LARS ROCK FEST 2018: DAL CANADA ARRIVANO I JAPANDROIDS

venerdì 13th, aprile 2018 / 11:00
LARS ROCK FEST 2018: DAL CANADA ARRIVANO I JAPANDROIDS
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Il Lars Rock Fest guarda ancora al Canada. Dopo i Suuns e Austra delle scorse edizioni quest’anno arriveranno i Japandroids. Il “power duo” che viene dal freddo suonerà sul palco dei giardini pubblici di Chiusi scalo domenica 8 luglio. E’ il secondo “colpo” del direttore artistico Sambucari e dello staff del Lars, dopo i già annunciati Protomartyr, che arriveranno dagli Usa e si esibiranno il giorno precedente.

Il festival chiusino continua insomma a proporre musica che non è facile ascoltare in Italia e band interessanti che i magazines specializzati definiscono tra le migliori sulla piazza, nel panorama internazionale. I Japandroids per esempio erano sulla copertina di “Rumore” nel febbraio 2017, che all’interno definiva i due componenti della band come “autori di un album sensazionale, uno dei migliori dischi rock in senso stretto (e allargato) dell’ultimo decennio: capaci di affascinare appassionati dell’hard come del punk”.

E anche il genere punk e post punk e il rock di nuova generazione sembrano ormai essere il marchio di fabbrica del Lars Rock Fest, che acquisisce così una sua cifra di originalità e di qualità particolare rispetto a tanti festival spesso troppo uguali l’una all’altro.

In un’intervista i Japandroids ricordano molto positivamente una precedente esperienza italiana: “È da tanto tempo che non suoniamo in Italia e siamo molto contenti di poter tornare ancora in quella parte del mondo. Siamo sempre stati molto bene quando abbiamo suonato in Italia”. A proposito del live parlano di uno show diverso, “sempre più variato. Questo nuovo disco ha una varietà più ampia di tempi e umori e siamo anche interessati a trasportarli in una certa misura anche nel nostro vecchio materiale. Così ora nel nostro set ci sono momenti più tranquilli e contemplativi e probabilmente ciò rende i momenti rumorosi più grandi ed energici”. L’ultimo album uscito nel 2017 dopo una pausa di riflessione di 3 anni, si intitola“Near To The Wild Heart Of Life” e prende spunto da una frase di James Joice.  La rivista Rolling Stones l’ha definito “un gran bel disco”, ed è un inno al rock. Come i due album precedenti anche questo è fatto di 8 brani. E non a caso, ma perché – hanno detto gli autori- 8 è il numero delle tracce contenute nei più grandi album del rock n roll, grandi classici come; “Raw Power” degli Stooges, “Born To Run” di Bruce Springsteen, “Marquee Moon” dei Television, “IV” dei Led Zeppelin, “Horses” di Patti Smith, “Paranoid” dei Black Sabbath, “Remain In Light” dei Talking Heads, o “Master Of Puppets” dei Metallica, etc.

Non resta che confermare queste aspettative e attendere l’8 luglio per vederli in azione e ascoltarli sul palco del Lars.

Naturalmente anche quest’anno ad affiancare la parte musicale del festival ci saranno gli Eventi Collaterali per coinvolgere più forme d’arte, un mercatino con oggetti vintage e handmade e la parte enogastronomica, con il ristorante vicino alla tradizione locale, il pub e un’ampia varietà di birre. In attesa di conoscere la line up completa del festival, intanto segnatevi le date: 6-7-8 luglio, giardini pubblici di Chiusi Scalo.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, ,
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...