CHIUSI SCALO, AI RUZZI SI AFFIANCA SBOTTEGANDO. MA LA SFIDA DEL BRACCIALE RISCHIA IL RINVIO. IL METEO ANNUNCIA TEMPORALI…

giovedì 30th, agosto 2018 / 15:42
CHIUSI SCALO, AI RUZZI SI AFFIANCA SBOTTEGANDO. MA LA SFIDA DEL BRACCIALE RISCHIA IL RINVIO. IL METEO ANNUNCIA TEMPORALI…
0 Flares 0 Flares ×
CHIUSI SCALO – Da oggi, fino a sabato sera, la festa dei Ruzzi della Conca raddoppia. Come è tradizione torna infatti, nel cuore della cittadina, “Sbottegando”, il mercatino dei negozianti locali che offrono i propri articoli a prezzi scontati. Per lo più abbigliamento, scarpe e accessori, rigorosamente della collezione estiva, ma non solo. Ci sono anche materassi, libri, oggettistica, elettromestici e prodotti alimentari. Oltre alle bancarelle dei negozi locali ci saranno anche stavolta quelle dei produttori di Amatrice, in una sorta di gemellaggio che dura dai primi mesi dopo il terremoto del 2016, e pure alcuni esercenti di Tavernelle, a suggellare un altro gemellaggio tra i due Centri Commerciali, di Chiusi Scalo e della frazione di Panicale. Lo scorso fine settimana alcune attività chiusine hanno partecipato allo “Sbroglio” di Tavernelle e in questo week end i tavernellesi ricambiano la cortesia…  L’offerta insomma si arricchisce.  Come location le bancarelle di Sbottegando dislocate in via Leonardo da Vinci e via Pasubio (sono oltre 60), fanno da trait d’union tra i due luoghi della festa dei Ruzzi, lo Speluzzico in piazzetta Garibaldi e il “quartier generale” tra Piazza Dante e il posteggio di via Mazzini. Alcuni ristoratori e negozi di alimentari proporranno inoltre il loro street food… In più, animazione e intrattenimento per i bambini e per gli adulti. Alcuni giovani migranti ospiti delle strutture di accoglienza locali hanno dato una mano a montare i banchi e ad allestire il “villaggio”. Bel segnale. 
Intanto anche i Ruzzi deLla Conca vanno avanti. Questa sera sul palco centrale sarà di scena il comico toscano Alessandro Paci.  Ma intanto cresce l’attesa per la sfida della palla al Bracciale, con una “spada di Damocle” però sulla testa degli atleti e delle loro contrade: le previsioni meteo che per domenica 2 settembre danno temporali dalla mattina alla sera. C’è insomma un forte rischio di rinvio, come è successo il 19 a Città della Pieve per il Palio dei Terzieri.  Ovviamente, in caso di rinvio, anche oltre al Bracciale, slitterebbe anche il corteo in costume “fin de siecle”.
I “braccialisti” si allenano. Quelli del Mare Nero che hanno già conquistato la finale dopo 25 anni esatti dall’ultima volta (1993) quasi non credono ai loro occhi. Dovranno mantenere i nervi saldi nell’attesa snervante di conoscere l’avversario. Le altre (Fornace, Granocchiaio, Biffe e Sottogrottone) affilano le armi per la battaglia che le vedrà sfidarsi tra loro, tempo permettendo. E’ chiaro che l’incognita meteo aggiunge suspance e tensione. Perché i Ruzzi sono solo un gioco, ma perdere non piace a nessuno. E quella “conca” di rame (la sparizione era naturalmente uno scherzo, cui anche il parroco Don Antonio si è prestato) commercialmente vale poco, ma affettivamente ha invece un valore ce l’ha e tutte e 5 le contrade sperano di portarsela a casa…
Gli atleti del Mar Nero hanno un’occasione storica per riemergere dall’oblio e dall’anonimato. Vero è che già la conquista della finale, vista l’assenza di vittorie dal 1982, può considerarsi un traguardo inusitato (come una finale di Europa League per l’Atalanta, più o meno. Tra l’altro l’Atalanta ha gli stessi colori), una soddisfazione. Ma vincere aiuta a vincere. E arrivare a Roma e non vedere il papa è sempre una delusione. Quindi i nerazzurri chiusini ce la metteranno tutta e anche di più per mettere finalmente le mani sulla conca. Gli altri faranno di tutto per impedirlo e mettercele loro, le mani… In particolare la contrada delle Biffe, detentrice della Conca 2017, proverà a difendere il titolo e a mantenere il trofeo.
Se dovesse essere rinvio, niente drammi, si allungherà la festa e la Processione dell’8 settembre, invece che atto conclusivo sarà, per una volta, rito propiziatorio…
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...