SARTEANO E MONTALCINO, STRAVINCONO I CANDIDATI PD. A LIVELLO NAZIONALE FLOP DEI 5 STELLE

lunedì 12th, giugno 2017 / 12:09
SARTEANO E MONTALCINO, STRAVINCONO I CANDIDATI PD. A LIVELLO NAZIONALE FLOP DEI 5 STELLE
0 Flares 0 Flares ×

SARTEANO –  Tutto secondo copione. Il sindaco uscente Francesco Landi sarà sindaco anche per i prossimi 5 anni. La tornata amministrativa di ieri lo ha visto infatti trionfare con il 71,1% dei voti. Per la precisione Landi ha ottenuto 1.635 voti, su 3.753 aventi diritto. I tre competitors sono stati letteralmente “stracciati”. Singolare però la circostanza che due candidati abbiano ottenuto lo stesso identico numero di voti: Danilo Mariani per il centro destra e Ugo Pansolli per la lista civica’ Cambiamo ora’ hanno registrato entrambi 228 voti pari al 9,9%. L’altra lista civica capeggiata da Piero Andreini ne ha presi invece 20 di meno (208, pari al  9,04). Tra le due arrivate a pari merito, il sorteggio, previsto dalla legge in questi casi,  ha assegnanto due consiglieri alla lista di Mariani. Entra oltre al capolista anche Gino Arnaldi, il candidato più votato (40 preferenze), noto per il suo passato nelle file del Msi negli anni ’70-80.

Le tre forze di opposizione sono insomma paritarie, ma tutte insieme non fanno la metà dei consensi del candidato Pd.

Rispetto al 2012 si è registrato un calo di affluenza: 63,3% rispetto al 66,6%.  Insomma una partita senza storia, con un vincitore assoluto e tre sconfitti.

Anche a Montalcino, patria del Brunello, ha vinto il candidato del Centro sinistra: si tratta di Silvio Franceschelli, che ha ottenuto 2.017 voti pari al 74%. Il centro destra con Ubert Ciacci si è fermato a 365 voti pari al 13,4, mentre la lista civica di Angelo Cosseddu ha ottenuto 335 voti pari al 12,3%. Anche in questo caso distanza abissale tra vincitore e vinti.

E’ andata diversamente, invece, a Monticiano, l’altro comune senese in cui si è votato:  la lista di centro sinistra capeggiata da Serena Bartalucci ha perso per 15 voti. Il sindaco sarà Maurizio Colozza della lista civica “Uniti per il rinnnovamento”. Colozza ha preso 374 voti pari al 51%, Serena Bartalucci si è fermata a 359 voti e al  48,97%.

Monticiano, dopo Pienza, Colle Val d’Elsa, Chianciano e Piancastagnaio è il quinto comune della provincia perso dal Pd negli ultimi anni.  Il “rinnovamento” e la rottamazione renziana non è che abbia portato grandi risultati.

A livello nazionale la tornata amministrativa che vedeva al voto città importanti come Genova, Taranto, Palermo, Verona, Parma… il dato che emerge è quello del flop dei 5 Stelle, rimasti fuori dai ballottaggi che segnano un ritorno all’antico, cioè alla sfida tra centro sinistra e centro destra (quest’ultimo in ripresa soprattutto laddove si è presentato unito). Grillini fuori dalla sfida al secondo turno anche a Genova, patria di Grillo. Da segnalare, come curiosità,  la sconfitta del candidato renziano a Rignano sull’Arno, paese natale di Renzi (e del padre di Renzi segretario Pd)…

Sconfitta e fuori dal Consiglio Comunale Giusi Nicolini a Lampedusa, con renzi che l’ha portata in America come esempio di “eccellenza” italiana, poi ha candidato e sostenuto un altro, come sindaco dell’isola…

Leoluca Orlando rieletto per la quinta volta a Palermo, al primo turno. A Verona ballottaggio tra il candidato del centro destra e la compagna dell’ex sindaco Flavio Tosi (sempre centro destra)…  Le liste civiche di sinistra non conquistano ballottaggi, ma ottengono buoni risultati (Padova, Catanzaro…).

La domande  che serpeggiano in queste ore sono:  già finita a luna di miele degli italiani con i 5 Stelle? Il movimento di Grillo ha già esaurito la sua spinta propulsiva e la sua carica di antagonismo? Il centro destra che vince e ottiene buoni risultati se unito, ce la farà a trovare l’unità anche alle politiche e attorno a chi? Berlusconi, Salvini o qualcun altro? E il Pd che non vince neanche a Rignano si renderà conto che il renzismo è un cul de sac?

Nelle realtà più vicine a noi, cioè Sarteano e Montalcino, i candidati Pd hanno stravinto, ma anche grazie alla scarsa consistenza e alla divisione degli sfidanti. Due elementi che, al di là dei meriti, li hanno aiutati non poco.

 

 

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...