LA EMMA VILLAS VOLA. MA ADESSO E’ SENZA CASA. PALAESTRA INAGIBILE: PER LA CITTA’ DI SIENA L’ENNESIMA DEBACLE

domenica 12th, febbraio 2017 / 17:58
LA EMMA VILLAS VOLA. MA ADESSO E’ SENZA CASA. PALAESTRA INAGIBILE: PER LA CITTA’ DI SIENA L’ENNESIMA DEBACLE
0 Flares 0 Flares ×

SIENA – La Emma Villas Siena comincia bene la seconda fase del campionato. Nella prima gara giocata ieri al PalaEstra, la formazione di coach Tofoli ha battuto nettamente Reggio Emilia per 3-0, con parziali che non ammettono recriminazioni: 25-14; 25-19; 25-20. Una partita mai in discussione, con il solito Padura Diaz sugli scudi (15 punti per l’opposto cubano) e, ancora una volta, un ottimo Noda Blanco, secondo top scorer di giornata (10). Mercoledì prossimo, seconda puntata del gironcino, in trasferta contro Civita Castellana. Ancora un quasi derby tra gli etruschi di Porsenna (le origini chiusine della squadra senese sono forti e incancellabili) e quelli della Tuscia viterbese… Insomma la squadra del presidente Bisogno è partita con il piede giusto.

Ma c’è una tegola che rischia di complicare e non poco il prosieguo del campionato. Il PaleEstra presenta dei problemi nella copertura e la “deroga”, con firma del sindaco Valentini, da domani non sarà rinnovata. Il Palasport senese di fatto è inagibile.

Sia la Emma Villas Volley che la Mens Sana Basket, entrambe in A2 , sono al momento nella condizione dei… senzatetto e dovranno cercarsi entrambe un nuovo palasport in cui giocare.

Il palaEstra è di proprietà della cooperativa Mens Sana, che difficilmente potrà provvedere ai lavori necessari di messa a norma, in tempi stretti. Il Comune, dal canto suo, non può intervenire su una struttura di proprietà privata… Un bel pasticcio, insomma. E la matassa non è facile da sbogliare. Il campionato corre: si gioca la domenica e il mercoledì, per cui le due società dovranno trovare una soluzione alternativa al più presto. Il che non è facile e rappresenta anche un colpo piuttosto duro, in termini di danno economico, di immagine. Ma anche dal punto di vista più strettamente sportivo: non è la stessa cosa giocare nel palasport che conosci, con il tuo pubblico, e giocare su un palazzetto nuovo, dove il pubblico, per ragioni oggettive, sarà sempre meno di quello che segue la squadra a Siena.

Le possibilità sul tappeto non sono molte: quando, un mese e mezzo fa si cominciò a parlare dell’inagibilità del Palaestra si ventilarono le ipotesi Firenze per il basket e Perugia per il volley. Ma in entrambi i casi non si tratta di una soluzione semplice, perché sia a Firenze che a Perugia i palapsort sono già utilizzati da altre squadre e altre attività, far combaciare orari e calendari non è una passeggiata. Qualcuno, per la Emma Villas parla di Arezzo o Sansepolcro. Addirittura di San Giustino, che è in Umbria, ma è vicina a Sansepolcro:  c’è un palasport da serie A attualmente inutilizzato (ci giocò per qualche anno la Rpa Perugia).

La soluzione, salvo qualche intervento tampone nell’immediato al Palaestra, al momento molto improbabile,  servirà già per domenica prossima.  Lo staff del presidente Bisogno è naturalmente al lavoro per trovarla. Stesso discorso per la Mens Sana Basket.

Per Siena, come città, è l’ennesima clamorosa debacle. Quando c’era “la grande mammella” del Monte dei Paschi cui attingere, non sarebbe stato un problema. Ma adesso il Monte dei Paschi non è più quello di prima. Le mammelle sono rinsecchite. Oggi, Siena rimane una città bellissima e orgogliosa, ma è anche una città che non è in grado di assicurare l’agibilità di un palasport con la copertura che scricchiola. Ancora una volta l’immagine della città del Palio e della sua classe dirigente ne esce a pezzi. E proprio adesso che nello sport – basket e pallavolo – la città stava riconquistando un posto in prima fila…

Quanto alla Emma Villas, vedremo se i buonissimi rapporti tra Giammarco Bisogno e il patron della Sir Safety Perugia Gino Sirci consentiranno di tamponare la falla. Perugia in fin dei conti ì a soli 90 km da Siena (tutta superstrada) ed è anche più vicina a Chiusi, che rappresenta tutt’ora lo zoccolo duro, in quanto a tifo, della formazione di Tofoli. Vedremo. Certo, la squadra è forte. Probabilmente la più forte della A2, quindi la più seria candidata alla vittoria finale e finora ha dimostrato di meritare la prima posizione e pure il “credito” della critica. Ma trovarsi all’improvviso, in piena corsa per il titolo, senza il proprio palasport, può creare qualche contraccolpo. Sarebe un peccato…

m.l.

 

Il tabellino della gara Emma Villas Siena – Conad Reggio Emilia 3-0 (25-14; 25-19; 25-20)

EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 1, Noda Blanco 10, Vedovotto, Gradi 1, Padura Diaz 15, Patriarca 5, Russomanno 8, Cannistrà, Spadavecchia 9, Di Tommaso 2, Cesarini (L), Battista (L), Menicali. Coach: Tofoli.

CONAD REGGIO EMILIA: Suljagic 5, Norbedo 3, Miselli, Soli 2, Dolfo, Cargioli, Beccaro, Bevilacqua 4, Kody 10, Rossatti 9, Silva 6, Scaltriti 1, Morgese (L). Coach: Dall’Olio.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...