“Cleopatra va in prigione”, a Chiusi si parla di letteratura in gioielleria…

mercoledì 15th, febbraio 2017 / 15:35
“Cleopatra va in prigione”, a Chiusi si parla di letteratura in gioielleria…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI –  Continuano a Chiusi gli appuntamenti di “Gec & Book 2017” la rassegna musical-letteraria organizzata appunto dal Gruppo Effetti Collaterali in collaborazione con Chiusinvetrina e inserita nel quadro della più ampia rassegna “Libriamoci” che fa capo alla biblioteca comunale. Sabato 18 febbraio, un inedita location, quella di una raffinata gioielleria io di Chiusi Scalo, la ‘Stil Oro’ di Nicoletta Margottini la scrittrice Claudia Durastanti presenterà il suo ultimo libro “Cleopatra va in prigione”.
In arrivodirettamente da Londra dove risiede, la giovane promettente scrittrice nella cittadina chiusina troverà un intervistatore d’eccezione: Stefano Solventi giornalista
er importanti testate musicali quali Mucchio Selvaggio e SentireAscoltare e scrittore egli stesso.

Cleopatra Va in prigione narra la storia di Caterina che ogni giovedì va a trovare Aurelio, il suo ragazzo, nel carcere di Rebibbia. Sono entrambi figli dell’estrema periferia romana, e in passato hanno provato a costruire un sogno insieme: gestire un night club. Ma le cose sono andate diversamente dai loro progetti e Caterina, ex ballerina di danza classica, si è ritrovata a lavorare come spogliarellista proprio nel locale di Aurelio. Adesso lui è in prigione, ed è convinto che lo abbiano incastrato. Come reagirebbe se sapesse che, una volta uscita di lì, la sua ragazza si infila tra le lenzuola del poliziotto che lo ha arrestato?
Cleopatra va in prigione è un romanzo struggente, duro, pieno di colpi di scena, ambientato in una Roma molto più vasta e sconosciuta di ciò che si potrebbe immaginare. E’ una fotografia vivida e accorata della periferia urbana, il vero luogo dove in questi anni nascono le storie, e soprattutto racconta chi, nonostante le delusioni e i sogni infranti, continua a vivere e ad amare.
Claudia Durastanti nata nel 1984 a Brooklyn, compie gli studi universitari a Roma, dove comincia l’attività di giornalista musicale per la webzine Indie For Bunnies e per la rivista Il mucchio selvaggio. Ha già pubblicato per Marsilio due romanzi, Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra (2010) e A Chloe, per le ragioni sbagliate (2013) e oltre che scrittrice si occupa di libri
per diverse testate.
L’ evento sarà inoltre arricchito durante e dopo la presentazione del libro con una mostra di illustrazioni e  una esibizione -Live drawing- di Marta Galli con il marchio “ Le Cose Che Sono”.
Disegni e illustrazioni realizzati principalmente su cartone con linee semplici e colori elementari, capaci di  esprimere delicati sentimenti o raccontare storie.
Il soggetto principale preferito dell’artista perugina è spesso una donna coronata da piccoli dettagli che  vogliono evocare ricordi, sogni o piccoli mondi immaginari. Disegni nati un po’ per distrazione, come a volte accade con gli scarabocchi che si fanno quando si è al telefono e tutto il resto è rubato al mondo. L’appuntamento, come abbiamo già detto è alla gioielleria Stil Oro, in via Leonardo da Vinci, sabato 18 dalle ore 17,30…

Fuori programma, ma non del tutto fuori contesto, anzi, il sabato successivo, 25 febbraio, a Chiusi Città, sala San Francesco (ore 17,00) per iniziativa di Primapagina, si parlerà degli anni ’70 o anni di piombo in questo territorio. E si farà attraverso le pagine di due libri, il recentissimo “Patologia generale” di Vincenzo Bologna e “Il Vortice” di Marco Lorenzoni” del 2014. Stessa provincia, stessa università, stesso periodo, stesso clima, ma due punti di vista e di partenza diversi. Coordina la giornalista Elda Cannarsa, interviene l’assessore comunale Andrea Micheletti.

Leggere fa bene, parlare di libri anche.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...