CHIUSI: QUESTA SERA IL PD DECIDE IL CANDIDATO. DUBBI SUL RESTO DELLA SQUADRA…

giovedì 31st, marzo 2016 / 19:21
CHIUSI: QUESTA SERA IL PD DECIDE IL CANDIDATO. DUBBI SUL RESTO DELLA SQUADRA…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Questa sera il parlamentino del Pd, riunito nel circolo di Chiusi Scalo, deciderà la candidatura a sindaco. Sarà probabilmente fumata bianca per Juri Bettollini. Altri nomi non sono emersi (in tal caso ci sarebbero volute le primarie a norma di statuto) e intorno al vicesindaco reggente, sembra esserci una sostanziale e robusta unità. Un po’ meno, stando alle indiscrezioni trapelate, sul resto della squadra, sia per la giunta che per il consiglio comunale. La conferma in blocco o quasi dei consiglieri e assessori attuali (solo Chiara Lanari non è stata eletta nel 2011) che sembrava scontata qualche settimana fa, adesso non lo è più.

La consultazione degli iscritti ha infatti evidenziato qualche malumore e un giudizio “positivo sì, ma non esaltante” sul gruppo consiliare e sugli stessi assessori. Troppo evanescente il gruppo consiliare, troppo appiattito sulla giunta, poco rappresentativo… E qualosa potrev

Contrariamente a quanto si potesse ipotizzare qualche mese fa, cioè al momento della nomina di Bettollini a vicesindaco, adesso è proprio il defenestrato Gianluca Sonnini il più sicuro di poter fare il bis. Il Pd glielo chiederà. Dipenderà da lui, se accettare o meno.

Micheletti e Lanari non sono iscritti al Pd e il Pd potrebbe metterli con le spalle al muro: o la tessera o niente candidatura.  Ma mentre Micheletti sembra comunque in una posizione abbastanza tranquilla (Bettolini non si priverà di un fedelissimo e di un suo “compagno di avventura”) più problematica appare la posizione di Chiara Lanari. Non tanto per la questione della tessera (fu chiamata in giunta da Scaramelli in quota Psi), quanto perché l’assessorato alla cultura fa gola anche ad altri. Alla segretaria del Pd Pamela Fatighenti, per esempio. Ma potrebbe anche diventare l’esca per portare nell’esecutivo l’attuale presidente della Fondazione Orizzonti Silva Pompili. Ipotesi questa che molti, negli ambienti vicini al Pd, danno quasi per certa.

Per il resto, dovrebbero essere confermati Simone Agostinelli (anche per lui potrebbe scapparci un assessorato) e la capogruppo Sara Marchini. Difficile invece la conferma per Gianluca Annulli (Psi) e Roberta Chiezzi. Quanto alle new entry nella lista dei 12 candidati si fa il nome di Letizia Orti (indipendente, tra gli animatori del gruppo GEC, che organizza il Lars Rock Fest).

Ma sono solo voci di corridoio. E tutto questo se Juri Bettollini, una volta ottenuto il via libera, non deciderà di fare di testa sua, scegliendo, quantomeno per la giunta, persone di sua assoluta fiducia o figure pescate in ambiti diversi dal Pd, che possano garantire uno spessore un po’ più robusto all’esecutivo. Perché dal Pd, lo sa bene anche Bettolini, c’è ormai poco o niente da tirar fuori. E tra qualche mese il Pd potrebbe anche non esserci più. Il rischio di ritrovarsi con il cerino in mano è  e niente alle spalle è alto.

Domani sapremo se la fumata è stata bianca… e da domani si capirà che aria tira…

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...