CHIUSI, ATTI VANDALICI E DANNEGGIAMENTI: RIUNITO STAMATTINA IL TAVOLO PROVINCIALE SULLA SICUREZZA URBANA. IL SINDACO BETTOLLINI: “PIU’ CONTROLLO, SI FA SUL SERIO!”

giovedì 03rd, agosto 2017 / 17:19
CHIUSI, ATTI VANDALICI E DANNEGGIAMENTI: RIUNITO STAMATTINA IL TAVOLO PROVINCIALE SULLA SICUREZZA URBANA. IL SINDACO BETTOLLINI: “PIU’ CONTROLLO, SI FA SUL SERIO!”
0 Flares 0 Flares ×

SIENA – Su richiesta di convocazione da parte del sindaco di Chiusi Bettollini si è riunito stamattina in Prefettura a Siena il “Tavolo Provinciale sulla sicurezza urbana”. Per la verità il tavolo si riunisce di norma tutti i giovedì, ma la richiesta del sindaco chiusino è stata determinata dalla serie, piuttosto lunga, di atti vandalici a danno di parchi e giardini pubblici e anche di immobili privati, verificatasi a Chiusi nelle ultime settimane. Danni al parco dei Forti, ai giardini pubblici di Chiusi Scalo, a Poggio Gallina, al Cimitero e all’interno del podere della famiglia Brignoli in località Il Colle.

Al termine della riunione del Tavolo, abbiamo rivolto qualche domanda al sindaco Bettollini.

Sono emerse connessioni tra i vari episodi a danno di parchi, giardini e strutture pubbliche e tra questi e l’azione devastante compiuta a danno della proprità Brignoli?

Non ho elementi oggettivi per affermarlo con esattezza, ma credo che sia molto probabile. Ho avuto modo di visionare le foto sui danni provocati all’immobile privato che citi e mi sembrano esserci similitudini con quelli effettuati al patrimonio pubblico, ma questo è un mio pensiero.

Dalla riunione di questa mattina sono emerse novità sul fronte delle indagini? A che punto siamo?

Le indagini le stanno effettuando i Carabinieri, non so dirti con esattezza ulteriori particolari rispetto a quello che conosciamo. Dopo l’ultimo atto compiuto al parco due Forti, ho però chiesto la convocazione del tavolo provinciale per la sicurezza urbana, che si è tenuto proprio stamani. A questo proposito vorrei ringraziare  il Sig. Prefetto e tutti gli intervenuti, che hanno risposto immediatamente alla mia richiesta di lunedì scorso. Nel momento della necessità, è veramente importante poter contare sulla velocità di risposta delle istituzioni sovracomunali. C’è stata condivisione del problema.

Il Tavolo ha previsto interventi e di che tipo?

Il prefetto ha disposto un’azione sinergica di tutte le forze dell’ordine: carabinieri, polizia di stato, polizia provinciale, guardia di finanza, polizia municipale etc… Tutti insieme per risolvere il problema ed assicurare alla giustizia i responsabili dei danneggiamenti. Domani mattina sarà tenuta una riunione operativa dove sarà stabilito un piano di azione che in particolare preveda servizi specifici nelle ore notturne e nelle ore dove c’è meno controllo oltre ad azioni particolari che riterranno più opportuno intraprendere. La polizia municipale, verso la quale ripongo estrema fiducia, fornirà elementi utili per individuare le zone più sensibili e offrirà la massima collaborazione. Insomma si fa sul serio.

Ci sono analogie tra gli episodi di Chiusi e altri avvenuti in altri comuni?

Questo non lo abbiamo discusso, ma invece abbiamo voluto condividere il fatto che in questo caso, la collaborazione con i cittadini è determinante. Chiedo due cose: la prima è quella che chiunque noti qualcosa, senta qualcosa o veda un atteggiamento strano o colga qualcuno nell’atto di compiere un danno, non corra a fare la foto per postarla su fb (che pare diventata una moda), ma usiamo il telefonino per avvertire subito le forze dell’ordine (la segnalazione non sarà mai utilizzata in nessun procedimento, ma potrebbe risultare utilissima). Adesso che ci sarà un concentramento specifico sulla nostra città, ogni particolare segnalato in tempo utile, può aiutare gli agenti a compiere bene il loro lavoro. La seconda: parliamo tutti in casa con i nostri figli: parliamogli di più e soprattutto facciamolo su questo tema; se sanno qualcosa lo dicano a noi genitori prima che arrivino gli agenti. Adesso non si torna più indietro. Auguro buon lavoro a tutti gli agenti che si impegneranno nel nostro Comune.

Finora solo primapagina ha trattato l’argomento con vari articoli. Non è strano il silenzio mediatico su una questione che appare comunque grave e preoccupante dal punto di vista sociale?

A volte gli inquirenti hanno bisogno del silenzio per concentrare meglio i loro sforzi. Diciamo però che l’informazione è necessaria anche in questi casi. Poi è giusto che i cittadini siano al corrente dei fatti che riguardano la città. Tu poi hai un vantaggio rispetto agli altri: sei di Chiusi.

Come si può notare è un Bettollini piuttosto diplomatico e abbastanza abbottonato (cosa comprensibile essendoci indagini in corso), ma determinato a non lasciar cadere l’argomento. E il fatto che abbia convocato il tavolo provinciale e che si profilino interventi mirati delle varie forze dell’ordine dimostra che l’allarme è serio e reale. E che oltre alla preoccupazione di trovare i responsabili, c’è anche voglia di capire il perché di tali atti. La noia giovanile che sfocia in devianza episodica, magari indotta da una “cultura da videogioco” può certamente essere una delle molle scatenanti, ma può anche non spiegare tutto…  E se c’è gente che si diverte a rifare Arancia Meccanica dopo 45 anni, qualche problemino c’è…

m.l.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...