Fino a luglio una mostra del grande fotografo Enzo Ragazzini alla Rocca di Sarteano

giovedì 06th, aprile 2017 / 19:25
Fino a luglio una mostra del grande fotografo Enzo Ragazzini alla Rocca di Sarteano
0 Flares 0 Flares ×

SARTEANO Enzo Ragazzini non è un fotografo qualunque. Neanche soltanto un grande fotografo. E’ qualcosa di più: fotografo, reporter, antropologo, inventore e artista d’avanguardia, anche se a lui questa definizione non piace. Insomma uno che ha sperimentato a 360 gradi le possibilità espressive della fotografia e delle tecniche ad essa connesse.
Con i suoi primi grandi murali e la separazione di toni a colori alla Triennale di Milano del 1963 ha anticipato la Marylin Monroe di Andy Warhol e ha affiancato l’esperienza della Pop-art; nel 1970 ha fotografato l’ultimo pop-festival dell’Isola di Wight e ha realizzato alcuni tra quelli che sono considerati ancora oggi tra i più importanti reportage antropologici come quello sulla fatica dell’uomo e sulle tecniche primitive del trasporto ancora praticate nella fascia tropicale. Per dire…

Dal 2 aprile scorso, fino al 9 luglio il Castello di Sarteano ospita la prima retrospettiva di Enzo Ragazzini dal titolo “realtà e astrazione” con una introduzione d’eccezione, quella di Paolo Pellegrin – fotografo di punta della prestigiosa agenzia fotografica Magnum, vincitore del Robert Capa Gold Medal nel 2006 e di dieci World Press Photo dal 1995 al 2013 – che ha avuto Enzo come padre artistico.

La mostra di Enzo Ragazzini organizzata dal Comune di Sarteano, in cui si raccolgono per la prima volta i vari generi espressivi che ha sperimentato nella sua lunga attività grafica e fotografica, rappresenta il secondo grande passo di Rocca Manenti Art che ha già ospitato lo scorso anno l’esposizione di Yoshie Nishikawa e sta diventando un punto di riferimento nazionale per la fotografia e le arti visive italiane, premiato ache al Mia Photo Fair di Milano.

La location è un castello del 1480, oggi itilizzato all’esterno per eventi teatrali e manifestazioni e all’interno adibito a spazio espositivo con il nome di RaM, Rocca Manenti Art. Il Castello costituisce un esempio di fortificazione militare senese tra i meglio conservati. Immerso in un parco di lecci secolari è posto sull’acropoli del paese e, data la sua visibilità anche da chilometri di distanza, costituisce il simbolo del paese di Sarteano. La struttura è costituita da 4 piani, 4 stanze per piano, ognuna di 4 metri per 4 con un’area espositiva che si sviluppa per un totale di 380 metri quadrati.

Insomma uno spazio espositivo unico, in un contesto certamente non usuale e e di assoluta suggestione. Per il Comune di Sarteano uno spazio su cui puntare decisamente “per far crescere un’economia della cultura per il nostro territorio”. Così lo presenta il sindaco Francesco Landi, che è in scadenza di mandato, ma sarà certamente il candidato del Pd alle elezioni del 21 giugno.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...