CHIUSI, POLEMICA POSSIAMO-PD SUL RISPETTO DELLE REGOLE ELETTORALI

giovedì 26th, maggio 2016 / 12:20
CHIUSI, POLEMICA POSSIAMO-PD SUL RISPETTO DELLE REGOLE ELETTORALI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Rita Fiorini Vagnetti, rimasta piuttosto silenziosa e defilata fino ad ora, annuncia l’appoggio alla sua lista da parte del movimento “Noi del Fare” del sarteanese Marcello Piscitello, uno che recentemente ha appoggiato di tutto. Cinque anni fa per esempio appoggiava Scaramelli (Stefano, quello che ha lasciato il comune ed è andato in Regione) a nome dell’Idv, insieme a Fabio Dionori. Poi, più recentemente è transitato per la Lega Nord, appoggiando le “ruspate” di Salvini. Adesso sta con Rita Fiorini e la sua lista orgogliosamente civica. Peccato che Piscitello non voti però a Chiusi essendo residente altrove. La dote che porterà alla causa fioriniana sarà scarsina. betto mar nero

Dopo lo scivolone della contrada del Mar Nero che con un volantino annunciava per domai, venerdì 27, una assemblea di contrada con “il candidato sindaco Juri Bettollini”, il Pd ha cercato di correggere il tiro con un volantino proprio, nel quale si annuncia lo stesso incontro, con la presenza di Bettollini, ma senza alcun riferimento alla contrada (solo al quartiere), assumendo la paternità dell’iniziativa.  Insomma qualcuno nella contrada del Mar Nero non aveva capito bene e si era un po’ allargato e credendo di fare cosa gradita al capo, ha fatto una frittata.  Non spetta alle contrade di fiancheggiare i candidati e organizzare eventi di propaganda elettorale. volantino marnero

Il Pd invece può farlo. Ma come già la contrada del Mar Nero anche il Pd ha attaccato i volantini dell’incontro sui lampioni,  fuori dunque dagli appositi spazi previsti dalle norme che regolano le campagne elettorali. Questo non si può fare  e quelli di Possiamo hanno chiamato le guardie… Già i 5 Stelle nei giorni scorsi avevano denunciato sui social alcune violazioni delle regole (manifesti fuori degli spazi canonici) da parte del partito di maggioranza.manifesti fuori spazio

Non solo, ma la lista di sinistra capeggiata da Luca Scaramelli ha anche diramato un comunicato stampa nel quale – come si diceva una volta – stigmatizza il comportamento disinvolto di Bettollini & C. e il rapporto spesso improntato a sudditanza e piaggeria delle associazioni cittadine verso il potere. Il caso Mar Nero ne è l’esempio più lampante, ma non il solo. Ecco il testo della nota di Possiamo firmata da Luca Scaramellli e da tutti i candidati della lista:

La natura sempre più individualista del rapporto tra cittadino e istituzione, porta il cittadino a rivolgersi ad essa per risolvere esclusivamente problemi di carattere personale e l’istituzione a rispondere in modo da rafforzare la logica che confonde i ruoli democratici e rappresentativi con la personalizzazione della politica . Gestire il rapporto in questo senso tende a convalidare pratiche di ricerca di un consenso perenne, esasperandone i toni soprattutto nel periodo di campagna elettorale.lampione

Questa consolidata pratica di affermazione personalistica della politica tende a creare nella popolazione un atteggiamento di sudditanza nei confronti del potere, al punto che si arriva a dimostrare scarsa curiosità nei confronti delle altre proposte politiche portate avanti dalle liste alternative. Inoltre questa genera, da parte di chi esercita il potere da diverso tempo, un atteggiamento scontato di arroganza e insufficienza verso le regole etiche e democratiche del confronto tra opinioni e programmi diversi, al punto che le persone, sia singole che riunite in associazioni, fanno fatica ad esprimere le proprie opinioni, condizionate dal timore che questo possa avere delle ricadute. Possiamo dire che si possa separare la partecipazione a eventi, iniziative culturali e sociali importanti, inaugurazioni, assemblee, competizioni sportive, convegni sulla salute in qualità di “sindaco f.f.” – firmando lettere di consegna della Costituzione ai neo diciottenni (con quale coraggio visto che il segretario nazionale dello stesso partito la vuole distruggere?) – dalla partecipazione ad incontri rivolti ad associazioni e quartieri della nostra città, visite in aziende, con tanto di fotografo e sorriso di circostanza, con disinvoltura e facilità in qualità di candidato a sindaco?
Il nostro intervento a questo punto della campagna elettorale si rende necessario al fine di contestare l’ennesimo atto di promozione elettorale subliminale che inficia la serietà e la correttezza di un confronto alla pari tra candidati in corsa per le amministrative del 5 giugno. Contemporaneamente ringraziamo tutti coloro che ci sostengono e che stanno attivamente partecipando ai nostri incontri, fortemente interessati a conoscere le nostre proposte programmatiche, e sinceramente vicini sia politicamente che umanamente. La ricchezza e la forza delle nostre idee risiedono nel dibattito tra i nostri candidati e i cittadini che, noncuranti delle pressioni, sostengono il nostro percorso programmatico ed elettorale.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...