PRESTO UNA FICTION-COLOSSAL SUI ‘MACCHIAIOLI’. SARA’ GIRATA ANCHE IN VALDORCIA

giovedì 28th, settembre 2017 / 12:43
PRESTO UNA FICTION-COLOSSAL SUI ‘MACCHIAIOLI’. SARA’ GIRATA ANCHE IN VALDORCIA
0 Flares 0 Flares ×

FIRENZE –  Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Telemaco Signorini, Odoardo Borrani… Così, di primo acchitto non sono ricordati come dei grandissimi dell’arte e della pittura italiana. Anche nei licei te li fanno studiare en passant. Ma non si tratta di pittori minori, di artisti per caso. E non sono neanche dei semplici “paesaggisti” appasionati del verismo. Il movimento dei Macchiaioli, così si definirono, costituisce in realtà il movimento artistico italiano più impegnato e costruttivo dell’800, tendente a rompere e superare l’inerzia formale delle Accademie e a trasferire nell’arte, sulle tele, il clima e i fermenti ideologici del Risorgimento nazionale. Erano per lo più toscani, si ritrovavano al Caffè Michelangiolo di Firenze, dove discutevano animatamente sulle nuove tecniche pittoriche, ma anche di letteratura e di politica. Alcuni di loro parteciparono alle campagne garibaldine. Ma la scuola dei Macchiaioli non è stato un movimento regionale. E come Verga e Capuana nella letteratura, i Macchiaioli portarono il verismo alla massima espressione nella pittura: “Il verismo porta lo studio accurato della Società presente, il verismo mostra le piaghe da cui è afflitta, il verismo manderà alla posterità i nostri costumi e le nostre abitudini » scrisse Giovanni Fattori.

Ecco, ai Macchiaioli, finora un po’ bistrattati o non considerati per il valore che hanno avuto, verrà dedicata una fiction tv. Una grande coproduzione internazionale targata Disney, con un cast stellare: Tim Roth, Gerard Depardieu, Ornella Muti e forse addirittura Robert De Niro. Le riprese inizieranno nel 2018 e interesseranno principalmente la Toscana: Firenze, Livorno e anche la Val d’Orcia, un territorio che ancora oggi richiama i dipinti di Fattori, Signorini e compagni e che sempre più spesso viene scelta come set televisivo e cinematografico anche da registi e produttori d’oltreoceano.

Dopo quella sui Medici, con Dustin Hoffman, girata in buona parte a Montepulciano e San Quirico d’Orcia, arriva dunque una nuova serie-colossal, per rendere omaggio ad una corrente artistica, a personaggi che nel loro tempo furono una sorta di rockstar, di quelle capaci di stravolgere con accordi graffianti e tocchi innovativi e dissacranti la scena del momento… Non a caso furono la culla di formazione di Modigliani… 

Loro, i Macchiaioli, teorizzavano infatti che la visione delle forme fosse creata dalla luce data dalle macchie di colore distinte, accostate, sovrapposte ad altre macchie di colore, il che stravolgeva – come dicevamo all’inizio –  le teorie in voga nelle accademie. Non solo:  nei loro dipinti i macchiaioli portano alla ribalta soldati e carabinieri impolverati e stanchi e non in pose marziali, butteri e contadini al lavoro o nel momento del riposo dopo le fatiche. Non è realismo socialista, perché il socialismo doveva ancora muovere i primi passi, ma c’è innegabilmente in quei dipinti una attenzione alle classi subalterne, agli ultimi, alla “plebe sempre all’opra china”… 

La fiction sui Medici scenograficamente eccellente e d’effetto, dal punto di vista storiografico ha lasciato un po’ a desiderare. E’ apparsa la solita americanata. Speriamo che sui Macchiaioli vada un po’ meglio. In ogni caso sia l’una che l’altra per il territorio sono un bello spot.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...