EMMA VILLAS, PRENDE FORMA UNA SQUADRA TUTTA NUOVA

giovedì 23rd, giugno 2016 / 10:55
EMMA VILLAS, PRENDE FORMA UNA SQUADRA TUTTA NUOVA
0 Flares 0 Flares ×

SIENA – Dopo i primi colpi di mercato messi a segno tra maggio e i primi di giugno (il nuovo coach Paolino Tofoli, il palleggiatore Fabroni, l’opposto Padura Diaz, il libero Cesarini e lo schiacciatore brasiliano Russomanno, oltre alla conferma di Sergio Noda Blanco) continua a prender forma la nuova formazione Emma Villas.

Il presidente Bisogno e il Ds Mechini sembrano intenzionati a fare le cose in grande. Ma soprattutto a farle bene. Una squadra non è un album di figurine, come si è visto nella stagione passata. E allora ecco una serie di giocatori di sicura affidabilità, con la giusta esperienza, ma in larga misura ancora giovani.

L’ultimo in ordine di tempo è un “colpo” che era nell’aria da un bel po’, già dalla stagione della B2… Si tratta di Cesare Gradi, classe 1988, 198 centimetri. Schiacciatore, ma all’occorrenza anche opposto. Ha giocato in A1, A2 e B1 a Perugia, San Giustino, Sora, Bergamo, Aversa e Corigliano… Ma è originario di Sinalunga. Quindi è uno di casa… Un elemento che può far comodo in campo e che può rappresentare un valore aggiunto, per radicare ancor di più la squadra nel territorio…

Prima di Gradi, Bisogno e Mechini si erano assicurati anche le prestazioni di Filippo Vedovotto, un ragazzone razza Piave, classe ’90, proveniente da Vibo Valentia. Uno dei pezzi più ambiti del mercato. Schiacciatore non altissimo (1,92) ma capace di mettere a terra 2.300 punti in 6 stagioni.

Per dare una mano a Fabroni e coprire il ruolo di secondo palleggiatore hanno preso Simone Di Tommaso, classe ’82, ultime tre stagioni ad Olbia, Civita Castellana e Aversa.

Le due caselle dei centrali sono state occupate con l’acquisto di Vincenzo Spadavechia e Michael Menicali. Il primo, 23 anni di Terlizzi (Ba), 204 centimetri e una mano piuttosto pesante, arriva dalla Superlega di A1, precisamente da Molfetta. Nelle due stagioni precedenti ha giocato a Castellana Grotte.

Il secondo, di anni ne ha 26, è alto 203 centimetri, è piemontese di Moncalieri e arriva da Civita Castellana, come il libero Cesarini.

Gli stranieri per ora sono 2: Russomanno e Noda Blanco (Padura Diaz è naturalizzato italiano). Gli “over 30” Fabroni, Di Tommaso e Russomanno. L’unico confermato della passata stagione, al momento, è Noda Blanco.

Manca ancora qualche tassello: un terzo centrale, il secondo libero, un secondo oposto di ruolo, qualche giovane da tirar su…  La panchina è corta e andrà… allungata. Ma il più è fatto. La squadra sembra robusta e bene assortita. Il sestetto base potrebbe essere costituito – sulla carta – dalla diagonale Fabroni-Padura Diaz, dai centrali Spadavecchia e Menicali, Russomanno e Vedovotto sulle bande, Cesarini libero. Con gli altri, pronti a subentrare: Gradi come alternativa in attacco, Noda Blanco se c’è da difendere e dare ordine.

Quanto agli ex, il giovane Giacomo Raffaelli si è accasato a Ravenna in A1, il libero Andrea Marchisio è tornato a Tuscania, mentre Vincenzo Tamburo è tornato ai Lupi Santa Croce che quest’anno faranno la A2.

 

Nella foto:  l’opposto Padura Diaz, vero trascinatore in campo.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...