area che festeggiano a Trasimeno Blues i 40 anni dall’esordio avvenuto nel ’73 con l’album Arbeit Macht Frei … I grandi bluesmen italiani che insieme danno vita ad un concerto memorabile…

Anfiteatro gremito, nonostante il tempo incerto. Un tuffo nel passato, nella memoria musicale, nella migliore espressione di un “certo tipo di musica”…  Ed è stato bello sentire Fabio Treves, con quella faccia da moschettiere del re un po’ invecchiato, fare un appello ai sindaci del territorio perché sostengano una manifestazioe “che è di qualità, porta un sacco di gente, fa incontrare artisti di tutto il mondo…” Così come sentire Ares Tavolazzi dire che “è dal blues che nasce tutta la musica di oggi… ” Bello. E importante, per un festival che anche in tempo di crisi e di budget risicati riesce a fare colpi sensazionali…

Stasera a Magione Veronica & the Red wine serenades; domani a San Feliciano Vieux Farka Tourè, artista del mali affermato e maturo, esponente di quel “desert blues” che lo ha fatto diventare il Jimi Hendrix dell’Africa Chiusura domenica a Ciuttà della Pieve (viale Icilio Vanni) con Ebo Taylor, altro artista africano,  anzi uno dei mostri sacri della musica africana e dell’afrobeat in particolare. Quando si dice la musica del mondo…

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Farida
Mail YouTube