IL CHIUSI NON VINCE PIU’, MA UN PUNTO IN TRASFERTA NON E’ DA BUTTARE. PARI ANCHE PER GLI AUTARCHICI

lunedì 07th, novembre 2016 / 15:58
IL CHIUSI NON VINCE PIU’, MA UN PUNTO IN TRASFERTA NON E’ DA BUTTARE. PARI ANCHE PER GLI AUTARCHICI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Il Chiusi ha un po’ rallentato la marcia. Una sconfitta e due pareggi nelle ultime tre partite. Non proprio il massimo, ma ci sono periodi in cui devi saperti accontentare. Ieri i biancorossi di mister Laurenzi erano di scena a Lastra a Signa e si sono trovati ben presto in svantaggio. Nella ripresa sono riusciti a pareggiare con Bastiamelli (a segno anche domenica scorsa) su rigore. Ci ha pensato poi il portierone Strukelj a blindare la porta con una serie di interventi prodigiosi. Un punto in trasferta, per di più su un campo ostico come quello della Lastrigiana, non è da disprezzare, tutt’altro. E per come si erano messe le cose è un punto guadagnato, che muove la classifica e fa rimanere il Chiusi nei quartieri alti.

Da tre turni la squadra non riesce più a vincere, ma anche le prime due della classifica ieri hanno steccato: il Montevarchi, capolista con 23 punti, non è andato oltre il 2-2  a Rufina, mentre la damigella d’onore Grassina (17) ha addirittura perso 3-0 in casa dal Signa 1914. Il Chiusi è quarto, scavalcato da una Baldaccio Bruni (16) che inanella la quinta vittoria consecutiva.  A ridosso del Chiusi (14 punti) anche la Sinalunghese (13), Castiglionese e Sansovino (12). Il prossimo turno vedrà il Chiusi impegnato in casa contro il Valdarno F.C., formazione attualmente penultima in graduatoria con 8 punti. Potrebbe essere l’occasione per riprendere la marcia e riassaporare il gusto della vittoria. Senza sottovalutare l’avversario.

 

2a CATEGORIA

Pari, con identico punteggio di 1-1, anche per gli autarchici, che al “Frullini” non riescono a battere il Fratticciola, penultimo in classifica. La squadra di mister Brilli è a metà classifica, ma la prestazione di ieri non è stata certo esaltante. Comunque, come avrebbe detto il buon Catalano, a Quelli della notte, “meglio un punticino che niente” e in tempi di vacche magre,  bisogna accontentarsi di ciò che passa il convento, sperando in tempi migliori. Se può essere di consolazione per la seconda squadra chiusina, riportiamo il commento di un tifoso a fine gara: “non è andata come volevamo, ma un mese fa una partita giocata in questo modo l’avremmo persa. L’abbiamo pareggiata, quindi va bene così…”

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...