L’EX SINDACO SENESE PICCINI SU SCARAMELLI: “E’ SUBALTERNO PERCHE’ E’ DI CAMPAGNA!”

venerdì 02nd, dicembre 2016 / 18:23
L’EX SINDACO SENESE PICCINI SU SCARAMELLI: “E’ SUBALTERNO PERCHE’ E’ DI CAMPAGNA!”
0 Flares 0 Flares ×

CHIANCIANO  T.  In una intervista televisiva sull’emittente NTI. l’ex sindaco di Siena Pierluigi Piccini parla di Stefano Scaramelli e non ci va per il sottile: “Persone come Scaramelli non capiscono neanche quello che dico… Scaramelli è subalterno… Non essendo senese cerca legittimazione da quella borghesia senese che lo deve legittimare… perchè è di campagna! E’ di campagna… non lo dico con astio… ma come considerazione di fatto. Ha lo stesso problema di Ceccuzzi!“. Trascrizione letterale.

Ecco, per Pierluigi Piccini il problema di Scaramelli è che “è… di campagna”. Ed è già tanto che non abbia detto del contado…

Ci sono molti motivi per criticare Stefano Scaramelli come personaggio politico. E’ uno che ha raccontato un sacco di bufale, senza fare mai autocritica, quando queste si son rivelate quello che erano; che non ha avuto scrupoli a lasciare l’incarico di sindaco per candidarsi e farsi eleggere in Regione; è uno che ha attaccato più spesso i suoi compagni di partito che gli avversari;  è uno che aggiusta la linea a seconda della platea che ha di fronte;  è spesso incline – pure troppo – alla propaganda, alla politica del selfie e dell’annuncio; è un perfetto esemplare di quella legione di Renzi-Boys che si è formata sul Manuale delle Giovani Marmotte e sul clima dei campeggi parrocchiali più che sui testi di Gramsci o Berlinguer. E’ uno a cui piace guardarsi allo specchio e dirsi bravo. Uno a cui piace contornarsi di fedelissimi, e che  in battaglia non fa prigionieri…scara festa taglio

Insomma è uno al quale andrebbe fatta sempre la… tara, ogni volta che parla, anche se – questo va detto –  una certa dose di coraggio, di incoscienza, non gli manca e in qualche caso non ha esitato a prendere posizioni controvento. Ma per Piccini il problema è che “è di campagna” come Ceccuzzi, che è di Montepulciano.

Piccini,  è anche un politico di lungo corso, ha fatto il sindaco, il leader di una lista di opposizione e pure il funzionario di altissimo grado del Monte dei Paschi, quando il Monte ancora era il Monte e non era scivolato nel baratro della crisi attuale, ma evidentemente è uno di quelli per i quali il mondo finisce ai Due Ponti. E…  Siena è Siena e voi non siete un cazzo…

Tra tutti gli argomenti per attaccare, criticare, demolire Stefano Scaramelli, quello che “è di campagna” è certamente il più debole. Oltre che  segnale di spocchia, di arroganza, di disprezzo verso chi non è della stretta cerchia interna alle mura cittadine… Diciamo che come argomento, oltre che debole, è anche offensivo verso la “campagna”… E poi, a dirla tutta neanche Piccini è senese senese, perché è nato a Roma…

Noi non intendiamo difendere Scaramelli (lo farà da solo se riterrà di farlo), né lo abbiamo mai sostenuto. Come non abbiamo mai sostenuto Ceccuzzi. Ma questa uscita di Piccini ci lascia perplessi. Per l’argomento usato, non per la critica ai due esponenti Pd. Ci mancherebbe. Chi “è di campagna” non può mettere bocca sulle vicende senesi, perché non è legittimato dalla borghesia cittadina di cui non fa parte? Mica male come logica politica… E Siena deve essere messa male parecchio se anche il sindaco attuale viene dalla campagna (Monteriggioni, per l’esattezza).

Piccini è uno di quelli che dopo aver fatto il sindaco di Siena dal 1990 al 2001 ha poi sparato a zero sui vertici del suo partito (il Pds, poi Ds, poi Pd) per la debacle del Monte dei Paschi, e lo ha fatto con cognizione di causa, è considerato una “mente lucida”, ma se adesso non trova di meglio che attaccare Scaramelli, per il fatto che viene dal contado (del “profondo sud della Provincia” peraltro. Questo non lo ha detto, ma ci sta che l’abbia pensato…), viene da pensare che un po’ di lucidità l’abbia smarrita.

Probabilmente un tempo seguiva anche lui la Mens Sana Basket dei miracoli, chissà se adesso che in serie A Siena ha anche la pallavolo,  la domenica va a vedere la Emma Villas al Palaestra. Probabilmente no, perché anche quella viene dal… contado. Guarda un po’ – disdetta! – proprio dallo stesso paese di Scaramelli… Il mondo è piccolo.  E stai a vedere che gli Etruschi zitti zitti, stanno scalzando i ghibellini. Sarà mica questo il problema?

m.l.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...