DAL 1° AL 3 GIUGNO A MONTICCHIELLO, LA “FESTA DELLA COSTITUZIONE”. ANPI, COMUNI, ASSOCIAZIONI, TUTTI INSIEME A DIFENDERE LA CARTA DEL ’48

martedì 29th, maggio 2018 / 20:10
DAL 1° AL 3 GIUGNO A MONTICCHIELLO, LA “FESTA DELLA COSTITUZIONE”. ANPI, COMUNI, ASSOCIAZIONI, TUTTI INSIEME A DIFENDERE LA CARTA DEL ’48
0 Flares 0 Flares ×

PRESENTI TRA GLIA LTRI, SMURAGLIA, VELTRONI, ASOR ROSA, FLICK…

MONTICCHIELLO  – Si discute molto in queste ore, sui social di Costituzione, prerogarive del Presidente della Repubblica, democrazia violata ecc. La vicenda Mattarella-Savona, con la caduta del governo in pectore Lega-5 Stelle, prima ancora che potesse insediarsi sta scaldando il dibattito politico. E di fatto apre una campagna elettorale che sarà lunga e rovente, anche perché si svolgerà in piena estate… I 5 Stelle invitano a protestare contro Mattarella, di cui chiedono l’impeachment, il 2 giugno, festa della Repubblica, esponendo il tricolore alle finestre. Il Pd chiama la gente in Piazza il giorno prima per difendere invece il presidente e la Costituzione che solo un anno e mezzo fa voleva cambiare… 

In questo clima a Monticchiello, luogo simbolo dell’antifascismo e della “cultura militante” – per una storica battaglia tra le gente del posto e un manipolo di fascisti nel ’44 e per il Teatro Povero – dal 1° al 3 giugno di terrà la Prima Festa della Costituzione, in occasione del 70° anniversario dall’entrata in vigore della Carta. Trattasi di evento nazionale che vedrà ospiti figure di spicco come  il Presidente emerito dell’Anpi Carlo Smuraglia, Silvia Calamandrei, figlia ddel partigiano Franco Calamandrei e nipote di Piero, autore del famoso discorso sulla Costituzione…poi iWalter Vetroni, Alberto Asor Rosa, storico della letteratura noto per aver sollevato nel 2006 – per la verità dopo che lo aveva già fatto Primapagina – la questione della famigerata lottizzazione “Aia del Popolo” proprio a Monticchiello, facendola diventare un caso nazionale, infine l’ex ministro Giovanni Maria Flick ed Emanuele Fiano, duputato Pd, autore del DL che vieta la vendita e l’esposizione di gadget e memorabilia di chiaro stampo fascista…

L’evento è organizzato da Anpi Valdichiana e dai circoli del territorio dell’associzione

 Tra gli ospiti Giovanni Maria FlickCarlo SmuragliaSilvia CalamandreiWalter Veltroni,Alberto Asor Rosa, Emanuele Fiano e i vertici nazionali di ARCI e Libera. Tra gli artisti: Max Collini e il pianista Giovanni Guidi.  Un evento a cura dei circoli ANPI del territorio con la collaborazione del Teatro Povero e altri sodalizi.

Il programma della tre giorni prevede  incontri e dibattiti, concerti, spettacoli teatrali, cinema; il tutto reso possibile dalla sinergia con le istituzioni, le amministrazioni e tanta parte della società civile del territorio. Nei giorni della festa sarà poi possibile mangiare alla Taverna di Bronzone del Teatro Povero di Monticchiello, uno dei partner organizzativi dell’evento, aperta per l’occasione sia a pranzo che a cena.              

Tra gli eventi più attesi, i due dibattiti in piazza nel pomeriggio del sabato e della domenica: nel primo saranno Giovanni Maria Flick, Alberto Asor Rosa e Silvia Calamandrei a discutere sul tema “le parole della Costituzione, coordinati da Pietro Clemente; nel secondo, dedicato al  “il futuro della memoria”, parteciperanno Carlo Smuraglia (Presidente emerito ANPI nazionale), Francesca Chiavacci (Presidente Nazionale ARCI), Giuseppe Teri (Vice-Presidente Nazionale dell’Associazione antimafia Antonino Caponnetto), coordinati da Daniele Biacchessi, presidente di Arci Ponti di Memoria, l’associazione che tra i partnerorganizzativi ha contribuito di più alla definizione del programma.  Nella serata di sabato verrà proiettato anche il film di Walter Veltroni, Tutto davanti a questi occhi, cui seguirà un dibattito alla presenza dell’autore e di Piero Terracina, sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz, coordinato da Lamberto Piperno della Comunità Ebraica di Siena.

Tra gli appuntamenti della mattina,  si è scelto di concentrarsi sul tema dell’antifascismo: il sabato con Neofascimo, la galassia nera”, cui prenderanno parte Saverio Ferrari (Osservatorio democratico nuove destre), l’avvocato Marco Sommariva, Giovanni Baldini (che ha curato per la rivista dell’ANPI la ricerca sul tema “la galassia nera”); la domenica mattina sarà invece dedicata al tema “la Repubblica si difende: azioni e delibere antifasciste dei Comuni e delle istituzioni”, con Emanuele Fiano (relatore del DDL contro l’apologia del fascismo), Matteo Biffoni dell’ANCI Toscana, Paolo Limonta e Fabrizio Cracolici che racconteranno esperienze lombarde, sotto il coordinamento di Silvia Folchi, presidente provinciale dell’ANPI Siena. A seguire anche la presentazione di un progetto rivolto ad associazioni, forze sociali, istituzioni e amministrazioni pubbliche per un laboratorio che punti a una carta dei valori e delle buone pratiche antifasciste e resistenti: la Carta di Monticchiello.       

Numerosi anche gli eventi artistici, tra cui si segnalano gli spettacoli di apertura di Daniele Biacchessi con “Orazione civile per la Costituzione; e  di Max Collini, già autore dei testi eperformer del gruppo Offlaga Disco Pax, impegnato il venerdì sera nel recital Dagli Appennini alle Ande. Il sabato invece sarà Tiziana Di Masi a portare in scena uno spettacolo di teatro civile dal titolo Le buone pratiche della Costituzione: #IOSIAMO. Concerto di chiusura, infine, dedicato al jazz, con ospiti di caratura nazionale: il pianista Giovanni Guidi e il trombettista Mirco Rubegni, in “La libertà è come l’aria. Nel corso dei tre giorni saranno presentati anche libri, tra cui quello su “Antifascismo e non violenza” dell’autrice Laura Tussi e “Giovanni Pesce” di Fabrizio Cracolici.

L’iniziativa è senza dubbio rilevante, e le iniziative a difesa della Costituzione e del principi dell’Antifascismo non sono mai troppe o fuori luogo. Monticchiello, poi ha tutte le carte in regola per ospitare un evento del genere. E’ altresì importante che la tre giorni in Valdorcia sia sostenuta dall’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, dal Comune di Pienza e Castiglion d’Orcia, dalla Provincia di Siena e da Associazioni come Libera, Arci e Cgil…

Se mai, visto il clima che si è creato dopo la vicenda Mattarella-Governo Lega/5 Stelle, gli organizzatori dovranno stare attenti, molto attenti a non trasformare la manifestazione in una iniziativa di propaganda spicciola e a buon mercato per una delle parti in causa contro le altre. La presenza predominante di esponenti Pd (o vicini al Pd), alcuni dei quali tra l’altro oggetto anche recentemente di contestazioni da parte dell’Anpi stessa, può far scivolare la cosa verso una deriva del genere. Ma la Festa della Costituzione a Monticchiello può anche diventare, al contrario,  un’occasione di confronto e riflessione seria e utile. Basterà evitare il tifo da stadio e rispolverare la politica …

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...