CHIUSI: COMINCIA L’ESTATE DEGLI EVENTI E DEI FESTIVAL. DA DOMANI TRIA TURRIS, POI LARS ROCK, BAMBINOPOLI, SLOW BEER E ORIZZONTI

giovedì 21st, giugno 2018 / 12:48
CHIUSI: COMINCIA L’ESTATE DEGLI EVENTI E DEI FESTIVAL. DA DOMANI TRIA TURRIS, POI LARS ROCK, BAMBINOPOLI, SLOW BEER E ORIZZONTI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Da domani, venerdì 22 giugno a domenica 24, Chiusi saluterà l’arrivo dell’estate con la festa medievale del Tria Turris. Un vero e proprio tuffo nel passato con 15 compagnie di musici, giullari, armati, falconieri, giocolieri, provenienti da varie parti d’Italia e pure da alcuni paesi limitrofi. Il tutto tra accampamenti, mercatini e taverne in stile, all’interno del centro storico che per l’occasione tornerà ad essere com’era nel 1300. Più di 30 gli spettacoli tra gare di tiro con l’arco e rievocazioni storiche. Domenica, nel pomeriggio, l’ormai classico Palio delle Torri, la sfida fra i Terzieri della città, che consiste in una corsa con una torre portata a spalla da quattro alfieri per ogni terziere.

Certo la concomitanza (e la vicinanza geografica) con l’infiorata di San Luigi a Città della Pieve, che ha anch’essa atmosfere medievali e rinascimentali sullo sfondo è un elemento che non gioca a favore, ma la festa chiusina negli ultimi anni è cresciuta sul piano della “qualità” e si propone come un appuntamento, nel suo genere, tra i più ricchi e suggestivi.

Ma il Tria Turris solo il primo evento dell’estate chiusina. Passeranno pochi giorni e ci saranno i festeggiamenti patronali in onore di Santa Mustiola che culmineranno il 3 di luglio.

Poi la festa si sposterà dal centro storico a Chiusi scalo, dove dal 6 all’8 luglio sono in programma due iniziative, praticamente in contemporanea per due giorni su tre. In piazza della stazione e via Leonardo da Vinci il 6 e 7 si terrà “Bambinopoli”, una festa per bambini che di fatto apre la stagione dei Saldi dei negozi e sostituisce le Notti Rosa Shopping degli anni passati. Lo shopping si potrà fare lo stesso, naturalmente, ma l’evento mette al centro dell’attenzione i più piccoli, con giochi e intrattenimento, dalle ore 20,00 in poi… Attrazione clou, un grande castello costruito con i mattoncini della Lego che sta girando tutta Europa…

Nei medesimi giorni, più domenica 8 luglio, ai Giardini pubblici invece è in programma il Lars Rock Fest che si sta ritagliando un ruolo e uno spazio importante nel panorama nazionale, per l’originalità della proposta musicale, con  particolare riferimento alle nuove frontiere della musica elettronica e sperimentale da un lato e con la riscoperta di un genere come il punk e post punk che si porta dietro implicazioni politiche non banali e si configura come un richiamo all’impegno sociale e civile, alla rivolta generazionale contro il potere costituito, se questo è ottuso, fascisteggiante, razzista, antioperaio… Di questi tempi un messaggio chiaro, che emerge anche dalla presenza di artisti con storie molto particolari alle spalle, come il tastierista etipe Hailu Mergia, che si esibirà quest’anno, nella prima serata, dopo Indianizer e prima di The Pop Group, una band britannica che alla fine degli anni ’70 fece epoca con soli due album. Poi si sciolse. E adesso ha deciso di tornare a dire la sua.

Nelle altre due serate saranno sul palco  His Electro Blue Voice, Confrontional e Protomartyr (il 7);  Delta Sleep, Becoming X/from art to electro e i Japandroids (l’8).

Come contorno ristorante, fast food, mercatino dei vinili, libri, gadgets, laboratori per bambini, live painting,  canti intorno al fuoco e tutto ciò che fa festival rock. Servizio navetta dal centro storico e dal campeggio al Lago di Chiusi.

A fine luglio un evento nuovo, che vedrà Chiusi diventare per un week una sorta di paradiso della birra artigianale legata al marchio Slow Food che come è noto ha tenuto a Chiusi un proprio convegno nazionale e ha scelto la città di Porsenna come città partner, per varie iniziative. Quella sulla birra artigianale che si chiamerà Slow Beer e sarà una vera e propria festa con degustazioni ed eventi collaterali, ma non una semplice occasione per tracannare litri di bionda, è una di queste.

A cavallo tra luglio e agosto, torna invece il Festival Orizzonti (il programma verrà presentato oggi alle ore 18,00), che ha perso il finanziamento ministeriale, in quanto non più identificabile come un festival delle arti performative come lo era il festival targato Andrea Cigni. Un epilogo scontato e messo nel conto, dopo che un anno fa Fondazione e Comune decisero di cambiare strada, ridimensionando il festival, un po’ per ragioni di bilancio e un po’ per renderlo meno “eccentrico” e più popolare e legato al territorio.  Nello stesso periodo si svolgerà la Coppa Bologna, classica di ciclismo con partenza e arrivo a Montallese e sagra annessa.

Insomma i chiusini che non andranno in ferie altrove potranno godersi qualche buona serata anche anche sotto il proprio cielo. Ce n’è un po’ per tutti i gusti, roba per palati fini e appassionati di certi generi (vedi il Lars), roba buona da assaggiare, piacevoli tuffi nel passato tra gente vestita come ai tempi di Dante…  A proposito di spade ed elmi, noi preferiamo di gran lunga quelli degli armati della Compagnia di Santaccio ai copricapo con i corni che piacciono tanto ai fans del nuovo ministro dell’Interno. Quella è roba da barbari…

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, ,
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...