CHIUSI, UNA CITTADINA MOLTO ROCK. ALLO SCALO UNA SERIE DI INCONTRI TRA MUSICA E LETTERATURA (E NON SOLO)

lunedì 09th, gennaio 2017 / 13:12
CHIUSI, UNA CITTADINA MOLTO ROCK. ALLO SCALO UNA SERIE DI INCONTRI TRA MUSICA E LETTERATURA (E NON SOLO)
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Nel mese di luglio a Chiusi c’è un festival rock, ma la cittadina etrusca vuole essere rock tutto l’anno. Anche d’inverno. Così il Gruppo Effetti Collaterali, quello che organizza il festival, ha messo in programma una serie di iniziative in cui c’è sì musica, ma non solo. Incontri. Tra rock e letteratura, per esempio. O tra rock e poesia. Non su un palco con riflettori e amplificatori, ma in ambienti più soft, come si addice, appunto, a quattro chiacchiere su un libro. Ma siccome il rock, pure quello scritto,  è sempre roba un po’ fuori schema, anche i luoghi scelti sono non proprio abituali: bar, ristoranti e perfino una gioielleria…

Il tutto in collaborazione e in sinergia con l’Associazione Chiusiinvetrina, che dopo l’esperienza delle vetrine rock in occasione del festival dell’estate scorsa, si è evidentemente appassionata e messa in gioco. Per dare una mano, per animare il paese, per  dare un senso a certi sabati e domeniche invernali che altrimenti potrebbero passare inosservati in un alone di nebbia gelida e di tristezza.

Si comincia domenica prossima, 15 gennaio alle ore 17,00 con la giornalista e scrittrice Elisia Giobbi che presenterà il suo libro “Rock’n Roll noir“, Arcana Edizioni. Una digressione sul famoso “Club 27”, ovvero su quella schiera di musicisti morti, spesso in circostanze misteriose e controverse, tutti all’età di 27 anni: Janis Joplin, Jimi Hendrix, Brian Jones, Jim Morrison, Kurt Kobain, Amy Winehouse…  Luogo: ristorante Season. Moderatore Alessio Banini. Letture e musica dal vivo con i Semi d’Arte 2.0 e Igor Abbas e Danilo Staglianò.

Secondo appuntamento sabato 18 febbraio, presso la goielleria Stil-Oro (sempre in via Leonardo da Vinci a Chiusi Scalo): Claudia Durastanti presenta il suo “Cleopatra va in prigione“, Minimum Fax editore. Un romanzo struggente, duro, ambientato in una Roma di periferia, vasta, sconosciuta, dove nonostante i problemi e le condizioni sociali spesso devastanti, c’è chi riesce a vivere, a coltivare sogni, ad amare. Moderatore Stefano Solventi della rivista Il Mucchio…

Il 4 Marzo, Sabato ore 17.30 al bar gelateria Golosia si parla di poesia. Per la precisioone di “Poesia in forma di Rock”. Qusto il titolo del libro di Giulio Pantalei, Arcana Editore.

Kurt Cobain leggeva Dante. Potrebbe sembrare uno slogan da fiera del libro, invece è la verità. È più che sorprendente e certamente poco noto il rapporto costante tra alcuni dei più grandi interpreti del rock – inglese e americano e la letteratura italiana dal Medioevo fino ai giorni nostri. Un percorso che muove per vie misteriose, dove Dylan rilegge Dante e Petrarca, Patti Smith e Morrissey incontrano Pier Paolo Pasolini, i Radiohead e i Nirvana si inoltrano nell’Inferno della Commedia, Sting evoca Italo Calvino, Mike Patton interpreta Edoardo Sanguineti…  Letture e musica dell’autore (che è pure  musicista) accompagnato da Igor Abbas…  Alle ore 11 Pantalei incontra gli studenti dell’Istituto di istruzione superiore Valdichiana di Chiusi.

La settimana dopo, l’11 Marzo, Sabato ore 17.30 – il rock e la letteratura lasciano per una volta il posto al piacere della tavola, con la foodblogger Romina Coppola, (Sugarless)  e le sue “Raw delices” -Eifis Edizioni. Appassionata di pasticceria vegana e crudista l’autrice propone un nuovo ricettario di dolci e dessert a base di ingredienti vegetali, questa volta senza cottura. Attraverso l’utilizzo delle tecniche della cucina crudista, ampiamente spiegate in questo volume, con queste 80 ricette si imparerà a preparare gelati, budini e creme fino ad affrontare preparazioni più sorprendenti come i pancakes e i biscotti per la colazione, i millefoglie i pasticcini e le torte farcite.Luogo: Ristorante “Il Punto” con presentazione e dimostrazione pratica di alcune ricette proposte nel libro

Sabato 25 Marzo, sempre alle 17.30 al Bar Il Bersagliere, si parlerà invece di calcio. Del calcio popolare e rockettaro dell’Arsenal dei primissimi anni 2000, visto da un tifoso confinato a mille chilometri di distanza. Il pretesto è il libro “Lontano da Highbury” -Hellnationlibri di Luca Frazzi, che verrà presentato da Matteo De Santis (La stampa) e Gianluca Lorenzoni (storyteller di “Zona Cesarini”).

E non è detto che il programma finisca qui… potrebbero esserci altre iniziative e altre sorprese. Del resto che il rock, la narrazione, la letteratura e la poesia viaggino spesso sui medesimi binari, non è una novità. Se ne sono accorti anche quelli del premio Nobel.

m.l.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...