CETONA: SCARAMELLI, BETTOLLINI E… DON CAMILLO AL POSTO DI PEPPONE

mercoledì 17th, agosto 2016 / 10:34
CETONA: SCARAMELLI, BETTOLLINI E… DON CAMILLO AL POSTO DI PEPPONE
0 Flares 0 Flares ×

CETONA – Un tempo i giornali riportavano tra le notizie le iniziative politiche delle feste de l’Unità, magari la partecipazione di qualche “compagno” dei vertici nazionali del partito o i grandi concerti… Adesso nell’era del vento che non si ferma con le mani (anche se il vento sembra ormai una brezzolina autunnale) anche una semplice cena diventa notizia. Soprattutto se a cenare è il consigliere regionale toscano Stefano Scaramelli.  E’ successo ieri alla festa del Pd di Cetona, il meno allineato dei paesi della zona e anche il Pd meno allineato al renzismo dominante e la rivista on line Centritalia News non si è fatta sfuggire lo scoop: “Il consigliere regionale del Pd Stefano Scaramelli e il sindaco di Chiusi Juri Bettollini hanno partecipato stasera, insieme alle rispettive mogli, a una cena nell’ambito della Festa dell’Unità di Cetona. Al loro tavolo anche il vicesindaco cetonese Gianfranco Torroni e Don Piero, parroco del Borgo”. Non c’era il sindaco Eva Barbanera. Non c’era l’ex consigliere regionale Bussolotti, non c’era Fabio Di Meo, membro dell’assemblea nazionale Pd. In compenso però c’erano Don Piero, parroco di Cetona e, se non andiamo errati, anche l’ex provveditore agli studi di Siena Martinelli, figura storica della Dc. Don Camillo insomma ha preso il posto di Peppone.  PEPPONE

E forse quella cena e soprattutto la strombazzata mediatica seguente voleva essere anche un segnale inviato al Pd cetonese, un po’ troppo irrequieto.

“Siamo stati alla Festa del Pd di Cetona – ha commentato poi Bettollini –per condividere le aspettative e gli impegni che da settembre ci vedranno di nuovo insieme per un Sì che porterà l’Italia nel futuro”, ha commentato Bettollini. Già perché Eva Barbanera è uno dei 15 sindaci Pd toscani che non hanno firmato il documento per il Sì al referendum.

Per Scaramelli, che proviene dai Ds e non dalla Margherita, ma è già “intimo” di Monaci a Siena, evidentemente i riferimenti culturali e politici sono ormai quelli dello scudocrociato più che il berlinguerismo che ogni tanto rispunta qua e là, tra le pieghe del Pd… Lui che si è costruito una carriera folgorante come guastatore, come il primo dei “non allineati” alla casta senese, si sta sempre più allineando alle posizioni di Renzi e della Boschi e cerca appoggi e conforto intorno alle parrocchie e ai campanili. E naturalmente non manca una processione, neanche se piove. Bettolini dal canto suo è amico vero di Scaramelli, lo chiama “fratello” e lo segue fedelmente. Certo, una cena alla festa de Pd è solo  una cena. La notizia non c’è. Non dovrebbe esserci. Ma quella foto con il prete ostentata e rilanciata con la solita enfasi dalla stampa embedded, parla da sola. E’ un segnale forte e chiaro, inequivocabile. Il Pd è sempre più la nuova Dc. Sempre sia lodato.

m.l.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...