EMMA VILLAS SIENA, BUONA LA PRIMA. NELLE FILE AVVERSARIE IL FIGLIO DEL COACH SENESE TOFOLI

lunedì 10th, ottobre 2016 / 15:11
EMMA VILLAS SIENA, BUONA LA PRIMA. NELLE FILE AVVERSARIE IL FIGLIO DEL COACH SENESE TOFOLI
0 Flares 0 Flares ×

SIENA – Non era un partita da mezze misure. Dopo le ultime amichevoli perse, la prima di campionato aveva un solo risultato possibile per la Emma Villas. La vittoria. Primo perché giocava in casa, secondo perché l’avversario di giornata era il Club Italia Roma, formazione “federale” fatta con le migliori “speranze” del volley nazionale, ma anche squadra di giovanissimi, che cresce strada facendo e all’inizio soffre sempre. E non può essere altrimenti. Nelle file romane almeno tre figli d’arte: Davide Gardini figlio di Andrea a lungo capitano della nazionale azzurra, Pietro Margutti, figlio di Stefano anch’egli nazionale e Alessandro Tofoli, figlio di Paolo, grande palleggiatore e attualmente coach senese. Un “incrocio” che certo non sarà stato indolore per il giovanissimo palleggiatore del Club Italia. E infatti si è visto. Gli errori non sono mancati e hanno spianato la strada alla Emma Villas. Nel girone di ritorno sarà un’altra storia…

La partita, come dicevamo aveva un imperativo, per la formazione di Siena. E la gara è finita come doveva finire: 3-0 netto e senza appello per i padroni di casa, in un lunch match che non ha visto il pubblico delle grandi occasioni, ma l’orario (le 12,00) non era certamente dei più invitanti e favorevoli. Tofoli ha schierato il sestetto base con la diagonale Fabroni-Padura Diaz, Patriarca e Spadavecchia al centro, Russomanno e Vedovotto sulle bande con Cesarini libero. E le risposte le ha avute. Padura Diaz e Patriarca hanno recitato la parte dei mattatori con 24 e 13 punti, rispettivamente. Vedovotto, Spadavecchia e Russomanno hanno fatto il loro senza strafare, non essendoci bisogno. I ragazzi di coach Totire hanno sbagliato  molto, troppo, e solo a a tratti sono stati in partita, forse intimiditi da un palasport che fa paura anche quando è semivuoto e dalla “stazza” (oltre che dal blasone) di campioni nel pieno della maturità atletica come Russomanno, Vedovotto, Patriarca, Padura Diaz. Proprio il cubano, ma di passaporto italiano, è stato il più continuo e più decisivo, mentre nelle amichevoli non aveva espresso tutto il suo potenziale, pur andando più volte oltre i 20 punti…  Patriarca dal canto suo si è dimostrato il centrale che tutti vorrebbero avere: ottimo a muro e micidiale in attacco.

Qualcuno dirà che il test è stato abbastanza agevole, che l’avversario di turno era, in questa fase, ancora troppo tenero. Tutto vero, ma le partite da vincere vanno vinte e non sempre accade, magari per eccesso di sufficienza. L’anno scorso successe parecchie volte. Non  a caso il presidente Bisogno e il ds Mechini quella squadra l’hanno cambiata dalla a alla zeta. L’unico “superstite” ancora non si è visto: si tratta dello spagnolo Sergio Noda Blanco che ha ottenuto sabato scorso la qualificazione agli europei con la sua nazionale battendo la Grecia nella gara play off e giocando una grandissima partita con la fascia di capitano al braccio.  Un Noda Blanco così può mettere in difficoltà Tofoli nelle scelte di formazione. Se anche a Siena lo spagnolo farà vedere quello che ha fatto vedere nelle qualificazioni europee, sarà dura tenerlo fuori. Per coach Tofoli sarà comunque un’arma in più. Mai visti allenatori lamentarsi per problemi di abbondanza. Soprattutto se l’abbondanza è nella fascia alta della rosa…

m.l.

Il tabellino della gara Emma Villas Siena – Club Italia Roma

Risultato: 3-0 (25-20; 25-18; 25-22)

EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 2, Fantauzzo, Vedovotto 6, Gradi, Padura Diaz 24, Patriarca 13, Russomanno 8, Cannistrà, Spadavecchia 4, Di Tommaso, Cesarini, Battista, Menicali. Coach: Tofoli.

CLUB ITALIA ROMA: Gardini 5, Piccinelli, Margutti 8, Caneschi 5, Baldazzi 16, Maccambruni, Beltrami, Baciocco, Russo 8, Rondoni, Imbesi, Garofalo, Tofoli 6. Coach: Totire.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...