VOLLEY: I SIOUX TORNANO NELLA RISERVA

martedì 13th, settembre 2016 / 17:22
VOLLEY: I SIOUX TORNANO NELLA RISERVA
0 Flares 0 Flares ×

CITTA’ DELLA PIEVE – Un anno fa di questi tempi c’era entusiasmo e voglia di dimostrare qualcosa. Quest’anno invece i Sioux non ci saranno. Tornano nella loro riserva. Mestamente, come quelli di Toro Seduto. Non faranno nemmeno il circo.

Nella scorsa stagione si son tolti la soddisfazione di fare qualche scorribanda, hanno avuto i loro momenti di gloria come Cavallo Pazzo a Little Big Horn, ma alla fine sono retrocessi perdendo le due battaglie finali, quelle decisive.  Ma la ritirata non avviene a causa della retrocessione. Avviene per l’assenza delle condizioni essenziali. Come già avvenuto per tante società che hanno gettato la spugna in questi anni.

E così, riposta l’ascia di guerra e le velleità di mantenere vivo il volley locale, anche i Sioux abbandonano il campo. Qualcuno a partire dal coach Tassi, si accaserà in altre tribù, tra le poche rimaste. Altri, i più, si fermeranno. Per una stagione o forse per sempre. Lo sport è così. E la legge dello sport è severa. Riserva entusiasmi, felicità, emozioni ma anche, spesso, delusioni, amarezze, abbandoni imprevisti e anticipati.

Tra defezioni (lavoro, studio, infortuni) non c’erano più le condizioni per continuare l’avventura, sia pure nella categoria inferiore, forse più facile e nonostante la disponibilità della società pievese ch aveva creduto nel progetto. Troppo complicato mettere in piedi una squadra di 12-15 giocatori. Troppo complicato trovare spazi per allenarsi. E costi alti. Quindi adios… Ognuno per sé. Chi non trova una nuova società o non ha voglia di cercarla il volley lo guarderà dalle tribune. Del resto quando si gioca gratis, senza rimborsi, solo per la gloria e la voglia di giocare, le priorità possono diventare anche altre. Il lavoro e lo studio prima di tutto, naturalmente.

Sportivamente parlando è un peccato perché i Sioux della Crediumbria Geo Volley, nonostante l’epilogo sfortunato e triste, avevano dimostrato che in serie C ci potevano stare, non hanno sfigurato, portando a buon livello giocatori giovani che la serie C non l’avevano mai frequentata prima.  Ma le situazioni cambiano e se le condizioni mancano, inutile insistere. E questa è la sconfitta che brucia di più, più della retrocessione, che ci poteva pure stare. Brucia la scommessa tentata e persa di salvare un patrimonio ancora valido, che invece rischia di andare disperso.

E adesso, senza i Sioux che avevano messo insieme giocatori di Chiusi, Chianciano, Montepulciano, Torrita, Città della Pieve, in una sorta di rapresentativa teritoriale, il volley locale perde l’ultimo fortino…  Città della Pieve non riavrà la sua squadra maschile. Rimarrà il Tavernelle in serie D.

A Chiusi che per anni è stata la città di riferimento resta la formazione della Emma Villas serie C, che da quest’anno giocherà in Toscana e non più in Umbria. Ma si tratta di una squadra e di un progetto sportivo che con il volley locale c’entra poco. E’ piuttosto il serbatoio, la cantera della prima squadra Emma Villas che punta a vincere la A2 e passare alla superlega di A1. Nella formazione allenata da Cruciani i giocatori del posto saranno pochi, sono stati fatti acquisti importanti e vedere giocatori ingaggiati da fuori per la serie C che dormono a Chiusi come i professionisti, in precampionato, dà la misura di una dimensione diversa rispetto al passato.  E diversa dalla dimensione delle formazioni come il Tavernelle o come poteva essere quella della Geo Volley… Non a caso nessuno dei giocatori della formazione pievese che erano di proprietà Emma Villas è stato ricontattato. Ma è normale, essendo il progetto tutt’altro e richiedendo lo stesso progetto un impegno e una dedizione non proprio volontaristica…

Un anno sabbatico per giocatori sotto ai 30 anni (o poco sopra) non è un dramma. E’ possibile che tra 12 mesi qualcosa possa risorgere. Di certe cose ci si accorge quando cominciano a mancare…

 

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...