NUOVO PALASPORT A CHIUSI: LA DITTA C’E’. PRESTO IL VIA AI LAVORI. UNA PIETRA SOPRA LO SCANDALO DELLO STADIO

martedì 10th, maggio 2016 / 12:01
NUOVO PALASPORT A CHIUSI: LA DITTA C’E’. PRESTO IL VIA AI LAVORI. UNA PIETRA SOPRA LO SCANDALO DELLO STADIO
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – La gara si è conclusa positivamente. La ditta che realizzerà il nuovo palasport in località Pania  è stata individuata. Ed è una ditta di Chiusi. Lo annuncia con soddisfazione il vicesindaco reggente e candidato Juri Bettollini che parla di inizio lavori a breve scadenza. Ma non fa il nome dell’impresa (non si capisce perché). Comunque la ditta che si è aggiudicata il lavoro è la M.M. Srl di Edoardo Maccari & C. con sede in Chiusi, via Montegrappa. Recentemente ha realizzato complessi residenziali e opere pubbliche a Montepulciano, Città della Piece, Castel del Piano (Gr) e Marsciano…

“Nei prossimi mesi sarà depositata la prima pietra”, si legge nel comunicato del Comune diffuso ieri e rilanciato già questa mattina dal Corriere di Siena.  Probabilmente Bettollini, leggendo quella frase si sarà portato tutte e due le mani nelle parti basse…  Parlare di “prime pietre” a Pania non  porta bene. Ancora si cercano in mezzo all’erba la prima e la… seconda poste da Ceccobao per lo Stadio, inaugurato 2 volte e rimasto scandalosamente incompiuto. Entrambe furono poste con tanto di cerimonia e banda musicale al seguito… E si è visto come è finita. Insomma sarebbe la terza pietra, non la prima…

Bettollini che è uomo del fare (e di mestiere faceva il geometra) più che la prima pietra, lì a Pania vorrebbe metterci una pietra sopra. E il nuovo palasport questo è: una pietra sopra lo scandalo dello Stadio. Un modo per recuperare ciò che per lo stadio è stato costruito e non gettare al vento quella spesa, peraltro superiore al milione e 700 mila euro, utilizzando il residuo del mutuo a suo tempo acceso, per riconvertire l’opera, mantenendone la destinazione sportiva.

Tra l’altro, come abbiamo scritto più volte, un nuovo palazzetto a Chiusi può anche servire e risultare opera utile e strategica. Per decongestionare l’attuale palasport, liberare le palestre scolastiche (sono 3) dall’utilizzo da parte di società sportive, per dotare la città di una struttura in grado di ospitare eventi sportivi di categorie importanti, ma anche altri eventi, come convegni, congressi, concerti, meeting… Insomma il palasport servirà anche senza la pallavolo di serie A della Emma Villas.  E, diciamolo, quelle opere incompiute per lo stadio, in assenza di riconversione e riutilizzo,  sarebbero solo un monumento allo spreco e alla vanagloria di amministratori capaci solo di fare gli affari propri…

Quindi Bettollini, con il nuovo palasport salva in calcio d’angolo i suoi predecessori perché poi la gente tra qualche tempo vedrà solo il palasport e dello scandalo stadio non si ricorderà nemmeno…  Tra l’altro con l’iter avviato e portato a questo punto, non è più ipotizzabile un ripensamento o una marcia indietro, qualora Bettollini perdesse le elezioni e il sindaco lo facesse qualcun altro (e qui Bettollini riporterà le mani nella parti basse per la seconda volta). Diciamo che si è portato avanti con il lavoro…

Dal punto di vista tecnico-edilizio, il nuovo Palasport in località Pania sarà caratterizzato – si legge nel comunicato comunale – da una struttura di legno lamellare con copertura con doppio telo in pvc ignifugo di colore bianco, mentre il campo da gioco sarà adatto sia alla pratica di varie discipline sportive (pallavolo, basket, pallamano, calcio a 5) sia alla realizzazione di eventi come concerti o convegni. La struttura sfrutterà le opere già realizzate e quindi le tribune, ma anche i quattro spogliatoi e i servizi igienici per atleti e spettatori. Ovviamente ci saranno opere aggiuntive come una sala muscolazione e un’autonoma sala stampa necessaria per eventuali manifestazioni o campionati di serie A. Il nuovo Palazzetto dello Sport avrà un’altezza di circa 10 metri, il campo da gioco polivalente avrà una lunghezza di 44 metri per una larghezza di 23 e le tribune, potranno ospitare circa 700 spettatori seduti omologati che poi potranno aumentare ad oltre 1000 in un successivo passaggio nel quale saranno installate altre tribune mobili oltre a servizi vari come bar, infermeria e biglietteria.
Oltre a tutto questo il progetto si completerà con la realizzazione della rotatoria che permetterà l’accesso all’area dalla strada statale. Se i tempi saranno confermati e rispettati, a settembre 2017 il Palasport potrebbe anche essere pronto per essere utilizzato…

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...