CHIUSI, SALTANO TESTE ECCELLENTI NEL PD: FUORI LA SEGRETARIA FATIGHENTI E L’ASSESSORE SONNINI

sabato 30th, aprile 2016 / 15:59
CHIUSI, SALTANO TESTE ECCELLENTI NEL PD: FUORI LA SEGRETARIA FATIGHENTI E L’ASSESSORE SONNINI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI . Il Pd annuncia per il 6 maggio la presentazione ufficiale al Mascagni della lista per le comunali. Ma deve essere successo qualcosa di serio, nel Pd, nelle ultime ore. Della lista infatti non faranno parte né la segretaria del partito Pamela Fatighenti, né l’assessore uscente Gianluca Sonnini. Di solito è nelle rivoluzioni che saltano le teste. Qui sembra più una resa dei conti, una notte de lunghi coltelli, che una rivoluzione. Per la segretaria Fatighenti, che stamattina ha diramato su facebook un messaggio di commiato, piuttosto mesto a dire il vero, sembra una bocciatura in piena regola. Per te Miss Italia finisce qui, dice Fabrizio Frizzi alle concorrenti escluse. Ecco, per Pamela Fatighenti la situazione è più o meno la stessa. Dopo aver sperato di fare la candidata a sindaco, poi l’assessore alla cultura, adesso si ritrova pure fuori dalla lista per il consiglio comunale. E non potrà essere ripescata come assessore esterno, perché gli assessori esterni di solito si cercano per competenze specifiche, non per meriti meramente politici. Il segretario del partito di maggioranza non può rientrare dalla finestra, evitando il vaglio del voto. Sarebbe un messaggio di timore  e di estrema debolezza. Quindi, fuori uno. Senza appello.

Per Sonnini la cose stanno forse diversamente. Pare che Bettolini abbia fatto il possibile per cercare di convincerlo a rimanere nella squadra. Ma l’ex vicesindaco defenestrato, poi assessore leale, stavolta ha detto no. Probabilmente la vicenda della defenestrazione nel luglio scorso non è estranea alla scelta, anche se questa sarà motivata ufficialmente dalle classiche “ragioni personali”…

Con la segretaria Pamela Fatighenti, Bettollini ha vinto, con Sonnini ha perso. E non è una perdita da poco. Perché l’uscita di scena di Sonnini fa perdere a Bettollini la copertura a sinistra. La figura più rappresentativa dell’area ex bersaniana e non renziana del partito. Basterà la presenza in lista di Andrea Micheletti, di Simone Agostinelli e di Sara Marchini (anche loro non renziani) a tappare la falla? Vedremo. Sonnini, soprattutto a Chiusi Scalo aveva ed ha un certo seguito. La resa dei conti potrebbe tradursi anche in una fuga di voti, soprattutto se si presenterà la lista di sinistra del comitato Democrazia e Partecipazione…

Ma al Pd si pone adesso un altro problema: quello della leadership, della segreteria. La bocciatura di Pamela Fatighenti per la lista dei candidati è anche una bocciatura come segretaria del partito. E quindi adesso si apre anche quella partita. Il Pd è di fatto decapitato. Senza segretario. Ma ha fatto tutto da solo. E anche questo è un segnale di cosa sia il Pd: più contenitore informe, teatro di guerre per bande che partito…

Quanto alla lista, dopo l’accordo rinnovato con il Psi, i nomi che circolano alla viglia della presentazione sono quelli di Andrea Micheletti, Chiara Lanari, Sara Marchini, Simone Agostinelli, Gianluca Annulli come  conferme… Poi Silva Pompili, Ariana Fè, Alessandra Venturini, Mario Cottini, Daniela Masci. come new entry….. La presenza in lista di Silva Pompili e Arianna Fé (se confermata) significa che la Fondazione Orizzonti è già in  liquidazione?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...