CHIUSI, TEMI CALDI E CANDIDATI SILENZIOSI…

sabato 16th, aprile 2016 / 15:46
CHIUSI, TEMI CALDI E CANDIDATI SILENZIOSI…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – La campagna elettorale non  è ancora ufficialmente cominciata, ma si avvicina inesorabilmente. Il Pd tace e lascia l’iniziativa a Bettolini che in due o tre giorni ha annunciato lavori di sistemazione del campetto all’interno del parco dei Forti, opere per la regimazione delle acque a Montallese, nuovi accordi con la Pro Loco e, dulcis in fundo, anche l’approvazione del nuovo Piano Strutturale, addirittura con diretta streaming dal Consiglio comunale prevista lunedì 18 aprile…  Opere a go go, manco ci fossero le elezioni… Ma in assenza di un partito vero, la giunta ha potere di surroga. E Bettollini fa il mestiere suo. Normale. Non è questo che può stupire.

Se mai stupisce il silenzio di Bettolini, della Giunta, del Pd e delle opposizioni su altri nodi venuti al pettine negli ultimi giorni. Cinque anni fa un esponente della Primavera disse: “mica possiamo farci dettare l’agenda da primapagina!”. Certo che no. Ci mancherebbe altro. Ma se i temi proposti da primapagina o da altri organi d informazione sono rilevanti, sarebbe opportuno che le forze politiche che si presentano alle elezioni dicessero la loro. E invece niente. Non vogliono farsi dettare l’agenda, evidentemente. E allora ricapitoliamo:

1) qualche giorno fa primapagina, tra i primi in Italia, ha parlato del caso dei treni Swing acquistati dalla Regione Toscana, in Polonia, per 48 milioni di euro e da Trenitalia per altri 8 milioni, ritirati dal servizio perché difettosi… I due articoli di primapagina sono stati presi a base per una interrogazione parlamentare urgente presentata dai deputati Bordo e Scotto di Sinistra Italiana. La questione riguarda da vicino Chiusi perché quei treni erano in funzione sulla Chiusi-Siena… Possibile che nessuno abbia niente da dire? Né il consigliere regionale Scaramelli, né il candidato Pd Bettolini, né la destra o i 5 Stelle che si sono autoproclamati paladini e depositari della moralità pubblica e del buon governo? Eppure 48 milioni non sono bruscolini…

2) Sempre qualche giorno fa abbiamo pubblicato la notizia che la regione Toscana sapeva, sulla base di uno studio epidemiologico del 2010, dei rischi connessi alla geotermia sull’Amiata e del fatto che proprio le emissioni delle centrali geotermiche possono aver causato un aumento delle malattie e delle morti per tumore (+13%) in quel territorio… La cosa è venuta fuori in un convegno del 9 aprile a Firenze e l’ha gettata sul tappeto un funzionario della Regione…  Nonostante questo la Regione non solo ha autorizzato l’ampliamento di una centrale geotermica sull’Amiata (Bagnore 4), ma ha anche rilasciato permessi per nuove trivellazioni... Sia per la geotermia che per la ricerca di idrocarburi, in Amiata ma anche in Maremma, Valdorcia, Chianti,Crete senesi… Tutti d’accordo sul referendum No Trivelle, ma su questo niente da dire? Rispetto a Chiusi, la Valdorcia e l’Amiata sono molto più vicine del mare Adriatico…

3) Lo scempio edilizio davanti alle Torri Beccati Questo e Beccati quest’altro. Finché si trattava di una palazzina al posto del vecchio podere diroccato, qualcuno avrebbe potuto dire:  dov’è il problema? Ma adesso che le palazzine sono diventate 3 ed è spuntato pure un capannone di tipo industriale, in  una zona che industriale non è, ma al contrario è territorio delicato e in faccia ad due monumenti storici, la questione cambia aspetto. Notevolmente. E senza ombra di dubbio. E’ vero che le costruzioni sorgono in territorio di Castiglione del Lago, ma quei monumenti (le due torri) fanno parte dell’immaginario collettivo di Chiusi, si trovano nella cartoline di Chiusi… Nonostante questo, però, silenzio assoluto. Della giunta (che non si è fatta sentire con il sindaco di Castiglione del Lago) e anche delle opposizioni, quelle vecchie e quelle di nuovo conio… L’unica presa di posizione è quella del Comitato No Triv. Per il resto,non si è sentita neanche una parola.

A oggi, del candidato della destra Mirco Salaris che sarà presentato ufficialmente il 18 aprile, sappiamo solo che gli piace giocare alla guerra. Della candidata a sindaco dei 5 Stelle (presentazione ufficiale il 22), che è bionda e va in giro con una Jeep. E Bettollini?  inaugura e finta di niente. Ma sbaglia. Perché in questo modo la sua credibilità scema.

E non è che parlino d’altro, non parlano di niente…

Forse alcuni non l’hanno chiaro, ma… chi si presenta alle elezioni ha l’obbligo di rispondere alle domande. E alle sollecitazioni. Funziona così la politica. Non l’ha mica ordinato il dottore di candidarsi…

m.l.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...