CHIUSI, FRANA SULLA 146 E INCROCIO DEI 4 PODERI: MOZIONE UNITARIA DEL CONSIGLIO COMUNALE SOLLECITA LA PROVINCIA. MA TEMPI E SOLDI CI SONO?

martedì 11th, ottobre 2016 / 15:17
CHIUSI, FRANA SULLA 146 E INCROCIO DEI 4 PODERI: MOZIONE UNITARIA DEL CONSIGLIO COMUNALE SOLLECITA LA PROVINCIA. MA TEMPI E SOLDI CI SONO?
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Nell’ultima seduta del Consiglio comunale si è discusso della situazione della frana sulla strada 146 e dell’incrocio dei 4 Poderi e si è arrivati ad una mozione unitaria firmata da tutti e tre i gruppi consiliari di maggioranza e di opposizione nella quale si chiede un intervento urgente della Provincia sulle due “emergenze”. La mozione unitaria ha preso le mosse da un o.d.g. presentato dalla lista Possiamo-Sinistra per Chiusi che è stato fatto proprio anche dai gruppi Pd-Psi e 5 Stelle.

Ne è scaturito un testo comune, unanime, con il quale Chiusi chiede alla Provincia di Siena di “approvare il Bilancio preventivo 2016, inerendo le risorse necessarie per garantire una rapida esecuzione del ripristino della strada provinciale 146, con contestuale sollecito affinché la progettazione esecutiva sia completata rapidamente, in maniera da garantire l’appalto dei lavori entro l’anno corrente” e per quanto riguarda invece l’incrocio killer dei 4 Poderi teatro anche di un incidente mortale nel mese di settembre, lo stesso documento impegna “la Provincia di Siena e la Regione Toscana affinchè sia messo in sicurezza con la progettazione e la realizzazione di una “rotonda”, secondo le normative del Codice della Strada, pensando ad una soluzione che possa contemperare, per quanto possibile, la sicurezza generale della cittadinanza con le proprietà private confinanti l’incrocio in questione;
3. Di sollecitare la Provincia di Siena affinché esegua rapidamente il miglioramento e la manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale esistente sull’incrocio dei “Quattro Poderi”, in maniera da aumentare il livello della percezione dell’intersezione a raso”.

La stessa mozione unitaria “autorizza il sindaco e la Giunta di Chiusi a supportare il personale della Provincia, qualora ce ne fosse necessità, con personale dell’Ente comunale, affinché le operazioni di ripristino della segnaletica orizzontale dell’incrocio dei Quattro Poderi si svolga più rapidamente possibile“.
Naturalmente la mozione è stata immediatamente trasmessa alla Provincia e alla Regione Toscana. Chiaro che a questo punto è anche una corsa contro il tempo. La Rbettolla franaiforma Costituzionale proposta dal Governo, che sarà sottoposta a referendum il prossimo 4 dicembre, prevede che le Province vengano cancellate dalla Costituzione, come atto necessario per abrogarle definitivamente. Quindi dopo il 4 dicembre la matassa potrebbe essere addirittura più complicata. Chi avrà competenza in materia di manutenzione stradale?

Già oggi le province, e quella di Siena non fa certo eccezione, sono al limite del collasso finanziario, senza un euro in cassa. Non a caso la Provincia di Siena non ha ancora approvato il bilancio preventivo 2016 (e il 2016 sta per finire). Quindi la situazione attuale e i ritardi nell’esecuzione di opere che pure sono urgenti è frutto anche della scelta di trasformare le Province in enti di secondo livello, non più eletti dai cittadini, e di svuotarle di risorse economiche. La riforma costituzionale può completare il quadro, dando l’ultima decisiva pennellata. Il colpo di grazia.

Ben vengano tutte le iniziative che tendono a ripristinare situazioni di pericolo come la frana sulla 146 o l’incrocio dei ‘4 Poderi’ tra Chiusi e Montallese, e il sindaco Bettollini che più volte ha alzato la voce e chiesto interventi, dichiarandosi pronto anche ad assumersi il ruolo di commissario ad acta, ha fatto bene ad accogliere a sollecitazione dei ‘podemos’, ad adoperarsi per trasformarla in un atto unitario e unanime del consiglio per rilanciare la battaglia.

Ma il suo partito, il Pd, non è senza peccato in questa vicenda. Soprattutto non lo è nella vicenda che riguarda lo “svuotamento” delle province senza trovare una valida alternativa nella gestione ordinaria dei problemi come quello della manutenzione delle strade.

All’incrocio dei 4 poderi, per esempio, come si legge nella mozione, manca o è insufficiente e inadeguata anche la segnaletica orizzontale e verticale, cosa che non richiede certo l’investimento necessario per una rotonda… oslavia

Lo stesso Bettollini, in un colloqui con Primapagina, in merito ai primi 100 giorni da sindaco, ha parlato anche dell’imminente intervento su via Oslavia a Chiusi Scalo, sempre con contributo della Provincia. Vero che trattasi di roba programmata da tempo. Ma i soldi e i tempi ci sono o a dicembre salta anche il banco?

m.l.



0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...