CHIUSI, LISTA A SINISTRA: PIU’ SI’ CHE NO. STASERA TOCCA AI 5 STELLE. E INTANTO BETTOLINI INAUGURA…

venerdì 22nd, aprile 2016 / 15:20
CHIUSI, LISTA A SINISTRA: PIU’ SI’ CHE NO. STASERA TOCCA AI 5 STELLE. E INTANTO BETTOLINI INAUGURA…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – C’era una bella platea ieri sera all’ex cinema Eden ad ascoltare quelli del Comitato cittadino per la democrazia e la partecipazione… Non numerosissima (una cinquantina di persone più o meno), ma piuttosto interessata e fatta da una bella fetta di “cittadinanza attiva”, facce note, per lo più. Gente che ha perso la casa e anche la rotta, ma non la bussola e cerca risposte “da sinistra” ad una crisi economica senza precedenti e alla desertificazione della politica. Gente che ha militato a sinistra, ma non si è piegata al pensiero unico, né alle logiche da… partito unico che sembrano animare da un lato il Pd e dall’altro i 5 Stelle. Gente che ha assistito, anche dall’interno, allo sfacelo della sinistra stessa, che però nella maggior parte dei casi non ne è stata corresponsabile o quantomeno da quello sfacelo ha preso le distanze. Non da adesso (nella maggioranza dei casi). Poi c’erano anche giovani che hanno conosciuto solo il Berlusconismo e il renzismo e con la sinistra che fu non hanno niente a che fare, ma hanno voglia di prendere la parola, di non lasciare il campo agli arrivisti o a chi pensa, messianicamente, di essere l’unico depositario dell’onestà, della legalità, del pensiero critico ma vuole giocare da solo e con il pallone suo. C’era buona parte della vecchia Primavera… Non c’era invece nessuno dei 3 candidati a sindaco ufficialmente presentati: Juri Bettolini per il Pd, Bruna Cippitelli per i 5 Stelle, Mirco Salaris per la triade di centro destra…  Qualche 5 Stelle si è visto. Gente notoriamente Pd no. La destra è una nebulosa poco riconoscibile. Forse c’era in incognito. Chissà…

Non è ancora chiaro, né deciso, se dall’assemblea pubblica di ieri sera scaturirà una nuova lista elettorale, ma qualche input in tal senso è partito. Sia dai promotori che dagli interventi della platea. Quindi è molto probabile, nonostante i tempi stretti, che la lista alla fine sulla scheda ci sarà… Vedremo come sarà, se sarà rappresentativa, forte, o semplicemente di presenza e di testimonianza, per segnare un punto e da lì partire per il futuro. Vedremo se avranno i giovani del Comitato, la capacità di aggregare e riaggregare le intelligenze, le sensibilità, le competenze, la passione di una parte consistente di città che il Pd ha messo ai margini e gli altri (5Stelle, destra ecc.) non riescono o non possono per varie ragioni rappresentare. E vedremo anche se riuscirà a superare l’handicap, il difetto di fabbrica della stessa Primavera e cioè l’assenza di una “idea di fondo”, di una connotazione precisa, di un progetto politico che potesse fare da collante, nella società e non solo in Consiglio Comunale.

Intanto Bettollini inaugura marciapiedi (pronti e utilizzati da mesi) con tanto di porchetta,  come Aldo Fabrizi nel film C’eravamo tanto amati, tiene assemblee con gli anziani dell’Auser e risponde ai cittadini in diretta streaming su facebook (potenza dei social!). E in tutto questo, nonostante sembri meno fru fru e “fascioso” di Scaramelli, sul piano della comunicazione sembra discostarsi poco dal suo predecessore. E anche da quello precedente ancora. La smania delle inaugurazioni attanaglia pure lui. Ma il giochino potrebbe anche risultare controproducente. La gente sorride. E mormora…

Questa sera, alle 21,00 alla sala San Francesco sarà la volta dei 5 Stelle. Il Movimento presenterà i suoi candidati e poi parlerà di Agricoltura, ambiente e verde pubblico. Con due parlamentari. Sarà l’occasione per ascoltare finalmente dal vivo la candidata a sindaco Bruna Cippitelli e gli altri della lista e per ascoltare anche qualche cosa sulle questioni locali. Del resto i temi ambientali sono cari ai 5 Stelle.BRUNA CIPPITELLI

E visto che si parlerà di agricoltura, ambiente e verde, ci piacerebbe che 5 Stelle dicessero cosa pensano di quel capannone di tipo industriale sorto in faccia alle Torri Beccati Questo e Beccati Quest’altro, insieme a tre palazzine… Cosa pensa della proposta di un parco energetico fotovoltaico nell’area dismessa dell’ex Centro Carni. (domande che abbiano fatto anche alle altre forze naturalmente). E, inoltre, che fine ha fatto la loro proposta di acquistare la Fortezza di Chiusi con una sottoscrizione pubblica e popolare…

Visto, che è la prima iniziativa ufficiale di campagna elettorale, anche cosa pensano degli altri competitors e perché hanno rifiutato ogni ipotesi di accordo con altri soggetti. La storia che lo statuto del M5S non prevede e non consente alleanze è un po’ deboluccia (se l’intenzione era quella di vincere le elezioni e non solo di partecipare e contarsi). Deboluccia come la motivazione che ha spinto 32 deputati M5S a votare NO alla proposta di legge di definire la casa natale di Gramsci in Sardegna monumento nazionale. Pare infatti che il No sia stato dettato solo dal fatto che la proprietà della casa di Gramsci è di una fondazione che fa capo ad esponenti del Pd o ex Ds, fondazione che poi avrebbe potuto lucrare su eventuali contributi o prebende… In Italia ci sono decine di Monumenti Nazionali che non sono proprietà dello stato. La casa di D’Annunzio, quella di Marconi per esempio sono Monumento nazionale e sono di proprietà di Fondazioni come la casa di Gramsci. Quelle vanno bene? Dove sarebbe la differenza? Nel nome del proprietario?

Bettollini ogni tanto scivola sui marciapiedi e sui nastri da tagliare, ma non è l’unico a scivolare…

m.l.

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...