TAVERNELLE: PRESO CON LE MANI NEL CASSETTO IL DIABOLIK DELLA VALNESTORE

giovedì 21st, dicembre 2017 / 12:48
TAVERNELLE: PRESO CON LE MANI NEL CASSETTO IL DIABOLIK DELLA VALNESTORE
0 Flares 0 Flares ×

TAVERNELLE – Preso con le mani nel sacco, anzi – ad essere pignoli – con le mani nel cassetto. Uno scassinatore seriale, noto da tempo alle forze dell’ordine,è stato colto sul fatto e arrestato ieri intorno alle 13,30, dai carabinieri di Tavernelle, guidati dal maresciallo Pelliccia.

Si tratta di un cinquantenne, abitante della piccola frazione Oro di Piegaro, ex artigiano muratore, che però da tempo ormai non esercitava più la professione: si era riconvertito. Evidentemente trovava questa nuova occupazione, assai più redditizia. La storia ha inizio nel mese di novembre, quando durante una pausa pranzo, approfittando della chiusura degli uffici della ditta Olivi Gas, il ladro mise a segno un primo colpo. Dal cassetto sparirono circa 2.000 mila euro.  Il titolare dell’azienda si attrezza e fa istallare un impianto di videosorveglianza interno. Il ladro torna a distanza precisa di 15 giorni, sul luogo del delitto, ma anche lui ha preso delle precauzioni: entra infatti con il volto coperto da un passamontagna. Bottino: 1.000 euro.

Dalle video riprese però si poté costatare che il malvivente entrava da una finestra posta al primo piano del magazzino. Un passo avanti quindi per gli uomini delle forze dell’Ordine. Ad aiutare i carabinieri, è stata anche la periodicità precisa, con la quale venivano commessi i furti. Quindi ieri i carabinieri fatti due conti e scommettendo un po’ sulla fortuna, si sono fatti chiudere all’interno dello stabile nell’ora pranzo ed hanno pazientemente aspettato l’arrivo del Diabolik della Valnestore. E la loro pazienza è stata ripagata: avevano calcolato giusto e la scommessa è stata vinta. Infatti puntuale come un orologio svizzero, passando per la solita finestra, e con il volto coperto dal solito passamontagna nero, ha puntato dritto sul cassetto, ma non appena lo ha aperto gli sono piombati addosso i militi dell’Arma che tolto immediatamente il passamontagna, non sono rimasti minimamente sorpresi. Infatti il ladro era il tipo di cui stavano sospettando e che avevano “attenzionato”. Un uomo che aveva un mestiere d’oro e lo sapeva anche fare, che però ad un certo punto ha… “deviato” cercando guadagni più facili e immediati. Ma senza troppa fantasia.

Arrestato in flagranza di reato, il novello “Diabolik” (mica tanto diabolico però a pensarci bene) è stato rinchiuso immediatamente in cella di sicurezza. Domani  il processo per direttissima presso il Tribunale di Perugia.

Renato Casaioli

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...