BERLUSCONI E IL SUO PIANISTA A GIUDIZIO A SIENA: IL SARTEANESE MARIANI FU PAGATO DAL CAVALIERE PER TESTIMONIARE A SUO FAVORE?

venerdì 01st, dicembre 2017 / 11:07
BERLUSCONI E IL SUO PIANISTA A GIUDIZIO A SIENA: IL SARTEANESE MARIANI FU PAGATO DAL CAVALIERE PER TESTIMONIARE A SUO FAVORE?
0 Flares 0 Flares ×

SIENA –  Mentre dagli schermi delle tv si prepara al grande ritorno e a vincere di nuovo le elezioni (e questo la dice lunga su come sia ridotto questo paese, come se l’esperienza dei suoi governi non avesse insegnato niente), Silvio Berlusconi deve fronteggiare un nuovo capitolo della sua lunga storia giudiziaria. Stavolta a Siena. Il Cavaliere è stato infatti rinviato a giudizio, dal Tribunale di Siena, con l’accusa di corruzione in atti giudiziari, relativamente all’inchiesta Ruby Ter. Ma perché proprio a Siena? Per competenza territoriale. Cioè per il fatto che in provincia di Siena sarebbe avvenuto il reato contestato. Silvio Berlusconi, secondo l’accusa, avrebbe corrotto, con pagamento di denaro, il suo pianista di fiducia per le seratine eleganti di Arcore, Danilo Mariani per indurlo a falsa testimonianza sul caso delle ‘olgettine’.
Naturalmente anche Mariani è stato rinviato a giudizio, per falsa testimonianza.  Mariani riceveva da Berlusconi dei bonifici mensili di 3.000 euro, come rimborso spesa per le sue prestazioni musicali, ma secondo l’accusa, che si basa su alcune intercettazioni telefoniche, quei soldi erano in realtà invece dei pagamenti per comprare la testimonianza del pianista che è residente a Sarteano. Da qui la competenza territoriale del Tribunale di Siena. Berlusconi acquistò, tramite una sua immobiliare, anche la casa sarteanese di Mariani, per aiutarlo tirar su un po’ di soldi, nel 2012, periodo dello scandalo “olgettine” e della testimonianza di Mariani a Milano. 

Come si ricorderà Danilo Mariani, marito della consigliera comunale sarteanese Simonetta Losi,  è stato il candidato a sindaco di una lista di centro destra alle recentissime elezioni amministrative comunali di  Sarteano che hanno riconfermato Francesco Landi come primo cittadino. A Mariani non andò benissimo, prese 228 voti, pari al 9,9%. Singolare la circostanza che anche un’altra lista, quella civica di Ugo Pansolli prese esattamente lo stesso numero di voti. Il sorteggio tra le due assegnò il secondo consigliere alla lista Mariani. In consiglio è entrato quindi Gino Arnaldi, noto per il suo passato nel Msi negli anni ’70-80.

Ora il pianista amico e intrattenitore del Cavaliere, da cui è stato fortemente beneficiato, deve rispondere ai giudici. Ha testimoniato il falso per salvare il capo, su ciò che avveniva nelle cene eleganti di Arcore? Berlusconi, tramite i suo legali ha provato a sollevare eccezioni sulla competenza territoriale di Siena e sulla utilizzabilità di alcune intercettazioni (come dire “non sparate sul pianista, che è solo un amico e bravo musicista”), ma i giudici hanno risposto picche. L’udienza è fissata per il 1° di febbraio. Avrà ripercussioni anche a Sarteano? 

Di certo il fatto che si torni a parlare delle olgettine (e lì c’è di tutto, dallo sfruttamento della prostituzione, alla corruzione, al rischio di spionaggio..) e della disinvoltura del Cavaliere nel manovrare i suoi vassalli, valvassini e valvassori per tirarsi fuori dagli impicci giudiziari (che sono infiniti), fa venire i brividi al pensiero che un personaggio del genere, dopo tutto quello che ha combinato, possa ancora vincere le elezioni e governare l’Italia. Ipotesi peraltro per nulla peregrina, vista la nuova legge elettorale che sembra fatta apposta per neutralizzare i grillini e far perdere il Pd. Un vero e proprio suicidio politico quelle di Renzi & C. che al nord e al sud rischiano di non prendere nemmeno un collegio uninominale… La destra non fa tante congetture e ha il pelo nello stomaco, digerisce di tutto e pur di vincere non si fa problemi ad allearsi. A unire le forze pur in presenza di posizioni diverse e distanti. A Sarteano alle elezioni della primavera scorsa Landi (Pd) ha stravinto anche perché la destra si è presentata divisa in 2 tronconi più un terzo “anomalo”: Mariani, Pansolli e Andreini. A livello nazionale è Renzi però che rischia di fare la fine che a Sarteano ha fatto Mariani. Il pianista di piano bar…

m.l.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...