PARTITE TRUCCATE IN ECCELLENZA: RETROCESSA LA SESTESE, AMMENDE E PENALIZZAZIONI… IL CHIUSI ORA ATTENDE IL RIPESCAGGIO E INTANTO AVVIA LA RIFONDAZIONE

mercoledì 20th, giugno 2018 / 12:37
PARTITE TRUCCATE IN ECCELLENZA: RETROCESSA LA SESTESE, AMMENDE E PENALIZZAZIONI… IL CHIUSI ORA ATTENDE IL RIPESCAGGIO E INTANTO AVVIA LA RIFONDAZIONE
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI -La sentenza del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare per lo scandalo delle partite truccate in Eccellenza e Promozione nella scorsa stagione è arrivata. La Sestese, che vinse lo spareggio con il Chiusi in una partita in cui successero cose mai viste, è stata retrocessa all’ultimo posto del campionato di Eccellenza (quindi retrocessa in Promozione), con penalizzazione di 3 punti da scontare nel prossimo campionato. Per l”ex presidente della Sestese Filippo Giusti , inibizione di 4 anni e ammenda di 50.000 euro. Confermate anche le condanne richieste dalla Procura per le società Grassina, Bucinese, Porta Romana e Foiano, tutte multate con ammende da 1.400 a 3.000 euro. Zenith Audax Rufina e Porta Romana sono state sanzionate anche con 1 punto di penalizzazione da scontare nella prossima stagione. Il giocatore del Foiano Filippo Zacchei, cui fu proposto un compenso per giocare alla morte contro il Chiusi è stato squalificato per 6 mesi. Per i vari dirigenti coinvolti ammende piuttosto salate dai 4.000 ai 50 mila euro a testa…

Insomma lo scandalo ci fu. La Sestese, società al vertice della combine, ha evitato la retrocessione in terza categoria, patteggiando la pena (quindi ammettendo la colpa).

La sentenza non fa alcun riferimento però alle squadre danneggiate, tra le quali c’è sicuramente il Chiusi che subì la retrocessione sul campo, anche in forza delle varie partite “combinate” e alterate.  La società biancorossa ha chiesto ufficialmente la riammissione al campionato di Eccellenza al posto della Sestese e ha annunciato anche un’azione legale per il riconoscimento del danno economico e d’immagine subito, con richiesta di risarcimento. Perché ora che lo scandalo è “certificato”, è certificato anche il danno per chi è stato vittima sacrificale del “sistema” messo in piedi. Ma tutto ciò che tempi avrà? Quando saprà il Chiusi in quale campionato giocherà la prossima stagione? Il presidente Fei e il suo staff si augurano che la decisione della federazione Toscana arrivi alla svelta e che la società possa operare di conseguenza sul mercato, per allestire la squadra. Promozione ed Eccellenza non sono la stessa cosa.

Intanto al Chiusi è partita una vera e propria rivoluzione. Via il Ds Ermanno Chiuppesi, via l’allenatore Andrea Laurenzi. Via un bel po’ di giocatori. Al posto di Chiuppesi è tornato e si è messo subito al lavoro Mitri Pistoi. Al posto di Laurenzi, è già arriva Enrico Testini, classe 1977, ultima stagione al Cortona Camucia. Dalla Valdichiana aretina arriva anche il primo colpo di mercato. Si tratta del centravanti Diego Biscaro Parrini, classe 1992, nelle ultime stagioni a Castiglion Fiorentino e Angelana in Eccellenza. Fisico possente e fiuto del gol. Una punta di spessore in grado di fare la differenza anche in categorie superiori. Ottimo per la Promozione, ma in grado di recitare  da protagonista anche nel caso in cui il Chiusi fosse ripescato nella categoria regina dei dilettanti. Biscaro Parrini avrà anche il compito di non far rimpiangere Bastianelli,  il giocatore più forte del Chiusi delle ultime tre stagioni,  che con tutta probabilità andrà via. Ha richieste in Eccellenza, zona Valdarno. Ci sta pensando. Forse ha già chiuso con la nuova squadra… Il calcio è anche questo, è fatto anche di addii. Bastianelli ha dato molto al Chiusi, ha cantato e portato la croce, nel senso che ha segnato parecchi gol e ha fatto a sportellate coi difensori avversari, spesso da solo. E se quest’anno i biancorossi si sono salvati, al termine di una stagione tribolata lo devono soprattutto a lui. Buona fortuna Nico…

Ora si attendono altri innesti. E soprattutto si attende il ripescaggio in Eccellenza. Che non sarebbe un regalo, ma un dovuto risarcimento.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , , ,
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...