Chiusi, Bettollini inaugura anche la fermata del bus al Mar Nero. In Consiglio la questione Stadio e la cessione di un immobile alla Fondazione Orizzonti

venerdì 31st, marzo 2017 / 16:30
Chiusi, Bettollini inaugura anche la fermata del bus al Mar Nero. In Consiglio la questione Stadio e la cessione di un immobile alla Fondazione Orizzonti
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Lo sappiamo tutti che la politica e anche il “governo” oggi è soprattutto comunicazione, immagine. E, diciamolo: anche propaganda. Qualche decennio fa, quando i congressi di partito erano congressi e non semplici conte aritmetiche, quando i sindaci non stavano connessi h24 sui social e non avevano neanche l’addetto stampa, era impensabile che si mobilitassero primo cittadino, assessore, fotografi e cameramen delle tv per l’inaugurazione della “palina” di una fermata del bus urbano. Oggi succede. E’ la norma.

Basta un cantiere, anche per riempire una buca sull’asfalto, che insieme a due operai arrivano anche due televisioni…

A Chiusi succede spesso ed è successo anche questa mattina, in via Redi, dove è stata istituita la fermata del bus pubblico a servizio del Centro Medico privato presso la Misericordia.  Fermata che da lunedì prossimo sarà operativa con i seguenti orari: 8,59 – 11,14 – 15,44 e 18,44.  Lo stesso sindaco Bettollini ne ha dato subito notizia su Facebook, come di prassi, con tanto di fotografie a corredo.

Ha anche spiegato il sindaco, che la nuova fermata al Mar Nero non comporterà aggravio di costi del servizio di trasporto urbano, ma solo una riorganizzazione delle corse, con 4 passaggi, due al mattino e due al pomeriggio, davanti al Centro Medico. Una risposta – hanno detto Bettolini e Micheletti – alle esigenze delle fasce più deboli della popolazione, in particolare degli anziani che non hanno l’auto, e anche alle persone che abitano più lontano dalla struttura. Per esempio le Biffe o la zona del Porto…

Naturalmente, come abbiamo già scritto in articolo precedente, la fermata del bus comporterà qualche sacrificio circa i posteggi (almeno 3 sono venuti meno per far posto allo spazio per il pullman e altri salteranno per consentire manovre agevoli) e un complessivo ridisegno degli stalli in tutta la zona e cioè in via Redi, via Torricelli, via Raffaello Sanzio. Solo i posti auto davanti al centro Medico saranno a sosta regolamentata con disco orario (1 ora), mentre gli altri resteranno liberi.

Al di là del fatto che la fermata sia stata istituita per favorire la fruizione del Centro Medico da parte dell’utenza e che se il centro fosse stato realizzato altrove, in zona già servita da trasporto pubblico e su un immoble più “neutro” e meno “targato” non ci sarebbe stato bisogno di questa piccola rivoluzione, il passaggio del bus nella zona del Mar Nero è comunque un servizio in più alla cittadinanza, che può essere utilizzato anche dagli abitanti del Mar Nero per andare in centro o in altre aree dello Scalo o a Chiusi città. Quindi, male non fa.

Se mai è l’eccesso di esposizione e di propaganda che un po’ stona. Ma ormai ci siamo abituati. E’ così che va il mondo ai tempi di Renzi. Che forse però sono già agli sgoccioli.

Intanto, tra una inaugurazione e l’altra, oggi il Consiglio Comunale discuterà due questioni importanti: l’intervento allo Stadio Frullini per il secondo campo in sintetico, nuove tribune e spogliatoi per un investimento di 400 mila euro; e l’alienazione di un immobile comunale di un certo pregio, i locali sede della Fondazione Orizzonti, a favore della Fondazione stessa. Un “regalo” dell’ente pubblico all’ente culturale, per consolidarne il bilancio e offrire una garanzia robusta…

Sulla prima questione, sarà interessante vedere come voteranno le opposizioni dopo la bagarre sul palasport di Pania; sulla seconda invece le opposizioni sembrano orientate a dire di no.

In effetti la cessione dell’immobile alla Fondazione appare come una dichiarazione di resa, come la certificazione delle difficoltà finanziarie dell’ente culturale di cui tra l’altro è presidente il sindaco e come un “impoverimento” del patrimonio pubblico della città.

La discussione sul tema potrebbe insomma riaccendere il dibattito sulla Fondazione e sulla gestione della stessa. Quella passata e quella futura.

Nota a margine: il Consiglio comincerà alle 18,00,  ma potrebbe protrarsi anche dopo le 21,00 e a quell’ora è in programma una conferenza dei 5 Stelle su Centro Medico, acqua e rifiuti alla quale è prevista la partecipazione delle due consigliere comunali. Prima domanda: ce la faranno? Seconda domanda: la seduta del Consiglio Comunale o la conferenza dei 5 Stelle non poteva essere convocata in un giorno diverso?

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...