CHIUSI: VENERDI’ 19 ASSEMBLEA PUBBLICA SUL PROGETTO ACEA PRESSO L’EX CENTRO CARNI: NASCE UN COMITATO?

mercoledì 17th, gennaio 2018 / 15:22
CHIUSI: VENERDI’ 19 ASSEMBLEA PUBBLICA SUL PROGETTO ACEA PRESSO L’EX CENTRO CARNI: NASCE UN COMITATO?
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Si torna a parlare del “progetto Acea” per la realizzazione di un impianto per il trattamento dei fanghi reflui nell’area dell’ex Centro Carni a Chiusi. In attesa che Comune e Acea formalizzino e concludano l’iter per l’acquisizione dell’area e  che Acea Ambiente rilevi anche il depuratore già presente in loco e gestito da Bioecologia Srl, venerdì 19 gennaio, presso la sala Eden di Chiusi Scalo si terrà un’assemblea pubblica, convocata per costituire un apposito comitato. Lo scopo dichiarato da uno dei promotori – Paolo Sattoni, su Chiusiblog – è quello di acquisire e raccogliere le maggiori informazioni possibili sulla questione. “Non si tratta quindi di un comitato “contro”, quanto piuttosto di un soggetto capace di poter rispondere alle molte domande che oggi si pongono”, scrive Scattoni, che a tal proposito ne elenca 4:

1) Quale impatto avrebbe sull’ambiente ed eventualmente sulla salute dei cittadini un impianto del genere?

2) Un impianto basato sullo stesso brevetto è funzionante in Spagna in forma SPERIMENTALE. Perché allora proprio da noi?

3) Un impianto basato sullo stesso brevetto (anche se proposta da società diversa) è stato proposto per il comune di Capannori e rifiutato. Quali sono le motivazioni del rifiuto? Anche altri comuni come  Altopascio e Piombino avrebbero ricevuto e rifiutato la stessa proposta.

4) Perché con delibera del Consiglio Comunale del 4 dicembre è stato immediatamente riscosso e prima della formalizzazione definitiva della gara per la cessione dei terreni dell’ex centro carni, un consistente anticipo sulla cifra di oltre due milioni per inserirlo nel bilancio del 2017? Non è che il Comune stia anticipando i tempi per difficoltà di bilancio sino ad ora negate? Non è che il Comune attraverso questa operazione si autocondizioni sulle future autorizzazioni in relazione alle autorizzazioni necessaria sia dal punto di vista ambientale che urbanistico?

Scattoni precisa anche che “l’iniziativa non ha alcuna affiliazione partitica o di gruppi precostituiti e può dunque essere utile in questo particolare momento. Ma esprime solo un impegno a ricercare e a rendere SEMPRE PUBBLICHE le informazioni raccolte”. Scattoni, tra l’altro, è iscritto al Pd. Quindi, politicamente è, almeno formalmente, più vicino alla maggioranza che alle opposizioni.

Alcune risposte, per la verità, sono emerse nel dibattito consiliare del 21 dicembre scorso. Quanto ai progetti similari presentati e rifiutati da altri comuni, bisognerebbe vedere se in quei comuni l’intervento era stato proposto in un’area industriale dismessa e inquinata e da bonificare e riqualificare comunque, come quella del Centro Carni di Chiusi, se in quei siti c’era già un depuratore funzionante, obsoleto e problematico come quello di Bioecologia ecc. Magari il 19 qualcuno ce lo dirà…

In ogni caso, su questioni di questo genere, la discussione non è mai troppa. Ben vengano dunque tutte le iniziative che tendano a dare o raccogliere informazioni utili alla cittadinanza e a creare confronto.

Tra i primi a confermare la presenza il Comitato NO BIOMASSE di Fabro, che sui social ha rilanciato l’evento come occasione “per l’eventuale costituzione di un comitato sul prospettato impianto di carbonizzazione alle Biffe”.  Ad occhio e croce il comitato fabrese – a differenza di Scattoni – sembra contrario a prescindere, senza se e senza ma. Come per l’impianto a biomasse di San Donnino nel comune di Città della Pieve. Loro verranno, ma per dire no, non solo per raccogliere dati e notizie. Vedremo se ci sarà anche il Comitato di Città della Pieve, più direttamente interessato dato che l’area del Centro carni è contigua con la zona produttiva Cardete che è in terra pievese.

Per quanto riguarda le presenze politiche, le opposizioni chiusine (podemos e 5 Stelle) parteciperanno, mentre è in dubbio la partecipazione della giunta e della maggioranza. Il sindaco Bettollini ritiene di aver dato tutte le informazioni fin qui disponibili, senza reticenze o sotterfugi e che poco ci sia da aggiungere in questo momento, ma probabilmente qualcuno ci sarà. E sarebbe giusto ci fosse.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...