ALLA RICERCA DEI NIBALI DEL FUTURO: SABATO 30 LUGLIO 150 GIOVANISSIMI CICLISTI SULLE STRADE DI CHIUSI SCALO

martedì 26th, luglio 2016 / 12:36
ALLA RICERCA DEI NIBALI DEL FUTURO: SABATO 30 LUGLIO 150 GIOVANISSIMI CICLISTI SULLE STRADE DI CHIUSI SCALO
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Torna sabato 30 luglio il “Trofeo Chiusinvetrina”, gara ciclistica giovanile su circuito cittadino per le strade di Chiusi Scalo.  La manifestazione giunta alla quarta edizione vedrà in gara più di cento giovanissimi corridori (ad oggi ler iscrizioni sono 142), di diverse società sportive e provenienti da diverse regioni italiane. Ad organizzare l’evento è come sempre l’associazione Chiusinvetrina, con la Polisportiva Albergo che utilizza durante l’anno il velodromo di Montallese per la scuola di ciclismo (una sessantina di atleti). La gara è inserita nel calendario federale ed ha anche il patrocinio e il sostegno logistico o economico del Comune di Chiusi e della Banca Valdichiana di Chiusi e Montepulciano. A pochi giorni dalla fine del Tour de France, gli appassionati di ciclismo potranno vedere all’opera le giovanissime leve del pedale, bambini e ragazzi e ragazze dai 6 ai 16 anni divisi in varie categorie che si daranno battaglia in un suggestivo e non facile circuito cittadino. Non ci sono salite vere, ma tante curve e tratti di rettilineo in cui provare l’allungo… Partenza e arrivo in via Mameli, poi piazza XXVI giugno, via Oslavia, via Pisacane, via Morgantini… Dopo la prima edizione del 2013 che fu un’ecatombe con decine di cadute e malori per il gran caldo, la gara si svolgerà in orario più fresco, a partire dalle ore 17,00. La premiazione avverrà nella piazzetta di via Morgantini.ciclistini-850x636

Chiusi scalo, dove è in corso la festa dello Sport, vivrà insomma una giornata di sport importante e il fatto di vedere tanti giovanissimi corridori, è anche uno spot per il ciclismo, sport bellissimo e popolarissimo, che sta risalendo la china dopo anni in cui è stato letteralmente massacrato dal doping. Figure di campioni come Nibali e Aru, “locomotive” come Froome, corridori d’assalto come Peter Sagan, giovani come Esteban Chavez stanno di nuovo nobilitando l’arte di correre in bicicletta, ed evidentemente fanno proseliti… In gare come il Trofeo Chiusinvetrina, proprio perché dedicate a categorie giovanili anche alle primissime pedalate, non è certo il risultato quello che conta, ma imparare a stare sui pedali, imparare a correre a gareggiare in gruppo. E come ha detto recentemente al processo alla tappa del Tour Felice Gimondi, che è uno che se ne intende, a volte conta più imparare a perdere che a vincere… Anche se, naturalmente, nessuno, neanche tra gli esordienti, correrà per perdere…

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...