CALCIO SCANDALO IN TOSCANA: AGLI ARRESTI IL PRESIDENTE DELLA SESTESE, LA SQUADRA CHE AFFOSSO’ IL CHIUSI: IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, DOCUMENTI FALSI E FRODE SPORTIVA

giovedì 20th, luglio 2017 / 11:33
CALCIO SCANDALO IN TOSCANA: AGLI ARRESTI IL PRESIDENTE DELLA SESTESE, LA SQUADRA CHE AFFOSSO’ IL CHIUSI: IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, DOCUMENTI FALSI E FRODE SPORTIVA
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Ricordate la Sestese, la squadra che nello spareggio salvezza affossò il Chiusi due mesi fa, complice anche un arbitraggio scandaloso? Si disse allora che la Sestese (Sesto Fioentino) aveva santi in paradiso e un potere contrattuale molto più forte rispetto ai biancorossi, che comunque ci misero del loro per perdere. Adesso il presidente della Sestese Filippo Giusti è finito nei guai, anzi agli arresti domicialiari,con altre persone legate al mondo del calcio. Interdizione invece per presidente del Prato. L’accusa è “immigrazione clandestina, falso documentale e favoreggiamento e frode sportiva consistita nell’aver alterato alcuni risultati calcistici”.

Dalle prime indiscrezioni ci sarebbero anche due squadre di serie A, una di serie B e una di Lega Pro coinvolte nell’indagine. Interessate dall’operazione di Polizia le province di Prato, Firenze, Rimini, Pistoia, Siena, Pisa, Perugia, Arezzo.

Gli indagati, secondo le ipotesi di reato, avrebbero compiuto atti diretti a procurare illegalmente l’ingresso nel territorio dello Stato di cittadini di origine africana, in particolare ivoriani minorenni, producendo all’Ambasciata Italiane di Abidjain, e poi all’Ufficio Immigrazione della Questura di Prato, documentazione falsa, al fine di ottenere  il rilascio dei visti di ingresso per motivi di ricongiungimmento familiare, con successivo ottenimento dei permessi di soggiorno per motivi familiari.

La finalità dell’ingresso illegale dei cittadini di origine africana minorenni sarebbe stata quella di farli giocare in squadre di calcio italiane e europee in violazione anche delle norme Fifa che ne consentono il tesseramento. Nel corso delle indagini sarebbero emersi anche interessi connessi all’alterazione dei risultati di partite di calcio.

La squadra mobile di Prato, a tal proposito, ha raccolto riscontri in merito all’alterazione di undici partite tra Lega Pro, Eccellenza e Promozione.

Oltre alle misure cautelari, carico dei due presidenti del  Prato e  della Sestese, di  un procuratore sportivoe di  una donna di origine ivoriana, sono in corso perquisizioni, anche a carico di arbitri di calcio, presidenti, segretari e direttori sportivi di altre società. Altre undici persone sono state raggiunte da informazione di garanzia sempre per la violazione delle norme e per l’alterazione dei risultati delle partite.

Se ci saranno ripercussioni sui campionati di Eccellenza e Promozione al momento non è dato sapere. Certo è che questa vicenda (con il coinvolgmento pesante del presidente della Sestese) avvalora in qualche modo i sospetti per esempio dei tifosi chiusini sul finale del campionato di Eccellenza.  Al momento non si sa quali siano le 11 partite “alterate”. E quali riguardino il campionato di Eccellenza. Non è escluso che ci sia qualcuna di quelle che fecero gridare allo scandalo per gli arbitraggi e non solo, sia nella reguilar season che nei play out.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...