CHIUSI, DUE BUONE NOTIZIE: BANDO PER LA GESTIONE DELLA FORESTERIA E 2 AREE PER FAR SGAMBARE I CANI…

giovedì 07th, dicembre 2017 / 16:13
CHIUSI, DUE BUONE NOTIZIE: BANDO PER LA GESTIONE DELLA FORESTERIA E 2 AREE PER FAR SGAMBARE I CANI…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – La “Foresteria” di via Arunte, gestita sostanzialmente come un ostello low cost da una cooperativa, ma da qualche mese in gestione “vacante” per il mancato rinnovo della convezione con la cooperativa suddetta, può diventare qualcosa di diverso. Sempre struttura ricettiva, ma con caratteristiche differenti. Il Comune ha infatti emesso un bando, con scadenza 8 gennaio 2018, per la locazione dell’immobile, fermo restando l’utilizzo a fini ricettivi e turistici, per la durata di 9 anni. Insomma si cerca un gestore che abbia voglia di far crescere tale attività investendo nel medio periodo.

Un “albergo” a basso costo nel cuore del centro storico può rappresentare una scommessa, puntando ad un turismo di qualità, ma non d’elite. Giovani, studiosi, turisti amanti dei viaggi “slow”… Non conosciamo i motivi della “rottura” con la cooperativa che ha curato la gestione precedente, ma – al punto in cui si è arrivati – è già importante che il Comune non abbia tirato i remi in barca e non abbia deciso di abbandonare la struttura e destinarla ad altri scopi. Dopo gli ultimi mesi segnati da una gestione approssimativa e, appunto, “vacante” con supplenza degli uffici comunali direttamente, non era scontato. Il rischio chiusura definitiva era dietro l’angolo. Vedremo se si presenterà qualcuno.  Ci auguriamo di sì. 

Dopo questa, c’è anche un’altra buona notizia arrivata dall’ultima seduta  del Consiglio Comunale. L’Amministrazione ha deciso di realizzare due apposite aree, una a Chiusi città e una a Chiusi Scalo, per far “sgambare” i cani. La questione può sembrare secondaria, ma, visto il numero di persone e famiglie che hanno un cane, secondaria non è. Perché attualmente i cani, grandi e piccoli, “sgambano” nei parchi pubblici, nella aiole e nei marciapiedi dei centri abitati, lasciando spesso sul posto i propri escrementi. Ovviamente la colpa non è dei cani, che tra l’altro non sanno leggere i cartelli, ma di “padroncini” distratti, poco attenti al “bene pubblico”.

Quindi ben vengano le due aree attrezzate allo scopo. I cani avranno spazi a disposizione per scorrazzare e scacazzare, e i proprietari non più scuse sulle cacche lasciate qua e là… Le aiole, finalmente libere, ringrazieranno sentitamente…

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...