La Sinalunghese espugna il “Frullini” e inguaia il Chiusi. Play out inevitabili? In apnea anche gli Autarchici

lunedì 03rd, aprile 2017 / 11:53
La Sinalunghese espugna il “Frullini” e inguaia il Chiusi. Play out inevitabili? In apnea anche gli Autarchici
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Perdere una partita brucia, sempre. Perdere un derby brucia di più. Se poi il derby è pure importante dal punto di vista della classifica, allora sì che il brucior si fa quasi insopportabile e serve una medicina, subito. Ecco, il Chiusi ieri ha perso, e malamente, in casa, il derby con la Sinalunghese e adesso deve aggrapparsi alle ultime due gare, co l’ultima e con la prma in classifica per sperare di evitare la rogna dei play out. La medicina di cui sopra può essere un immediato riscatto, domenica prossima nell’altro derby, ancora inn casa:Avversario di turno un Foiano ormai spacciato, e di sicuro alla portata dei biancorossi, per poi sperare almeno in un punto nell’ultima partita in casa della capolista Montevarchi, che giustamente festeggerà la promozione…

Ieri, al “Frullini” i rossoblù sinalunghesi dell’ex Montagnoli hanno fatto quello che hanno voluto e hanno inflitto un 3-0 netto e senza appello ad un Chiusi apparso frastornato, impaurito, incapace di far male. Il contrario di ciò che sarebbe stato necessario. Quest’anno è così, alti e bassi,  prestazioni robuste e convincenti e altre invece  insufficienti. Stavolta i biancorossi di Laurenzi non possono nemmeno recriminare sulla sfortuna o su arbitraggi approssimativi e avversi. La Sinalunghese si è dimostrata superiore sul campo e ha meritato la vittoria, stop. E adesso, con ancora 6 punti a disposizione nelle ultime due gare, può ancora sperare di agganciare il treno dei play off promozione.

Il Chiusi invece i play out vorrebbe evitarli. I tifosi (ma forse anche la società, l’allenatore e gli stessi giocatori) si aspettavano un finale più tranquillo. Sarà, al contrariom un finale rovente, di quelli in cui è necessario gettare il cuore oltre l’ostacolo. L’obiettivo dichiarato era e resta la salvezza ed è ancora raggiungibile. Senza fare i play out o, male che vada, giocando il “torneino” supplementare. Peccato, perché sul piano del gioco in molte occasioni la squadra di Laurenzi ha fatto vedere un buon calcio e interssanti individualità.

E sarà un finale in salita, una salita durissima, peggio dell’Izoard, anche quello degli “Autarchici“, anche loro sconfitti ieri per 3-0 dal Santa Firmina, squadra di metà classifica. Ora Ferretti & C. sono penultimi a 25 punti, con una squadra a parimerito (Montecchio) e tre squadre davanti nel giro di 3 punti (Chianciano, Geggiano e Fratticciola), Non tutto è perduto, anche perché con Geggiano e Chianciano gli Autarchici ci giocheranno nella penultima e ultima di campionato. Prima però c’è la trasferta a Montagnano, squadra tra le più forti del torneo. Play out o no la permanenza in Seconda categoria per la Asd Città di Chiusi non sarà facile. Finché c’è vita c’è speranza.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...