CHIUSI, DISTRETTO TURISTICO INTERREGIONALE E LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA STAZIONE. BETTOLLINI SEGNA DUE PUNTI A FAVORE…

venerdì 01st, luglio 2016 / 17:44
CHIUSI, DISTRETTO TURISTICO INTERREGIONALE E LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA STAZIONE. BETTOLLINI SEGNA DUE PUNTI A FAVORE…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – A meno di un mese dalle elezioni del 5 giugno scorso, la nuova amministrazione Bettollini incassa due risultati rilevanti. Almeno sulla carta. Ieri è arrivato l’annuncio che nel mese di luglio partiranno i lavori per l’adeguamento della stazione di Chiusi (marciapiedi e altre migliorie). Lavori che potranno consentire la fermata di alcune coppie di treni ad alta velocità e saranno realizzati da Rete Ferroviaria Italiana. Bettolini, a dire il vero, si mantiene cauto, continando a dire che i lavori verranno effettuati entro il 2016, ma l’assessore regionale Ceccarelli ha confermato nei giorni scorsi l’apertura del cantiere in questo mese. Naturalmente i lavori in sé, pur consentendo la possibilità di fermata dei treni Av, non rappresentano di per sé la certezza che ciò avverrà, quindi il sindaco e tutta la comunità chiusina dovranno tenere la guardia alta e spingere perché qualche fermata venga concessa. Sarebbe una soluzione certamente meno costosa e meno impattante di una nuova stazione in linea e garantirebbe comunque al territorio di intercettare l’alta velocità, rivitalizzando anche la stazione e il centro di Chiusi Scalo che ne trarrebbe certamente beneficio. La stazione così com’è rischia di diventare sempre più marginale. La chiusura prima dell’edicola e ora anche della tabaccheria all’interno ne è il segnale inequivocabile. Ben vengano dunque i lavori di adeguamento che saranno anche una boccata d’ossigeno per l’economia: l’investimento è ci circa 2 milioni e mezzo di euro.

L’altro risultato è la firma del ministro Franceschini sul decreto che istituisce il Distretto Turistico Interregionale  dell’Etruria Meridionale. Che è il primo distretto del genere in Italia e annovera 250 comuni tra Toscana, Umbria e Lazio. Per Chiusi è importante perché è una delle tre città capofila insieme a Viterbo ed Orvieto. Per ora si stratta di un impegno sulla carta, ma la cosa, in prospettiva può aprire scenari nuovi e interessanti sia per quanto riguarda la promozione turistica che la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico, culturale, archeologico in un quadro di riferimento più ampio, ma non troppo diluito e molto omogeneo sotto vari punti di vista.

Insomma Bettollini segna due punti nel suo pallottoliere. Ma su entrambi servirà un’azione vigile e possibilmente condivisa delle forze politiche, anche quelle di opposizione,  e delle varie componenti sociali cittadine.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...