MONTEPULCIANO, ANCHE IL FAI DELLA TOSCANA CONTRO IL MEGAPOSTEGGIO AL BERSAGLIO

martedì 24th, ottobre 2017 / 16:12
MONTEPULCIANO, ANCHE IL FAI DELLA TOSCANA CONTRO IL MEGAPOSTEGGIO AL BERSAGLIO
0 Flares 0 Flares ×

MONTEPULCIANO – E’ dal mese di luglio che la lettera è arrivata sulla scrivania del sindaco di Montepulciano. Il quale però non ne ha dato notizia. Come fosse un fatto privato. Ci ha pensato Piero Cappelli, presidente del Comitato che si batte contro il mega-posteggio al Bersaglio a renderla nota. Si tratta di una lettera inviata appunto al sindaco di Montepulciano dalla presidente del Fai della Toscana. E riguarda proprio il citato megaposteggio. La prestigiosa associazione ambientalista esprime “forti perplessità” sul progetto in questione e anche sul posteggio previsto in zona Collazzi. 

Naturalmente Piero Cappelli (FOTO A SINISTRA) e il comitato stigmatizzano il comportamento del sindaco, accusato di aver tenuto nascosta questa “bocciatura” di cui invece i cittadini avrebbero dovuto avere informazione.  Ecco, di seguito, il testo della lettera della presidente del Fai Toscana, Sibilla Della Gherardesca (FOTO A DESTRA) ad Andrea Rossi, inviata peraltro alla Pec (posta elettronica certigìficata) del Comune, quindi del tutto ufficiale e non confidenziale. La data è 21 luglio 2017:

 
Gent.mo Signor Sindaco,

attraverso le segnalazioni di alcuni Comitati locali e cittadini siamo venuti a conoscenza dell’intenzione di realizzare un parcheggio pubblico interrato – in struttura – nel Centro Storico di Montepulciano ed in particolare nella zona denominata “il Bersaglio”.

Con la presente le esprimiamo le nostre forti perplessità in merito a questo intervento, sia in relazione all’effettiva utilità di una struttura aggiuntiva ai parcheggi esistenti, ci riferiamo in particolare al parcheggio sterrato di “Collazzi” di recente realizzazione, sia soprattutto in merito alla particolare sensibilità dell’area scelta per ragioni di natura paesaggistica ed ambientale, nonché di stabilità del versante.

Le indicazioni delle Strategie e delle Politiche Integrate di Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP 2010 – elaborato STR2) assegnano, in modo chiaro e inequivocabile, a questi luoghi ed alle aree circostanti, segni e valenze di tipo storico architettonico e culturale che devono essere preservati, e chiedono che vengano garantite all’interno della pianificazione locale:

– la continuità, identità e riconoscibilità culturale e tutela dell’immagine architettonica e urbana, (13.9 Relazione PTCP);

– la tutela dei varchi e la necessità di considerare la visualità e la panoramicità quale prestazione paesaggistica da considerare nel progetto dei luoghi in ogni intervento sul territorio. (13.11 Relazione PTCP);

– l’inedificabilità delle aree di pertinenza dei Beni storico-architettonici – trovandoci nell’ambito tra la Porta delle Farine e la Chiesa di Santa Maria dei Servi – con necessità di redigere di concerto con la Provincia attenti studi specifici nel caso di interventi altrimenti vietati. (13.14 Relazione PTCP);

Sul piano locale, anche gli Strumenti Urbanistici vigenti rimandano ad indicazioni di adeguamento alla disciplina sovralocale, come indicato nel Titolo VII Sistemi e Invarianti del Piano Strutturale che, per il perimetro del Centro Storico indica specificatamente nell’art. 32:

“…Il Regolamento Urbanistico dovrà prevedere una specifica disciplina che… favorisca:
– la conservazione dei caratteri del tessuto storico e la valorizzazione delle qualità estetiche e materiche dell’edilizia storica;

– modi d’intervento e insediamento di funzioni coerenti con la classificazione di valore architettonico, culturale e documentario degli edifici e adeguate all’identità e al ruolo svolto dal centro storico di Montepulciano;

– il ripristino e il miglioramento della qualità ambientale e dei valori urbani e architettonici peculiari e alla valorizzazione degli spazi aperti attraverso uno specifico progetto di suolo;

– la salvaguardia del contesto urbano limitando la percorribilità carrabile e la sosta e incrementando il sistema dei parcheggi al di fuori del centro storico.”

Previsioni chiare, che limitano e disciplinano alcuni interventi ed in particolare i parcheggi di nuova previsione.

Inoltre l’intera area del Bersaglio è censita nelle Zone di Salvaguardia Paesaggistica ai sensi dell’art. 136 del D.lgs 42/2004 e nelle Zone a Pericolosità Sismica in quanto potenzialmente franose.

La ricerca di soluzioni più sostenibili sull’accessibilità alle aree sensibili del centro storico, come ribadito nel Piano Strutturale, non dovrebbe produrre interventi che rischino di danneggiare o stravolgere ambiti urbani consolidati da secoli e con elevati valori storico-culturali e ambientali. Al contrario la stessa ricerca di soluzioni più sostenibili dovrebbe approfondire nuove forme di mobilità, basate ad esempio sul binomio parcheggi di corrispondenza/navette, in modo da mantenere alti i livelli di qualità paesaggistica del centro e allo stesso tempo migliorarne la fruizione riducendo il numero di autovetture circolanti.

Auspichiamo dunque che le suddette scelte, opportunamente condivise, prevedano interventi sostenibili e rispettosi degli elevati valori territoriali che connotano il territorio di Montepulciano, adeguando le dotazioni infrastrutturali ove necessario, prediligendo l’utilizzo di aree di fatto già disponibili in prossimità della parte alta della città, con le opportune schermature e senza prevedere sbancamenti, così da produrre impatti sostanzialmente minori sulla qualità dei luoghi.

Ribadendo dunque le criticità e i dubbi verso la soluzione prevista per il Parcheggio sull’area del Bersaglio, con la presente ci rendiamo fin d’ora disponibili ad un costruttivo confronto e Le chiediamo, prima di procedere con l’adozione di nuovi atti di programmazione e/o di nuove previsioni, che la proposta progettuale sia rivalutata in fase preliminare insieme ai portatori di interesse locali e sovralocali e che si preveda una valutazione degli impatti paesistici e ambientali al fine di pesare diversi interessi e soluzioni progettuali alternative.

Colgo l’occasione per porgerLe molti cordiali saluti.

Sibilla della Gherardesca
Presidente Regionale FAI Toscana

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...