DA PONTICELLI UNA BELLA NOTIZIA: IL ‘BANCO’ C’E’ ANCORA! GRANDE CONCERTO. E STASERA 7 BAND LOCALI UMBRE E TOSCANE…

domenica 17th, luglio 2016 / 17:03
DA PONTICELLI UNA BELLA NOTIZIA: IL ‘BANCO’ C’E’ ANCORA! GRANDE CONCERTO. E STASERA 7 BAND LOCALI UMBRE E TOSCANE…
0 Flares 0 Flares ×

PONTICELLI – Anche il pubblico sembrava quello di un raduno di “combattenti e reduci” dei mitici anni ’70. Più barbe e capelli grigi che ventenni e trentenni. Popolo da feste de l’Unità di una volta, poteva sembrare. E, diciamocelo, c’era in giro anche un po’ di disillusione, di rassegnazione anche nell’attesa della band di punta della serata: il Banco del Mutuo Soccorso. O più semplicemente “il Banco”. pubblico

Un Banco  decimato, falcidiato dalla sorte che si è accanita su di esso. Un Banco, che per forza di cose, ormai orfano di  Francesco Di Giacomo  e Rodolfo maltese morti nel 2014 e 2015 e con un Gianni Nocenzi non più in formazione, non poteva e non può più essere quello dei “mitici anni ’70”, quando esaltò il progressive rock italiano…

E invece nonostante della band  originale ci fosse solo Vittorio Nocenzi, il primo e fondatore del gruppo, tastierista eccelso, anche lui toccato dalla sfiga e sfiorato dalla morte meno di un anno fa, ieri sera a Ponticelli, frazione di Città della Pieve, al festival Rock For Life (e mai denominazione fu più azzeccata come in questo caso) è andato in scena un concerto memorabile. Che forse segnerà una tappa importante non solo per Ponticelli, per il festival appena menzionato, ma anche per il Banco e per la storia del rock italiano. Perché ha segnato la rinascita, il ritorno in campo di un Banco 2.0 che per qualità, sonorità, piglio musicale, somiglia molto all’originale. nocenzi

Il “grande vecchio” Vittorio Nocenzi (che peraltro è meno vecchio di tante altre star del rock degli anni ’70 avendo solo 65 anni) non ha nascosto l’emozione di questa sua seconda “prima volta”, ha preso il microfono e l’ha usato per parlare, per raccontare, per ricordare i vecchi compagni di cordata  che sono partiti anzitempo per il loro viaggio alato e lo hanno lasciato solo… Ha ricordato la genesi di alcuni brani come “Io sono nato libero” scritta da lui e Francesco Di Giacomo dopo il golpe in Cile nel ’73… Soprattutto ha emozionato tutti per quella sua voglia di parlare, come uno che esce da un incubo e dopo mille peripezie, dopo aver addirittura pensato di non farcela, si ritrova di nuovo a casa, su quella che è la vera casa di un musicista: un palco pieno di strumenti e amplificatori, con le luci che puntano sul pubblico e fanno giochi psichedelici… Anche i nuovi componenti del gruppo, alcuni prelevati dalle band che facevano da spalla, da apripista nei concerti del Banco, hanno dimostrato di essere musicisti eccelsi, all’altezza del nome e del marchio del Banco.

Sembrava dovesse essere una serata “revival” un po’ triste e malinconica, un ritorno ad un passato che non c’è più. Invece è stato un grande concerto. Uno dei migliori mai visti da queste parti. E anche i “Rhumornero” che hanno aperto la serata hanno retto bene la parte con il loro rock robusto e un po’ metal, ma ascoltabile…

Complimenti dunque ai ragazzi di Rock For Life. Ma non è finita, questa sera, ultima serata del festival. E non è una serata banale. Non c’è una band di richiamo nazionale, ma 7 band locali, “il meglio del rock” delle province di Perugia e Siena, in un contest che è comunque una bella passerella. Una buona occasione per ascoltare “live” alcuni prodotti della “cantera” musicale del territorio. Tutte band che propongono brani di produzione propria, quindi da seguire e incoraggiare. Perché anche la musica anche questa musica, è cultura e crescita culturale. Saliranno sul palco nell’ordine Balefullies, Known Physics, La galleria dei cervi, Matteo Schifanoia, The Dudes, The Street Band. A chiudere la serata sarà The Big Blu House, un gruppo torritese che sabato 9 luglio ha suonato sul palco di Pistoia Blues, che non è un palco qualsiasi…

m.l.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...