RENZI “CARICA” BETTOLLINI. MA NON SARA’ UN AUTOGOL?

martedì 05th, aprile 2016 / 12:27
RENZI “CARICA” BETTOLLINI. MA NON SARA’ UN AUTOGOL?
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – L’Italia era una repubblica fondata sul lavoro. Adesso di lavoro ce n’è poco e la repubblica è fondata sui selfie. La politica è tutta un selfie. E come i ragazzini cercano di farsi una foto con Pogba o Higuain,  segretari di partito, sindaci e candidati cercano di farsi il selfie con qualche personaggio più alto in grado, per dimostrare che hanno amici ai piani superiori… Qualche settimana fa la segretaria del Pd chiusino postò una sua foto con Giachetti, il candidato del partito a Roma. Questa mattina il candidato a sindaco, sempre di Chiusi, Juri Bettolini ha pubblicato la sua foto nientepopodimenoche con Matteo Renzi. Il quale lo avrebbe espressamente invitato alla direzione nazionale del Partito e abbracciandolo – così raccontano le cronache – gli avrebbe detto “Juri fai il bravo, ho piena fiducia in te!”.

Mi verrebbe da dire, “caro Juri, con un ‘suggello’ così sei a cavallo! Ora chi ti ferma più?”.

Poi pensandoci un po’ su, mi viene da dire un’altra cosa al candidato Pd: ma sei proprio sicuro che di questi tempi, in questo preciso momento, ostentare amicizia con Renzi sia la cosa migliore da fare, e non sia invece un autogol? Perché Renzi in queste ore è nel mirino: della minoranza interna al partito che ieri con Cuperlo gli ha gridato in faccia “hai l’arroganza del capo, non il carisma del leader, non sei all’altezza dell’incarico che ricopri”. E anche della stampa e delle opposizioni parlamentari per la vicenda Guidi e la difesa dell’emendamento “ad personam” (o meglio a vantaggio sì del compagno della ministra, che ci guadagnava 2 milioni di euro, ma anche delle compagnie petrolifere che lo avevano chiesto e ispirato).

Renzi anche stavolta ci ha messo la faccia e come Mussolini nel ’25 (“Se il fascismo è una associazione a delinquere io ne sono il capo”) si è assunto la responsabilità e la paternità di quel provvedimento, lanciando un segnale chiaro ai petrolieri: tranquilli, il Governo non cambia rotta, io sono con voi. E la stessa cosa Renzi ha detto alla Confindustria, quando ha esaltato Marchionne criticando invece i sindacati. Esattamente il contrario di quanto disse Berlinguer ai cancelli della Fiat nel 1980: “Noi saremo sempre dalla parte dei lavoratori e dei sindacati”.

Insomma un Renzi capo del centrosinistra che evoca più Mussolini che Berlinguer, che difende a spada tratta la sua ministra Maria Elena Boschi anche di fronte a palesi conflitti di interesse e scivoloni di famiglia, può essere un’icona da postare come un santino, una amicizia da sfoggiare ed esaltare in funzione elettorale? Nella repubblica dei selfie forse sì. Nel mondo reale – se ci fosse un mondo reale – magari meno.

E Juri Bettollini farebbe bene ad andarci più cauto. Perché Renzi è già in bilico. Non ha più il vento in poppa come tre anni fa. Sta collezionando figuracce e prese di posizione discutibili, come quella sul referendum del 17, con quell’invito scandaloso a disertare le urne, proprio per fare un piacere ai petrolieri, contro il parere di 9 regioni, quasi tutte governate dal Pd…

Renzi, dà l’impressione di essere già un dead man walking… un premier a tempo (ormai quasi scaduto). Uno che ostenta sicurezza e arroganza perché sa di aver esaurito i suoi bonus…

Per sopravvivere, probabilmente cercherà di  cambiare ulteriormente pelle, volto e riferimenti culturali al Pd, facendolo diventare, più di quanto già non lo sia, una nuova Dc, centrista e allineata ai poteri forti, all’Europa delle banche, all’alleato americano… Come è sempre stata la Dc.

Ora, una foto con Renzi non è un reato, Bettolini è un renziano della prima ora, come Scaramelli, magari una certa amicizia con il premier c’è davvero. Ma… è questo il quadro in cui intende muoversi, a  Chiusi, Juri Bettolini se diventerà sindaco? E il Pd che ha in mente Renzi è lo stesso a cui pensa anche Bettollini a livello locale? Sarà bene che lo dica, al di là dei selfie…

Marco Lorenzoni

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...