CHIUSI, UN GOL DA CINETECA NON BASTA. CON IL GRASSINA E’ 1-1. DOMENICA IL DERBY A SINALUNGA

lunedì 28th, novembre 2016 / 11:09
CHIUSI, UN GOL DA CINETECA NON BASTA. CON IL GRASSINA E’ 1-1. DOMENICA IL DERBY A SINALUNGA
0 Flares 0 Flares ×

GLI AUTARCHICI PERDONO 1-0 AD ASCIANO. LA CLASSIFICA PIANGE

CHIUSI –  Il big match tra la seconda e la terza in classifica del campionato di Eccellenza, andato in scena ieri al Comunale Fabio Frullini di Chiusi non è stata una gran partita. Cielo plumbeo e umidità che si tagliava a fette e gara senza troppi acuti. Guardando le maglie dei giocatori sembrava il derby Perugia-Ternana: pantaloncini e casacca bianca con numero e risvolti rossi per il Chiusi, tenuta rossoverde per il Grassina…

E’ finita 1-1, e per quanto si è visto in campo il risultato è giusto. Ma il Chiusi può rammaricarsi per non aver capitalizzato il vantaggio mantenuto a lungo e di essersi fatto agguantare nel finale. Ha rischiato addirittura di capitolare la squadra di casa, su un paio di contropiedi assassini sul filo del fuorigioco, che però l’arbitro non aveva fischiato… Alla fine pari e patta e un punto a testa che lascia invariata la classifica. Con il Grassina sempre secondo e il Chiusi terzo insieme ai due ‘cugini’ della Valdichiana ovvero Sinalunghese (bel pari 2-2 in casa della capolista Montevarchi) e Sansovino, vittorioso ad Anghiari 2-3.

Ma torniamo alla gara di ieri al “Frullini”: ci sono voluti 27 minuti per vedere il primo tiro in porta della partita: bella parata di Strukelj. Poi il capolavoro il Nikolla che si incunea in area sulla sinistra, arriva sul fondo, si beve un paio di avversari come birilli e scodella al centro un pallone d’oro che Leonardo Criscuolo, classe ’99, mette dentro con un bel colpo di testa in tuffo. Gol da cineteca per il ragazzino della Juniores, ma gran parte del  merito, lo ripetiamo, va al numero 10 biancorosso Nikolla che ha piedi vellutati e se avesse continuità calcherebbe probabilmente palcoscenici più prestigiosi… Il primo tempo si chiude con i padroni di casa in vantaggio.

Nella ripresa il Chiusi però si abbassa troppo, Nikolla cala vistosamente, Dongarrà non riesce a fare il fenomeno e si perde spesso nella nebbia senza incidere… Ci prova Bastianelli a tenere alta la squadra, sobbarcandosi da solo il peso dell’attacco e facendo a sportellate in ogni parte de campo. Recupera anche qualche pallone a centrocampo e in difesa. Si batte come un leone, ma davanti è solo e isolato come un cane. In ogni caso è suo il tiro più pericoloso dei biancorossi… Il Chiusi concede spazio agli avversari e anche troppe punizioni dal limite. In un paio di occasioni va bene, la mira degli ospiti è alta… a circa 10 minuti dalla fine però, proprio sugli sviluppi dell’ennesimo calcio piazzato, la palla finisce alle spalle di Strukelj che in altro frangente, sempre su mischia in area, si salva con l’aiuto del palo… Il gol ospite era nell’aria. E’ sembrato quai inevitabile visto l’andazzo che aveva preso la partita. E puntuale è arrivato, come una medicina, amara, che però devi prendere per forza…

Il centravanti ospite Bruni è una spina nel fianco costante. E’ uno che gioca, fa sponda, riparte, tira. Bel giocatore. Il n. 10 Bencini invece picchia che è un piacere. Più che un 10 sembra un 4 antica maniera. Ma in campo si fa sentire… Il Grassina è una buona squadra, bella tosta. E non è seconda per caso.

Una partita nella partita la giocano i giovanissimi terzini: Lapo Spadea e Paolo Serafini del Chiusi, Befani e Kodin del Grassina. Befani è del ’97, gli altri tutti del ’98. A 18 anni qualche errore ci può stare ma, la loro partita è sostanziosa…  sono 4  nomi da tenere d’occhio…

Nel Chiusi il povero Bastianelli costretto a cantare e portare la croce fa tenerezza. Sembra Kalinic…  Si sente la mancanza del bomber Pallanti, fermo da settimane per un infortunio che non si sa quando finirà… Il centravanti continua  a fare visite e accertamenti, ma il ginocchio non guarisce. E per mister Laurenzi non è un problema da poco. Domenica prossima altro big match: il derby con la Sinalunghese, al “Carlo Angeletti” di Sinalunga. Le due squadre sono appaiate al terzo posto e il Sansovino, l’altra terza, giocherà in casa l’altro derby chianino con il Foiano, che però è ultimo in classifica con soli 8 punti.

In Seconda categoria, la ASD Città di Chiusi esce sconfitta dalla trasferta ad Asciano (1-0). Gli autarchici sembrano ripiombati nel limbo di un campionato piuttosto anonimo, e anche la classifica torna a farsi minacciosa. Ferretti & C. sono quart’ultimi con 10 punti in 11 giornate. Un bottino certamente poco esaltante. Che la squadra, alla prima stagione in Seconda,  dovesse soffrire si sapeva, ma in questa fase sta soffrendo un po’ troppo…

m.l.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...