CHIUSI, IL CENTRO DESTRA SI SCINDE… SPUNTA TALE MIRCO SALARIS (E UNA SVASTICA)

mercoledì 16th, marzo 2016 / 18:42
CHIUSI, IL CENTRO DESTRA SI SCINDE… SPUNTA TALE MIRCO SALARIS  (E UNA SVASTICA)
0 Flares 0 Flares ×

La rivista Centritalia News, sempre molto addentro alle cose della destra, fa sapere che La Lega Nord ha trovato un altro candidato a sindaco del centrodestra per le prossime elezioni amministrative di Chiusi, al posto di Niccolò Martinozzi, giubilato prima della partenza. La new entry sarebbe tale Mirco Salaris che avrebbe ottenuto il disco verde anche da Forza Italia e Fratelli d’Italia a livello regionale. Martinozzi schiuma rabbia e annuncia la presentazione di una sua lista alternativa, naturalmente sempre di destra. Avrebbe già preso contatti con il “girovago” sarteanese Marcello Piscitello, ex Italia dei Valori, ex Lega e ora del “Movimento noi del fare” in coppia con la consigliera civica di Sinalunga Angelina Rappuoli. E se anche Rita Fiorini presenterà una propria lista, il centro destra non sarebbe uno, ma trino. Staremo a vedere. Sembra di essere a Roma dove tra Bertolaso, Salvini, Marchini, la Meloni e Berlusconi hanno messo su un circo che quello dei fratelli Togni a confronto era una canadese…

Ma torniamo alla candidatura della triade Lega-Forza Italia e Fratelli d’Itralia. Chi è Mirco Salaris? Innanzitutto non è un chiusino. Abita a Città della Pieve ed ha 42 anni. Che abbia simpatie di destra non è un mistero. Basta guardare il suo profilo facebook, nel quale campeggiano fotografie in tuta mimetica da guerra finta,  foto di pistole e armi varie e bandiere con la svastica.  E allegra compagnia di armati. Martinozzi era troppo moderato e pacifico?

Certo, a prima vista, al di là delle suggestioni fotografiche bellicose (magari è solo un appassionato di giochi di guerra e rievocazioni) questo Salaris che a Chiusi nessuno ha mai sentito parlare né di politica né di altro, non sembra rappresentare un pericolo serio per Bettollini & C. e nemmeno una alternativa credibile ai 5 Stelle, come forza di opposizione. Sembra più una candidatura di bandiera. E quella bandiera che Salaris ha sul profilo facebook non promette nulla di buono (neanche se fosse messa lì per gioco). Ci verrebbe da dire che le elezioni sono una cosa seria, anche se un po’ bistrattata, non un gioco di ruolo dove si indossa l’elmetto e ci si spara addosso (per finta) come nei film..

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...