I migliori di noi, l’altro Andrea Scanzi presenta il suo libro a Città della Pieve

sabato 04th, marzo 2017 / 13:19
I migliori di noi, l’altro Andrea Scanzi presenta il suo libro a Città della Pieve
0 Flares 0 Flares ×

Alla scoperta dell'”altro” Andrea Scanzi che ieri sera ha presentato il suo secondo romanzo “I migliori di noi” a Città della Pieve

Un Andrea Scanzi narratore, più pacato e profondo dell’integerrimo e agguerrito giornalista che siamo abituati a vedere in televisione, quello che ieri, a Palazzo della Corgna , Città della Pieve, ha presentato il suo ultimo libro “I migliori di noi”, Edizioni Rizzoli, insieme all’assessore di Città della Pieve, Carmine Pugliese.

Alla sala gremita e curiosa, quest’“altro” Scanzi, più intimo e personale del giornalista della tivvù, dai toni più ironici che sarcastici, ha confessato il suo terrore di annoiare, il suo narcisismo, la paura di vedere invecchiare i suoi cari, il desiderio di sentirsi dire altro da “quanto sei bravo e intelligente” -ditegli che è ganzo e conquisterete la sua attenzione-

Ha raccontato del riavvicinamento ad Arezzo, sua città natale, con la quale ha sempre avuto un rapporto conflittuale ma che oggi rappresenta il rifugio dalla frenesia, il luogo dell’equilibrio, dove la bellezza artistica trascende l’estetica e si impregna di memoria.

I migliori di Noi si svolge proprio ad Arezzo che nel libro è più compagna dei vecchi tempi che mera ambientazione fisica. Compagna di Fabio e Max, due amici cinquantenni che si ritrovano dopo trent’anni e riscoprono la solidità di un legame più forte del tempo, ma anche il peso delle cose non dette. “Certe amicizie rinascono come niente, ma si portano dietro anche quello che si voleva dimenticare: gli strascichi di una partenza improvvisa e dolorosa, il senso di colpa per una brutta storia, un perdono mancato.” ( I migliori di noi)

In un panorama libresco assai vasto in cui è difficile orientarsi, dove la produzione supera di gran lunga il consumo (una media annuale di dieci libri ogni tre lettori), abbiamo chiesto ad Andrea Scanzi qual è la forza del suo libro.

Effettivamente, ha confermato l’autore, il 92% dei libri pubblicati arriva a malapena alle mille copie vendute. A suo vantaggio, per sua stessa dichiarazione, l’essere un personaggio pubblico, che per l’editore è una garanzia di vendita.

A vantaggio di noi lettori, una storia non certo inedita ma poco comune, quella di un’amicizia fra uomini, e l’opportunità, per chi vuole coglierla, di conoscere l’”altro” Scanzi, quello più pacato, profondo e riflessivo del giornalista di otto e mezzo e dintorni. Quello con meno certezze e, forse, più domande.

Elda Cannarsa

 

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...