POST ELEZIONI: E NEL PD PARTONO LE PRIME RICHIESTE DI DIMISSIONI. MACCHIETTI SPARA SUL SEGRETARIO TOSCANO PARRINI

martedì 21st, giugno 2016 / 00:01
POST ELEZIONI: E NEL PD PARTONO LE PRIME RICHIESTE DI DIMISSIONI. MACCHIETTI SPARA SUL SEGRETARIO TOSCANO PARRINI
0 Flares 0 Flares ×

CETONA – A meno di 24 ore dall’esito dei ballottaggi delle amministrative, nelle fila del Pd, il grande sconfitto, già cominciano le richieste di un “redde rationem” ai dirigenti nazionali e regionali. Marco Macchietti, ex sindaco di Cetona e membro dell’assemblea territoriale dl Pd senese, per esempio, senza tanti giri di parole, chiede le dimissioni del segretario regionale Dario Parrini. Ecco il testo di una nota che ha diffuso oggi:

I risultati di queste elezioni Amministrative ci dicono che in Toscana evidentemente eravamo così impegnati a cercare di fonderli i Comuni che ci siamo dimenticati di prepararci per tornare ad amministrarli.
Eravamo così concentrati ad alimentare il nostro ego di politici muscolari e decisionisti, che abbiamo confuso la giusta difesa delle nostre ragioni con l’arroganza e la sopraffazione.
Magari eravamo anche così impegnati a fare altro, in Parlamento, o sulle pagine dei giornali esibendo dotte disquisizioni politologiche, che non ci siamo accorti che nei territori i cittadini ci stavano voltando le spalle.
Più d’uno avevamo fatto osservare che così non poteva andare, ma siamo stati trattati da vecchi gufi. Beh adesso la notte è scesa per tutti.
Nei partiti che furono, i vertici toscani del PD si sarebbero già dimessi dopo le prime proiezioni uscite ieri sera.
Nel nuovo modello di partito le responsabilità dovrebbero essere ancora più dirette e individuali, visto che quando c’è da decidere l’accentramento nelle mani di pochi del potere di farlo è ormai cosa data per assodata.
Per questo penso che Dario Parrini dovrebbe fare quello che ho fatto io, anche se per tutt’altro motivo, qualche settimana fa: dimettersi dalla carica di Segretario, nel suo caso Regionale.
Se quando c’è da assumere decisioni si pretende di farlo in solitudine, come un uomo solo al comando, allora quando si perde, e si perde così pesantemente, altrettanto in solitudine non si può che trarne le dovute conseguenze“.

Questa di Marco Macchietti è la prima presa di posizione post debacle (in Toscana il Pd ha perso 5 ballottaggi su 6), ma probabilmente non sarà l’unica. E sui social il tam tam dei militanti Pd è già cominciato.  Non solo in Toscana, naturalmente. Ma in Toscana, essendo la patria di Renzi e della superministra Boschi, il vento contro assume un valore maggiore. E può essere più devastante. Il vento contro può diventare un tornado. E comunque pedalare contro vento, soprattutto se sei un uomo solo al comando, senza nessuno che ti porti in cima alla salita, è una faticaccia, di quelle che troncano le gambe anche ai corridori dati per vincenti…

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...