CREDIUMBRIA DICE SI’ ALLA FUSIONE. IL FRONTE DEL NO SCONFITTO 10-1

sabato 21st, maggio 2016 / 18:54
CREDIUMBRIA DICE SI’ ALLA FUSIONE. IL FRONTE DEL NO SCONFITTO 10-1
0 Flares 0 Flares ×

MOIANO – La fusione tra Crediumbria e Credito cooperativo Umbro di Mantignana si farà. L’assemblea dei soci di Crediumbria tenutasi questa mattina a Moiano ha detto sì. A larghissima maggioranza: 1.007 voti contro 109 (dato ufficioso) e una manciata di astenuti.

La linea proposta dal management della banca ha vinto 10 a 1. La “fronda” organizzata dal comitato per il no capeggiato da alcuni ex consiglieri e funzionari, si è espressa nell’assemblea con una serie di interventi contrari, anche superiori nel numero agli interventi favorevoli, ma al momento del voto è stata letteralmente sommersa e surclassata.

Le argomentazioni contro la fusione e le posizioni semplicemente critiche o dubbiose non hanno evidentemente fatto breccia, non hanno scalfito la linea favorevole al progetto e sono rimaste minoritarie. Molto minoritarie.

Il presidente Giovagnola e il direttore Capacci incassano dunque non solo il risultato, ma anche un successo personale. Mai le assemblee dei soci di Crediumbria avevano superato la soglia dei 1.000 votanti e più di 500 sono stati i soci che hanno partecipato direttamente e personalmente al voto, gli altri lo hanno fatto per “delega”.

Domani mattina si terrà l’assemblea della Bcc di Mantignana. E se il risultato sarà ugualmente favorevole alla fusione, il matrimonio potrà essere celebrato e dal 1 luglio le due banche insieme si chiameranno BCC UMBRIA.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...