CHIUSI, ANCHE POSSIAMO CHIEDE CHIARIMENTI SUL FESTIVAL CANCELLATO

martedì 30th, maggio 2017 / 16:05
CHIUSI, ANCHE POSSIAMO CHIEDE CHIARIMENTI SUL FESTIVAL CANCELLATO
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI -Dopo i 5 Stelle, anche il gruppo Possiamo-Sinistra per Chiusi, prende ufficialmente posizione e chiede chiarimenti sulla questione del Festival Orizzonti. La nota diffusa oggi dai “podemos” chiusini, sia pure en passant apre anche altri fronti, come l’assenza di un gestore pr la Sala San Francesco e la Foresteria e soprattutto la “vacatio” della Direzione del Muse Nazionale Archeologico. La dottoressa Maria Angela Turchetti infatti da qualche mese è stata nominata direttrice del Museo di Spoleto e non è più “titolare” della direzione del Museo di Chiusi. Continua a venire e ad interessarsene, ma del tutto “volontariamente”, con qualche presenza al mese… I problema non è di poco conto…  Quanto al festival, i podemos, facendo finta di non conoscere le conferme arrivate da più parti circa lo stop, almeno per la stagione 2016 (vedi l’intervista di Roberto Latini), chiedono risposte precise a Bettollini e all’assessore alla cultura Chiara Lanari messi sotto accusa per non aver controllato e per come hanno gestito la questione. Nella frase finale “non riteniamo opportuno che ruoli così fondamentali vengano ricoperti dalle stesse persone che hanno portato a questa situazione” c’è un attacco duro all’amministrazione e, mplicitamente, una richiesta di cambiare manico, come si suol dire. Ma anche Possiamo, come i 5 Stelle, non pigia sull’acceleratore e non chiede le dimissioni del sindaco. Per ora.

Ecco di seguito il Comunicato di Possiamo.

Nel consiglio comunale del 19-05-2017 il sindaco Bettollini, rispondendo ad una nostra interrogazione sul Bilancio della Fondazione Orizzonti, ha ammesso lo stato disastroso in cui versano i conti della stessa, confermato dal bilancio pubblicato on-line solamente in questi giorni.
Dal 2014 siamo tutti a conoscenza del debito della Fondazione; il nostro gruppo ha chiesto più volte chiarimenti e interventi che non sono mai arrivati. Dopo la modifica allo Statuto della Fondazione e l’entrata in scena di Bettollini come presidente, nell’ultimo Consiglio Comunale – a sorpresa – è stato chiesto dalla maggioranza che venissero attuate manovre straordinarie in deroga agli indirizzi; unica motivazione il risanamento del debito. Per la maggioranza, le opposizioni avrebbero dovuto farsi carico non solo di avvallare tale proposta, ma anche di assumerne la RESPONSABILITÀ. La responsabilità di cosa? Non ci sono stati forniti chiarimenti in merito né dettagli degli interventi da intraprendere, nonostante nostra esplicita richiesta.
Sulla stampa si legge dell’eventualità che il Festival Orizzonti venga annullato. Questa scelta estrema viene fatta passare come unica soluzione possibile e risanatrice.
Forse Bettollini si dimentica di aver ricoperto il ruolo di assessore al bilancio e poi di Sindaco senza aver mai esercitato controllo e garanzie nei confronti di un ente che stava sperperando fondi pubblici. Forse dovrebbe fare più attenzione nel richiamare alla responsabilità e, come lui, l’assessore alla cultura Lanari e il capogruppo Pd-Psi Annulli, presenti anch’essi in consiglio comunale da quando Orizzonti si è costituita.
Ci domandiamo se lo stesso metodo di agire venga adottato per tutte le questioni amministrative.
Qual è il progetto culturale che ha guidato la Fondazione in questi anni? Quali sono i progetti che dovrebbero guidare tutti gli altri aspetti della vita pubblica?
Chiediamo che il Sindaco risponda a tutti i seguenti quesiti: la cancellazione del festival è fondata o meno? Quali interventi saranno programmati da qui all’inizio della stagione teatrale? Come farà la fondazione a pagare tutti i fornitori? Cosa ne sarà della cultura a Chiusi?
Vista la situazione della Fondazione, vista l’assenza di un direttore al Museo Nazionale, viste le continue proroga del bando per la gestione del Museo civico, della foresteria e della sala San Francesco, non riteniamo opportuno che ruoli così fondamentali vengano ricoperti dalle stesse persone che hanno portato a questa situazione.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...