EMMA VILLAS, ANCORA UN PASSO FALSO. SFOGO AMARISSIMO DEL PRESIDENTE BISOGNO

lunedì 07th, marzo 2016 / 17:44
EMMA VILLAS, ANCORA UN PASSO FALSO. SFOGO AMARISSIMO DEL PRESIDENTE BISOGNO
0 Flares 0 Flares ×

SIENA – Durissimo e amarissimo lo sfogo del presidente Giammarco Bisogno, dopo l’ennesima passo falso della Emma Villas. Non tanto per la sconfitta che nello sport ci può sempre stare, quanto per l’atteggiamento ancora una volta rinunciatario, non all’altezza, dei giocatori. Quello che su queste colone abbiamo scritto più volte e cioè che la Emma Villas è rimasta un album di figurine prestigiose, ma non è riuscita a diventare una squadra, Bisogno lo ha confermato ieri, al termine del match perso in casa contro Civita Castelllana per 3-1. Ha ammesso il presidentissimo una serie di errori, a partire dalla campagna acquisti e pur riconoscendo onestà e impegno al Dg Pistolesi e allo staff tecnico, non ha lesinato critiche alla scelte fatte e ha quindi difeso la decisione di esonerare prima Giannini e poi di chiudere il rapporto con Pistolesi.

“Questa è una squadra costruita male, fin dalle premesse, non è come volevo io… Non è mai stata gruppo, non è una squadra.. ” Più chiaro di così… BISOGNO

E’ rammaricato Giammarco Bisogno, non tanto per i risultati altalenanti e per la posizione di classifica che “a questo punto mette in discussione anche la partecipazione ai play off”, quanto per le prestazioni opache della squadra. Non all’altezza del grande pubblico di Siena, che è il più numeroso di tutta la A2 (il doppio della media degli altri campi) e del grande tifo che la città di Siena e la città di Chiusi hanno sempre garantito. “I giocatori dovranno rendere conto della delusione ingenerata nella tifoseria…”.

E’ vero che la Emma Villas Siena è alla prima apparizione in A2, e una neopromossa difficilmente può spaccare il campionato, ma, fa notare Bisogno “qui c’è un pubblico che merita di più e c’è una organizzazione e un budget che pretendevano e pretendono risultati diversi…”. Naturalmente il patron Emma Villas non ci sta a indossare  panni dello Zamparini di turno, quindi la squadra e lo staff tecnico a questo punto resteranno come sono, fino alla fine del torneo.

Il raggiungimento dei play off e un buon piazzamento nei play off che potevano essere l’obiettivo della stagione, adesso non sembrano esserlo più. “Cerchiamo di finire prima e meglio possibile e archiviamo questa stagione” ha detto ancora il presidente ai microfoni dei cronisti, segno che ha voglia solo di chiudere il campionato e voltare pagina: “il prossimo anno, statene certi saremo qui, con una squadra più forte per onorare questo pubblico…”.

Si annuncia dunque un redde rationem e, diciamolo pure, anche un repulisti…

Lo stesso Bisogno lo ha detto chiaramente ” Cercheremo di fare tesoro di questa esperienza, per non ripetere gli errori fatti quest’anno e per fare meglio in futuro”.

Alla luce della classifica e del piazzamento finale nelle prime 8 posizioni, ancora possibile, della squadra, cosa non da poco per una neopromossa, lo sfogo del presidente può apparire addirittura esagerato. Ma di soldi ce ne ha messi parecchi e tanti ne ha rastrellati cercando sponsorizzazioni e partnership. Quindi è comprensibile che sia amareggiato. Quello che non si capisce è come un branco di “leoni” possa finire così spesso sbranato dagli avversari senza nemmeno vendere cara la pelle.

Ieri, nella gara contro Civita Castellana al Palaestra la squadra di Caponeri si è squagliata come neve al sole regalando letteralmente i primi due set ai laziali. Unica nota positiva la prova non da buttar via di Mengozzi, alla prima vera presenza in campionato. Per il resto partita da dimenticare e da archiviare in fretta. Perché mercoledì 9 marzo si torna in campo, ancora in casa contro Tuscania, osso duro da masticare ma non impossibile da battere se i leoni faranno i leoni e non i gatti randagi.

M.L.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...