E SE FACESSIMO UN CONCERTONE PRO-TERREMOTATI?

venerdì 26th, agosto 2016 / 16:49
E SE FACESSIMO UN CONCERTONE PRO-TERREMOTATI?
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Comincia oggi a Chiusi Scalo la kermesse dei Ruzzi della Conca che si protrarrà fino al 4 settembre, quando la finale della Palla al Bracciale assegnerà la Conca n.36. Le contrade sono al lavoro, si stanno adoperando e faranno il possibile perché la festa riesca al meglio, ma è difficile festeggiare e anche solo lavorare, dopo un evento come il terremoto che ha colpito la zona di Amatrice e Norcia.

Le iniziative di solidarietà con le popolazioni colpite, si moltiplicano, alcune si intrecceranno con la festa o si svilupperanno in concomitanza con essa: cene solidali, raccolte di fondi ecc.

Protezione Civile, Ministero e Comuni dicono che è meglio raccogliere e inviare soldi più che alimenti o beni di varia utilità. Il Comune si è messo a disposizione ed ha aperto un conto corrente apposito. Ma farà anche da “garante” alle varie iniziative di sostegno ai terremotati. Una buona cosa.

Come giornale che ha sede a Chiusi Scalo, insieme ad alcuni operatori, ci sentiamo di lanciare una proposta: un concertone con 4 o 5 band locali, utilizzando il palco e il service dei Ruzzi, un giorno o due dopo la fine dei Ruzzi. Ovvero il 5 o 6 settembre, con biglietto e consumazioni in modo da poter devolvere l’incasso ai terremotati, passando magari per il conto corrente e la gestione degli aiuti del Comune.  Diciamo Chiusi Scalo non solo perché quel palco è già lì, ma perché è luogo centrale, facilmente raggiungibile anche dai dintorni…

Una sorta di piccola Woodstock, dalle 18,00 del pomeriggio alla mezzanotte, con musica per tutti i gusti:, per giovani e meno giovani:  dal pop al rock, dal jazz al blues, ai cantautori… Pensiamo a Stefano Giannotti, Gianluca Meconcelli & Friends, a Igor Abbas, ai Dudes, a Giuseppe Leotta e Laura Maneggia, agli Yacamoz, ai Green Grocers, ai Rivelati, alla Galleria dei Cervi e anche ad altri cantanti e musicisti che potrebbero integrarsi e intervenire (Ornella Tiberi, Daniela Nardelli, Roberto Fabietti…)…

Sappiamo già che non sarà facile. Che alcuni dei gruppi e artisti citati non saranno disponibili per impegni precedentemente assunti o motivi vari. Che potrebbero sorgere problemi logistici per il palco e di costi per il service… Forse, però, tutti insieme (Contrade, Chiusinvetrina, band musicali, Comune ecc.) se ne può parlare. E gli ostacoli volendo si superano.

Naturalmente la proposta è aperta e suscettibile di qualsiasi variazione si rendesse necessaria, anche le band musicali possono variare, abbiamo indicato quelle che hanno ‘segnato’ l’estate facendosi notare in vari eventi, ma la lista è solo indicativa. Ci piacerebbe addirittura  che in qualche modo si contaminassero tra loro…

Se poi il concertone venisse fuori bene, potrebbe essere riproposto, più avanti, tra qualche mese, in uno dei paesi colpiti dal sisma, quando sarà dura sfangare la giornata. Anche dopo un terremoto, finite le lacrime per i morti e i feriti, non si vive di solo pane. E la musica ha una forza straordinaria anche come medicina…

m.l.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...