GEOTERMIA SULL’AMIATA: MORTALITA’ PIU’ ELEVATA CHE ALTROVE, LA REGIONE SAPEVA DEI RISCHI?

mercoledì 13th, aprile 2016 / 18:40
GEOTERMIA SULL’AMIATA: MORTALITA’ PIU’ ELEVATA CHE ALTROVE, LA REGIONE SAPEVA DEI RISCHI?
0 Flares 0 Flares ×

La Regione Toscana sapeva di gravi conseguenze sanitarie legate alla geotermia sull’Amiata? Pare di sì. Lo confermerebbero le dichiarazioni dell’arch. Zita, ex dirigente della regione che ha seguito la procedura di VIA (Valutazione impatto ambientale) per la centrale di Bagnore 4 nel comune di Santa Fiora, dal 2005 al 2012. In particolare Zita avrebbe rivelato in un recente convegno tenutosi a Firenze, che lo studio epidemiologico commissionato dalla Regione per la Valutazione di Impatto Ambientale, aveva registrato un  “tasso di mortalità” negli uomini, molto più alto rispetto sia ai paesi limitrofi, sia alla media regionale: + 13%. Una vera e propria decimazione.

Non solo: tale studio avrebbe rilevato anche almeno 54 relazioni, statisticamente significative, tra l’incremento di malattie e i valori di diversi inquinanti presenti nell’aria, nell’acqua e nel sottosuolo di quel territorio, prodotti anche dalle centrali geotermiche. E cioè arsenico, mercurio, acido solfidrico. In particolare lo studio  essendo certa l’emissione di tali sostanze dalle centrali geotermiche, stabiliva una relazione certa tra questi inquinanti e l’aumento delle malattie e casi di morte nei comuni geotermici…

Come riferisce il periodico on line “La Postilla amiatina“, l’architetto Zita nel medesimo convegno ha anche riferito che nel 2012 ricevette un parere negativo da parte dell’Agenzia Regionale della Sanità per l’ampliamento della centrale di Bagnore e che quel parere fu trasmesso all’assessore regionale Bramerini. Sulla base del parere negativo, l’ampliamento non doveva/poteva essere autorizzato e si sarebbero dovuti chiudere anche gli altri impianti già in esercizio sull’Amiata. Ma dopo due settimane il parere negativo diventò positivo, per una sopraggiunta comunicazione chiarificatrice del Settore Energia della Regione…  L’assessore Bramerini e lo stesso Zita rimasero sorpresi e sconcertati.

La centrale Bagnore 4 è stata potenziata,  all’Assessore Bramerini è stata tolta la delega all’ambiente e Zita è stato sostituito come responsabile del Settore VIA e trasferimento al Settore Paesaggio. Naturalmente sa bene che dovrà assumersi tutta la responsabilità di quanto dichiarato e sa che ora verrà “crocifisso”. La Regione infatti ha già annunciato di aver messo la pratica nelle mani degli avvocati.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...