GRAZI-SCARAMELLI: ALLA FESTA DEL PD DI TORRITA VA IN SCENA LA GUERRA SULLA FUSIONE DEI COMUNI. E VOLANO GLI STRACCI NEL PD

giovedì 26th, luglio 2018 / 11:21
GRAZI-SCARAMELLI: ALLA FESTA DEL PD DI TORRITA VA IN SCENA LA GUERRA SULLA FUSIONE DEI COMUNI. E VOLANO GLI STRACCI NEL PD
0 Flares 0 Flares ×

Torrita di Siena è una vecchia roccaforte rossa. Ai tempi di Berlinguer il Pci superava il 70% dei voti. E a Torrita la Festa de L’Unità si chiama ancora semplicemente così. Festa de l’Unità. Stop. Anche se l’Unità, il giornale, non c’è più da un pezzo. E a Torrita le Feste de l’Unità, anche ora che c’è il Pd e il Pd non sta neanche tanto bene,  le fanno ancora come una volta: incontri politici su temi nazionali e locali, musica di vario genere, compreso il rock,  ballo liscio e buona cucina con i pici che sono considerati tra i migliori che si possano mangiare nelle feste popolari in Valdichiana, quindi un “must”.

Ma se l’Unità-giornale non c’è più da un pezzo, anche l’unità del Pd sembra essere un lontano ricordo. Anche nel “fortino” di Torrita.

Ieri sera per esempio dopo una cena con vari esponenti del partito e molti invitati sono volati gli stracci, per fortuna solo via social… Ma in sostanza è come se fossero volati i piatti lì, sul posto. Da una parte il sindaco di Torrita Giacomo Grazi e dall’altra il consigliere regionale ed ex sindaco di Chiusi Stefano Scaramelli. I due un tempo erano amici e sodali, alfieri entrambi del renzismo rampante. Poi l’idillio si è rotto, prima sulla gestione del partito a livello provinciale, poi su un tema caldissimo, quella della fusione dei comuni e i particolare tra i comuni di Torrita di Siena e Montepulciano. Grazi è un fautore convinto della fusione, che porterà alla chiusura del suo comune perché sarà inevitabilmente Montepulciano tra i due a fare la parte del leone, per ragioni di dimensioni, di visibilità, di prestigio, diciamo di “potere contrattuale”. Scaramelli, no. Lui è contrario. Qualche anno fa alla festa de l’Unità di Chiusi propose la fusione tra Chiusi e Chianciano, che riteneva (e forse ritiene ancora) più naturale, ma quella tra Montepulciano e Torrita proprio non la digerisce. In autunno ci sarà il referendum nei due comuni e Grazi ha provato a forzare un po’ la mano, usando l’occasione della festa de l’Unità di Torrita, chiamando a parlarne il collega di Scaramelli Bezzini, il senatore Riccardo Nencini, poi l’assessore regionale Ceccarelli, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, Luigi Dellai… Oltre al gotha del Pd senese con il segretario provinciale Valenti, il suo sfidante al congresso, Bernazzi …

Scaramelli si è presentato alla cena, non invitato, e insieme ad esponenti del Comitato per il No. Si è fatto fotografare insieme al sindaco di Sinalunga Agnoletti, che poi ha dovuto spiegare via facebook che per lui “sono tutti compagni e amici”… Ma il bello è quello che Grazi e Scaramelli si sono detti a distanza, sui social, a posteriori. Con il primo che accusa l’altro di aver fatto un blitz senza avvisare nessuno e di essersi messo insieme ad esponenti dell’opposizione torritese, contro la posizione del Pd di Torrita e Montepulciano… E gli dà pure dell’ingrato, ricordandogli che il Pd di Torrita e Montepulciano lo sostenne al tempo delle elezioni regionali.

Scrive Grazi: “#Incredibile! Succede anche questo…(a corredo, due faccette sorridenti con le lacrime agli occhi): Un ex Sindaco, che ora ricopre ruoli ben più importanti e ben più retribuiti, di valenza sopratutto politica, si presenti alla Festa del Partito Democratico di Torrita di Siena, la Festa de L’Unità per intenderci, con annunci “incredibili” sparati sui social, senza avvertire minimamente la Segreteria locale ne tanto meno la Segretaria Elena Rosignoli… e si sieda al tavolo con delle persone, di incerta provenienza politica, ma di sicura opposizione politica/amministrativa (No Amministrazione) e scriva cose che lasciano intendere la sua contrarietà ad un Progetto Politico portato avanti proprio da quel partito che lo ha sostenuto di Torrita e Montepulciano. Tutto questo è veramente “incredibile”… anche perché di tutti gli argomenti sventolanti, con chi ne ha parlato…??? Boh!!! Con 3/4 persone… anche meno…
Di sicuro i pici erano boni… Buonanotte…”. 

Stefano Scaramelli invece ringrazia quanti hanno condiviso l’idea di cenare insieme a Torrita condividendo anche la battaglia per difendere il Comune di Torrita, la sua identità, la sua storia. Quindi una netta presa di posizione contro la fusione sostenuta dal Pd nei due comuni interessati. 

“#Grazie agli amici e compagni di Torrita di Siena che hanno risposto all’idea di cenare #insieme alla Festa de l’Unità. Scambio di idee e confronto sulle politiche regionali e massima condivisione sul futuro del Comune di Torrita, della sua storia da difendere e del suo valore identitario come grande valore aggiunto per la comunità torritese al cospetto della Valdichiana, ieri, oggi e domani”. Così scrive l’ex sindaco di Chiusi, con buona pace de l’unità e del Pd.  Sì, i pici erano senz’altro buoni, come dice Grazi, ma gli stracci che volano sono pesanti come macigni.

E sono anche l’ennesima riprova della liquefazione del partito di maggioranza, ormai incapace di tenere a freno i suoi stessi dirigenti, lanciati ognuno su un binario proprio… Quanto al tema del contendere, ovvero la fusione tra Montepulciano e Torrita di Siena, l’impressione è che il referendum non sarà una passeggiata e che, soprattutto a Torrita (il paese che ha più da perdere e meno da guadagnare) la vittoria del Sì non sia così scontata, nonostante il Pd spinga in tale direzione… Giacomo Grazi, poi, sembra sempre di più una mosca impazzita che tenta di volare oltre il vetro, ma ci sbatte contro. Scaramelli fa il battitore libero, gioca soprattutto in proprio.

La Festa de l’Unità torritese resta una delle migliori, per qualità dell’offerta e per rispetto di una certa tradizione, lo spettacolo offerto dal Pd (Grazi e Scaramelli compresi) invece è piuttosto deprimente. Desolante, verrebbe da dire…

m.l.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...