LA EMMA VILLAS SIENA RISORGE E SCHIANTA TUSCANIA. E ORA GUARDA AI PLAY OFF CON ALTRO SPIRITO

giovedì 10th, marzo 2016 / 15:03
LA EMMA VILLAS SIENA RISORGE E SCHIANTA TUSCANIA. E ORA GUARDA AI PLAY OFF CON ALTRO SPIRITO
0 Flares 0 Flares ×

SIENA – A volte ritornano. Risorgono forse è una parola grossa, anche perché finora a risorgere sono stati solo due: un certo Lazzaro e un altro giovane profugo palestinese messo in croce per le sue idee piuttosto controcorrente. Ritornano è termine più appropriato. E nello sport certi ritorni sono frequenti. L’Inter che vince 3-0 con la Juve in Coppa Italia dopo aver perso 3-0 all’andata, per esempio. Ma anche la Emma Villas Siena che ieri sera ha schiantato Tuscania senza se e senza ma, con un 3-0 netto e con parziali da notte da incubo per gli ospiti: 25-19, 25-19, 25-14…

I leoni biancoblu hanno finalmente tirato fuori gli artigli. Diciamo pure le palle, anche se il termine può suonare un po’ greve e maschilista.

Ma ieri sera, al Palaestra Scappaticcio & C. hanno giocato bene, hanno vinto altrettanto bene e hanno pure fatto divertire il pubblico con momenti di grande volley… Se avessero giocato sempre così, con la stessa voglia, la stessa grinta, la stessa geometria, si sarebbero risparmiati molte delusioni e pure il cazziatone in diretta Tv del presidentissimo Bisogno, dopo la gara di domenica scorsa contro Civita Castellana. Che cosa è successo? il cazziatone e la minaccia di fare repulisti a fine stagione ha indotto i giocatori a metterci finalmente la faccia, come si dice adesso? Forse.

Va detto che Tuscania è apparsa sgonfia, scarica, fin dalle prime battute. Mai in partita i laziali di Tofoli che pure arrivavano da terza forza del campionato (ora quarta). Diciamo che gli ospiti non hanno opposto resistenza. Ma i ragazzi di Caponeri, stavolta non hanno steccato. Hanno approfittato della situazione e hanno giocato una delle gare migliori della stagione.

E dire che Caponeri ha schierato dall’inizio Majdak come opposto, Noda Blanco e l’oggetto misterioso Mengozzi sulle bande, con Di Marco e Braga al centro. Beh, proprio Mengozzi, tenuto in naftalina e mai utilizzato fino a domenica scorsa, è stato tra i migliori. Ottimo in difesa insieme ad un ritrovato Marchisio. E queste so cose che non ti aspetti. Noda Blanco dal canto suo ha dato lezioni di volley, sia in difesa che in attacco, dimostrando di essere un top player per la categoria. Di Marco e Braga sono i “gladiatori” di Bisogno, i “giocatori-azienda”, le robuste àncore di salvataggio a cui il patron si appella nei momenti difficili. Risposta positiva.

Snippe, Tamburo e Raffaelli, molto “alterni” nelle ultime gare,  la partita l’hanno vista dalla panchina. Come Bortolozzo, che però non ha mai demeritato. Caponeri non ha effettuato cambi, segno inequivocabile che la squadra girava come voleva lui…

Adesso, a tre partite dalla fine della regular season,  la Emma Villas Siena è al settimo posto. Se finisce così giocherà i play off. La squadra vista contro Civita Castellana potrebbe anche evitare di farli i play off. Sforzo inutile e dispendioso.

La squadra vista ieri sera contro Tuscania potrebbe invece recitare la parte della guastafeste negli spareggi, senza paura di nessuno…

Vediamo. Una rondine di solito non fa primavera. Domenica i senesi giocheranno a Roma contro i ragazzini terribili del Club Italia. Altro test probante. E anche in funzione dei play off, meglio arrivare sesti che settimi o ottavi. Ma a Roma la Emma Villas deve vincere. Poi, l’appetito vien mangiando…

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...